Santorini cosa vedere

Santorini cosa vedere nella piu’ spettacolare tra le isole greche

Santorini è una delle isole greche piu’ visitate, e quindi anche affollata, è però un luogo unico, e per chi visita la Grecia sarebbe senz’altro da vedere. Quando si arriva col traghetto non si può credere alla meraviglia che si presenta davanti ai nostri occhi! Queste case bianche che si stagliano sopra il colore nero dell’isola vulcanica. Tutti la raggiungono per vedere la meravigliosa caldera, un cratere sommerso formatosi in seguito a quella che fu probabilmente la piu’ grande eruzione vulcanica, della quale ci sia memoria. E’ vero io non amo le isole affollate ma questa è unica, e mi è piaciuta moltissimo, tanto che ci sono stata due volte.

Come arrivare a Santorini

Ci sono dei voli diretti per Santorini, l’aeroporto si trova a venti minuti da Fira la capitale, che si può raggiungere in autobus o taxi, circa 40,00 euro



Via mare: Traghetto fino al Pireo con Traghetti lines e poi per Santorini, Direct Ferries. Arriva al porto di Atninios, dove anche qui ci sono autobus per Fira.

L’attività vulcanica di Santorini

Santorini ha da sempre avuto un’ intensa attività vulcanica, Verso il 3.000 a.C giunsero i primi coloni che iniziarono a sfruttare il terreno estremamente fertile, si dice in pace ed armonia. Ma nel 1650 a.C questa pace fu devastata da una serie di terribili eruzioni, e forti esplosioni mai verificatesi nella storia del pianeta. I vulcani eruttarono trenta chilometri cubi di massa lavica, il centro dell’isola sprofondò creando una caldera che fu invasa subito dal mare e le onde di tsunami raggiunsero Creta e Israele. Tutto rientrò nella normalità, fino a che nel 1956, un altro terribile terremoto devastò l’isola, uccidendo migliaia di persone e distruggendo le abitazioni. Grande fu la capacità di recupero degli abitanti, che vivono anche oggi questa isola precaria con un’ ineguagliata spensieratezza.

Fira

Sebbene la capitale sia un centro commerciale, ha un fascino immenso. Si possono ammirare dal bordo della caldera le falesie e gli strati di lava, ancora piu’ suggestiva è di notte, quando la caldera brilla di luce. Nei pressi della stazione si può ammirare il museo archeologico: Museo di Thira preistorica, e nei pressi della funicolare il Museo archeologico. E’ inoltre ricca di ristorantini, negozi, gioiellerie, case bianche e chiese ortodosse, tra cui la piu’ fotografata Agios Minas. Dal porto si può raggiungere Fira a piedi, a dorso d’asino o con la funicolare. Firostefani, detta il tetto dell’isola, è a circa 15 mnuti a piedi dalla funicolare, è un villaggio piu’ tranquillo, anche se ormai fa parte della capitale. Sempre a tre chilometri da Fira troviamo Imerovigli, anche questo un punto strategico per foto e tramonti, con case bianche ed il bellissimo Monastero di Saint Nikolas e la cappella di Panagia Theoskepasti.

Sito archeologico di Akrotiri

Questo era un avamposto Minoico, rimasto sepolto nel 1650 dall’eruzione vulcanica. Il tetto bioclimatico, progettato allo scopo di proteggere il sito , ne rovina sicuramente il fascino. Sono stati portati alla luce edifici anche a tre piani risalenti al XVI secolo, con stupende pitture ed affreschi.

Oia

Famosa per i suoi splendidi tramonti Oia è molto piu’ tranquilla di Fira, ma è un luogo delizioso. Vi sono comunque boutique costose e gioiellerie, ristoranti e piccoli locali. Le sue case sorgono sul versante ripido della caldera, e le abitazioni sono costruite nelle nicchie della montagna.

Antica Thira

Fu fondata dai Dori nel IX secolo a.C. Vi sono numerose rovine dell’epoca ellenistica, romana, e bizantina, case con mosaici, l’agorà un teatro, ed una palestra, il tempio di Dionisio e il santuario di Apollo. Si raggiunge in auto, dalla strada che proviene da Kamari, oppure a piedi, per un sentiero ripido che parte da Perissa

Spiagge di Santorini

Kamari, a 10 km da Fira è il piu’ grande centro balneare dell’isola, ha una lunga spiaggia nera, con una strada che costeggia il litorale ricca di bar e ristoranti. Nel mese di Luglio, qui si può assistere al Santorini Jazz Festival. Famose anche Perissa e Perivolos, le spiagge piu’ belle sono nella zona orientale. Mentre piu’ selvaggia è la Red Beach di colore rosso cupo, con un’acqua stupenda, White beach è raggiungibile solo dal mare e forse per questo motivo la piu’ bella, e forse ancora piu’ bella Vilihada, nella costa meridionale. Quindi non c’è che l’imbarazzo della scelta!

Cosa e dove mangiare a Santorini

Santorini è famosa per i suoi vini, e vi sono tre varietà locali: tutte provengono da un’antica vigna: assyrtiko, bianchi frizzanti, bianchi secchi e vino da dessert. Vi sono anche molte cantine dove degustare ed eventualmente comperare il vino.: Sigalas, Santo Wines, Canava Roussos. Le specialità culinarie, sono quelle tipiche greche: Moussaka, insalata greca, feta, Tzatziki, buonissima a base di yogurt. Un ristorante consigliato è Nikolas a Firas, con cucina tradizionale greca.

Dove dormire

A Santorini bisogna prenotare, se non si vuole passare una notte in spiaggia come è capitato a me. Non è piu’ molto economica, ma prenotando per tempo si possono trovare buone offerte.


Booking.com

Questa è un’isola scenografica, stupenda, unica nel suo genere. Arrivare a Santorini dal mare è veramente un’emozione che non si dimenticherà. Se non volete per svariati motivi fare tutte le vacanze qui, venitela a vedere anche per un giorno solo, ne varrà la pena!


Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Questo articolo ha 2 commenti.

    1. Un gioiellino, te lo consiglio! Grazie Ferruccio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.