Indice dei Contenuti

Tempio di File Egitto cosa vedere nell’isola consacrata ad Iside

Il tempio di Iside in Egitto ,situato nell’isola di File è maestoso pur conservando un’aurea romantica. Ha sempre richiamato molti pellegrini, per migliaia di anni. Nel corso del XIX secolo, queste rovine divennero una delle piu’ leggendarie attrattive turistiche dell’Egitto. Ci si arriva in barca, e solo il fatto di vedere il tempio stagliarsi, sulla collina, dalla lancia, merita la visita. Dopo la costruzione della vecchia diga di Assuan, File cominciò ad essere sommersa per sei mesi all’anno, e i visitatori venivano portati con barche a remi, tra le colonne parzialmente sommerse per vedere attraverso le acque, i meravigliosi santuari. Altri articoli sull’Egitto

File e la diga di Assuan

tempio-di-file-egitto-cosa-vedere

Terminata la Grande Diga di Assuan, il tempio sarebbe completamente scomparso, senza l’intervento dell’UNESCO, che tra il 1972 ed il 1980, smontò pietra su pietra, il grandioso complesso, per ricostruirlo 20 metri piu’ in alto, sulla vicina isola di Agilkia, dove venne persino riprodotto un paesaggio simile a quello dell’isola, che in passato aveva ospitato il tempio. Anche qui come ad Abu Simbel un’opera di grande ingegneria.

Le rovine piu’ importanti del tempio appartengono ad un complesso voluto da Tolomeo II Filadelfo, e ampliato nei successivi cinque secoli da Diocleziano (284-305 d.C). In epoca romana Iside, era diventata la dea piu’ venerata del Phanteon egizio, il cui culto si era diffuso fino alla lontana Bretannia. I primi cristiani trasformarono la sala ipostila, del tempio principale, in una cappella, e deturparono i rilievi pagani, le cui iscrizioni vennero ulteriormente deturpate dai Musulmani.

La visita del Tempio di File

tempio-di-file-egitto-cosa-vedere

La barca che porta al tempio conduce, alla base del vestibolo di Nectanebo, la parte piu’ antica del complesso di File. Ci si dirige poi verso Nord, attraversando il bellissimo cortile esterno del tempio, con colonne da entramabi i lati. In fondo al cortile si trova l’ingeresso del tempio di Iside, indicato da torri alte 18 metri del primo pione. Il mammisi è situato nel cortile centrale, del tempio di Iside, ed è dedicato ad Horus, figlio di Iside ed Osiride. Il secondo pilone, dà acceso alla sala ipostila, ornata da colonne con splendidi capitelli, e procedendo si trovano tre vestiboli che conducono nel santuario interno di Iside. I due tabernacoli che custodivano la statua d’oro di Iside, e la barca, con cui lei stessa veniva trasportata, si trovano a Firenze ed a Parigi.

All’estremità settentrionale dell’isola, si trovano il tempio di Augusto, e la porta di Diocleziano. A est del secondo pilone il bellissimo tempio di Hator, decorato con rilievi di musicisti. A sud in riva al fiume, vi è l’elegante padiglione, incompiuto, chiamato chiosco di Traiano o Letto del faraone, forse il monumento piu’ famoso di File

Spettacolo di luci e suoni

Io, questo spettacolo, oltre ad averlo visto a Giza, l’ho visto anche qui, ed anche qui è molto coinvolgente. Se ci si reca in Egitto, almeno uno bisognerebbe vederlo. Tenete presente che durante il Ramadam non viene effettuato. A volte il commento può lasciare un pò a desiderare, ma visitare il tempio di notte, con questo gioco di luci, è un’esperienza davvero bella. Potete vedere i prezzi e gli orari nel box sottostante

Luci e Suoni a File

Come arrivare a File

Di solito questa è una visita che viene fatta durante la crociera sul Nilo. L’attracco delle barche si trova a Shallal, a sud della vecchia diga di Assuan. Se si viaggia in autonomia, si può prenedere un taxi, le corse costano poco. I biglietti di andata e ritorno per la barca potete acquistarli al molo, ed è consuetudine lasciare la mancia al barcaiolo.

Altri articoli