Los Angeles, com’è vivere nella megalopoli delle star

los Angeles, la città degli angeli. Io ci ho abitato per un periodo di tempo, con mio cugino avevamo affittato un appartamento in un residence ad Hollywood. Com’è vivere a Los Angeles: impegnativo direi. Ma andiamo con ordine, in questo post racconterò Los Angeles in generale, infatti è impossibile raccontare questa megalopoli, divisa in 80 distretti in un solo articolo. E’ la piu’ grande città della California, e la seconda negli USA, una miscellanea di etnie, una città per un verso bellissima, per un altro un pò meno.

Vedere una città da turista è una cosa, viverci è un’altra. Quello che piu’ mi è rimasto impresso è quella sensazione di non avere mai abbastanza tempo! Io e mio cugino che amiamo la puntualità, eravamo sempre in ritardo. Non riuscivamo a prendere i ritmi della megalopoli. Lui che era un documentarista, conosceva una miriade di persone a L.A, e quasi ogni sera eravamo invitati  a degli aperitivi, e poi a cena. Lì usa molto prendere l’aperitivo in casa e poi uscire. Noi ogni volta arrivavamo ad aperitivo finito! Una figuraccia! Avevamo calcolato il tempo per arrivare da casa, a downtown, il tempo per prepararsi, impostare il navigatore, ma niente da fare, eravamo sempre in ritardo! La colpa? Il traffico!

Guidare a Los Angeles

Se vuoi vivere a Los Angeles devi avere l’auto, i mezzi pubblici sono a dir poco carenti. La puoi noleggiare, o addirittura comperarne una, e poi rivenderla. Operazione un pò macchinosa, da fare unicamente se intendi vivere lì per lungo tempo. Noleggiare un auto in America è easy come dicono loro.

Arrivo all’aeroporto

Se si noleggia l’auto online dall’Italia, cosa che io consiglio, fuori dall’aeroporto, troverete degli shuttle gratuiti, che vi porteranno negli uffici delle  dieci compagnie principali: Advantage, Alamo, Payless, National, Thirfty,Fox, Hertz, Avis, Budget, Dollar. Per le altre compagnie, Off airport, c’è un altro shuttle gratuito Lot C, lo vedrete sotto  la scritta Lax Shuttle, questo  vi porterà al terminal delle altre 30 compagnie: Off airport rental car, da lì vi porteranno all’ufficio della vostra compagnia. Qui dovrete avere la patente internazionale,  carta di credito, e passaporto. In men che non si dica sarete seduti sulla vostra auto. E adesso? Bisogna andare a Los Angeles

Le strade

freeway e1556889551415

Dicono che dopo il primo impatto guidare a Los Angeles è facile, non è proprio così. Il navigatore è indispensabile, in quanto le indicazioni stradali, usano i punti cardinali, quindi devi sapere, se la zona dove devi andare è a nord sud ecc. Un mio amico aveva comperato una bussola!!

Capito il meccanismo è abbastanza facile, ma all’inizio, io ero alquanto spaesata. In caso di intenso traffico su una Highway,la radio ti consiglia una strada alternativa, c’è comunque una freeway che è una specie di tangenziale che circonda L.A, a volte ci sono sette corsie in ogni lato di direzione! Da lì poi vai nella zona di interesse.  Gli abitanti di L.A sono abituati a stare molto in auto, d’altronde è una città enorme. Le auto hanno tutte il cambio automatico, per cui all’inizio premerai molto il piede sinistro a vuoto, su una frizione che non c’è.

Affittare un appartamento

hollywood e1556889577682

Affittare un appartamento a L.A. può essere costoso. Ci si può affidare a Homeway, oppure se si sta per lungo tempo, vivere una settimana in motel, e decidere poi la zona che preferiamo, guardarsi un pò intorno. Noi eravamo a North Hollywood, che è la zona meno costosa di questo quartiere, mentre il west è piu’ caro,  che però è pieno di locali, librerie. Il lato creativo di lax. Io consiglio senz’altro un residence. Avrete molti servizi: lavanderie, a volte piscina, iacuzzi, zona barbecue, piccolo market. Potete sceglierlo arredato, semi arredato o spoglio. Noi avamo scelto chiaramente la prima soluzione, e i servizi tipo piccolo market, piscina, lavanderia ecc sono comodissimi, altrimenti bisogna spostarsi in auto, che abbiamo visto non è sempre agevole. La zona è bella, ma scomodissima per andare al mare, Santa Monica ad esempio 45 minuti di auto, Venice pure, se vuoi puoi leggere il mio articolo su Venice:

Cucinare a Los angeles

Chiaramente nell’appartamento la cucina è molo attrezzata, quindi si cucina. Vi è una miriade di supermercati, addirittura interi bloks, isolati, con solo market di prodotti cinesi, enormi. Si trova di tutto dall’italiano al messicano,e sono tutti attrezzatissimi, e di buona qualità.

Quartieri da evitare

police e1556889606781

In una grande città, si sa bisogna sempre stare un pò attenti. Da evitare sono i quartieri di South- central L.A e East los Angeles. Lo dico perchè una sera con le mie amiche, tornando da Venice ci siamo perse, succede! Io ero alla guida, e vedevo che il panorama cambiava, palazzoni sgangherati al posto delle belle casette o dei grandi grattacieli. Una macchina della polizia ci fece i fari e ci fermò, vedendo probabilmente la targa di una macchina a nolo.Poichè andavo a passo d’uomo ero tranquilla, ed in questi casi non scendete mai dall’auto ma aspettate loro seduti.

Il poliziotto mi chiese se sapevo dov’ero e io gli dissi no, mi ero persa. Lui gentilissimo mi disse che eravamo a East Los Angeles, quartiere con brutta fama, ed era meglio che andassimo via da lì. Lo seguii , e mi portò fuori dal quartiere, e poi sulla tangenziale. Queste zone di sera, ma anche di giorno è meglio evitarle, non c’è niente da vedere, e sono pericolose, per la criminalità, giri di droga ecc.  Non è sempre oro tutto ciò che luccica!

Quindi com’è vivere a Los Angeles? Bello, puoi andare al mare, a sciare, nei locali, dei quali parlerò in altri capitoli, nelle librerie, enormi, nei negozi aperti a tutte le ore o quasi. Meno bello è il ritmo di vita, troppo frenetico, specialmente per chi lavora, questi tempi morti in auto erano per me micidiali. Ma noi proseguiremo con il racconto di Los Angeles, c’è ancora molto da dire. Alla prossima!

Altri articoli