San Francisco e la sua musica

San Francisco e la sua musica, i locali nella città della Beat Generation

Musica e viaggi un meraviglioso connubio, quando lo trovi ti senti sulla cima del mondo. La cosa che piu’ ricordo di san Francisco, non è il Golden gate, Chinatown, o altre attrazioni, ma un locale piccolo, a North beach, dove un sassofonista suonava della splendida musica jazz.  Andare a San Francisco e non andare in un locale dove suonano è un vero peccato! La città “europea” americana, famosa per la Beat Generation, ci offre tantissimi eventi culturali, e tra questi c’è anche la buona musica. Io ho fatto un altro articolo su San Francisco, che potrebbe interessarti:

La Beat Generation

La Beat Generation nasce a San Francisco o forse sarebbe  meglio dire a Big Sur, negli anni ’40. Jack Kerouac, con il suo romanzo “On the Road” autobiografico che racconta, la sua vita fatta sulla strada di esagerazioni, alcool, droga, chilometri, una nuova filosofia di ribellione e anticonformismo. Ma questo movimento viene consacrato dall’autore di “go” John Clellon Holmes. Nasce così la generazione bruciata da allucinogeni e alcool, ma anche di grandi scrittori come Ginzberg, e  grandi pittori come  Jakson Pollock e la sua action painting, lo sgocciolamento nella tela. In questo clima di ribellione nel 1967 ha luogo a San Francisco uno dei piu’ grandi eventi musicali:

Summer festival

Si riunirono in questa città e ne presero il controllo 100.000 hippies. Fu l’estate dell’amore e della cultura pop, grandi artisti come Janis Joplin, jimy Handrix e molti altri, suonarono qui, per poi spostarsi a Monterey e celebrare il nuovo  Monterey pop festival, con Norah Jones, who,e Handrix che bruciò la chitarra sul palco ; nacquero così i figli dei fiori, con Mamas and Papas, che cantarono: Be Sure to Wear Flowers in Yourhair. Oggi il quartiere simbolo del Summer festival, Hight Ashbury, è molto turistico, con negozietti vintage e molti cafè. L’unico posto interessante è lo store Amoeba, dove potete trovare anche rarità in vinile, come le ultime videocassette di film famosi, interessante.

Quindi in una città, con un questa storia culturale e musicale,  io consiglio una visita, in qualche locale di buona musica:

North beach, Vesuvio cafè: era il ritovo di Jack Kerouac, e Allen Ginsberg, oggi è un locale dove si fa poesia e jazz, ma è anche un posto turistico.

Castro; cafè du nord 2170 market street: questo quartiere è noto per il movimento della liberazione gay, il Cafè du nord, fu aperto prima del proibizionismo e rimase aperto poi come speak easy. Oggi è uno dei locali piu’ amati del quartiere, dove peraltro si trovano anche molti altri locali. Qui si fa musica dal vivo ed ha il riconoscimento per il sostegno di giovani talenti musicali.

The filmore: un luogo cult della città. Qui si sono esibiti talenti come Jimi handrix, Santana, Grateful Head, the Doors. Riaperto nel 1985, con un piano supriore tappezzato di vecchie foto e locandine.  Oggi si fa ancora musica dal vivo, con lunghe code per entrare, quando si esibiscono cantati come Bob Dylan.Slim:333 eleventh street, di proprietà di una società costituita anche da Boz Scaggs. Questo locale iniziò con una musica ritmico blues, per poi passare ad una gamma musicale piu’ ampia come l’Indie rock, bleus e hip- hop. Ci sono diversi spettacoli itineranti durante tutta la settimna, ed è promotore dell’enorme festival musicale Hardly Strictly Bluegrass,gratuito che si svolge ogni anno in ottobre

Great american music hall:850 O’Farrell Street,  costruito l’anno dopo il terremoto di San Francisco nel 1906, nel 1972 per un decennio si consacrò al jazz, grandi artisti suonarono qui, come Duke Ellington, Dizzie Gillespy. Oggi offre concerti di alto calibro con cantanti come Suzanne Vega e David Crosby, proponendo un mix di musica rock, folk e pop.

In questo articolo ho citato i locali piu’ famosi, ma San Francisco è musica! La potete trovare in piccoli locali a Castro, a North beach, ed in altri quartieri, bisogna solo girare un pò

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.