tulum cosa vedere

Indice dei Contenuti

Tulum Messico cosa vedere nel sito Maya sul Mar dei Caraibi

Di solito Tulum è l’ultima tappa del circuito dei siti Maya in Messico, ed è la ciliegina sulla torta! Un sito Maya, sulla fascia costiera nel Mar dei Caraibi. Le dimensioni di questo sito sono modeste, ma è anche vero che vedere la spiaggia di un bianco abbacinante, ed il mare verde e turchese dalla cima di un tempio Maya è un’esperienza che non si può dimenticare. Questi Maya dovevano essere molto compiaciuti, quando guardavano dall’alto dei bastioni l’alba sul Mar dei Caraibi. Se si è al mare nella Riviera, io consiglio di vedere assolutamente questo sito, di lasciare per un pò la spiaggia e di vedere che meraviglia aveva costruito questa misteriosa popolazione.

Come arrivare a Tulum

Prendere la superstrada 307 che da Cancun scende in direzione sud, verso Playa del Carmen. Prima della città di Tulum, si trova l’accesso al sito. Poichè il sito è molto frequentato dai turisti è meglio recarsi nelle prime ore del mattino. Un trenino conduce i visitatori dall’ingresso alla biglietteria, costo M$20, ma questi 500 metri, si possono fare anche a piedi.

La visita delle rovine di Tulum

tulum scala e1570788896824

Il percorso alle rovine è guidato. Dalla biglietteria andate verso nord, costeggiando le imponenti mura di Tulum, che da sud a nord misurano circa 380 metri e 170 metri ai lati. La torre d’angolo, in passato, si pensava fosse un posto di guardia, mentre oggi, alcuni ricercatori parlano di una sorta di santuario. Si entra nel sito attraverso una breccia nel muro settentrionale.

Tempio del Dios del Viento

Tulum Messico cosa vedere

Una volta entrati, verso est si raggiunge la Casa del Cenote, questa prende il nome dalla piccola pozza, situata lungo la base meridionale. Proseguendo verso sud si trova un promontorio, sul quale sorge il tempio del Dios del Viento. Sotto il tempio vi è una piccola ma incantevole spiaggia. Ci si dirige poi verso la Estructura 25 che ha interessanti colonne sulla piattaforma rialzata. Sopra il portale principale, un pregevole fregio in stucco che raffigura il Dio Discendente, noto anche come “Dio che si immerge”. Questa figura capovolta in parte umana, è presente in altri punti di Tulum e a Coba. Gli studiosi, ritengono sia riconducibile al culto Maya delle api e del miele, forse la figura stilizzata di un’ape che succhia il nettare di un fiore. Apro una parentesi, sottolineando che già i Maya avevano capito quanto fossero importanti le api per il nostro eco sistema.

El Palacio ed il Tempio de la Estela

tulum el palacio e1570792119553

A sud della Estructura 25, sorge El Palacio, un complesso degno di nota, per le sue eleganti decorazioni a x. Da qui si prosegue, in direzione est, verso il mare, costeggiando la parte esterna  del complesso templare, e si può ammirare un bellissimo panorama sul mare. Portandosi poi verso l’entroterra si può entrare attraverso un falso arco nel complesso, dopo aver superato, il restaurato Templo de la Estela. (Tempio della Stele) Al suo interno fu rinvenuta la Stela 1 oggi al British Museum di Londra, sulla quale è incisa la data Maya corrispondente al 564 d.C. Questo in un primo momento disorientò gli archeologici i quali ritenevano che Tulum fosse stata fondata molto piu’ tardi. Oggi si pensa che la stela 1, sia stata portata da Tankah un insediamento a 4 km piu’ a nord e risalente al periodo classico.

El Castillo di Tulum

Tulum Messico cosa vedere

Nella parte centrale del complesso, l’edificio piu’ alto, una torre di guardia che gli Spagnoli ribattezzarono (Il castello). Anche qui c’è la raffigurazione del dio discendente, ed agli angoli i “Kukulacanes” (serpenti piumati) in stile Tolteco, simili a quelli di Chichen Itza. A nord del Castillo, il tempio del Dio Discendente, ed a sud una scala che scende su una spiaggia dove si può fare il bagno. Dopo il bagno si raggiunge il Templo de las Pinturas, posto su due livelli, datato intorno al 1400, 1450. Le sue decorazioni erano tra le piu’ elaborate di Tulum, con maschere in rilievo, e murales dai colori sgargianti, in parte restaurati, ma non decifrati completamente. Forse questo è stato l’ultimo tempio costruito prima dell’invasione spagnola. Probabilmente questo è l’edificio piu’ interessante.

Una cosa sola è certa visitando i siti Maya: sappiamo molto poco su di loro, molte sono congetture, le datazioni  a volte sono incerte, di sicuro ci stanno nascondendo ancora tanti segreti, ma a Tulum come in altri siti Maya si percepisce la magia!

Dove dormire a Tulum

stanza hotel

A Tulum si può dormire nella zona Pueblo, piu’ affollata con ristoranti, bar e hotel, qui il Link di Booking.com, sulle cabanas sulla spiaggia, una scelta economica, o nella zona Hotelera vicino al Sito, qui il link di Booking.com, decisamente la migliore.

Aiuta le strade del viaggio

Altri articoli