Rodi cosa vedere

Rodi cosa vedere nella città dei cavalieri medioevali

Rodi fa parte delle isole del dodecanneso, sulla costa occidentale della Turchia. Ho già fatto un articolo su Rodi, parlando di Lyndos che è la parte con la spiaggia piu’ bella a mio avviso ed è situata nella parte orientale dell’isola.


Comunque Rodi, non è solo sole e mare, ma un’ isola ricca di villagi incontaminati ai piedi delle montagne, e il bellissimo centro storico della capitale, patrimonio dell’Unesco, la piu’ grande città mediovale ancora abitata, un labirinto di viuzze, in un mondo che sembra creato a Disneyland. Quindi a Rodi si possono unire cultura e arte, se vi interessano entrambi siete nel posto giusto.

La storia

Nell’antichità Rodi fu un importante avamposto Minoico e Miceneo, fino all’arrivo dei Dori. Dopo varie alleanze con Atene e in seguito Sparta, nel 305 a.C Rodi riuscì a sconfiggere Demetrio, l’assediatore di città, e per celebrare la vittoria fu eretto: il colosso di Rodi, che però oggi è solo leggenda. Conobbe quindi il suo periodo di massimo splendore, con la flotta piu’ grande dell’Egeo, e schieratasi con Giulio Cesare fu annessa all’impero romano. Con la caduta di questo iniziò il suo declino e passò sotto il controllo dei Genovesi. Giunsero i cavalieri di san Giovanni che vi rimasero per 213 anni,  poi spodestati dagli ottomanni e poi dagli italiani. Nel 1947 dopo 35 anni di occupazione italiana, Rodi fu restituita alla Grecia.

Come arrivare a Rodi

Se volete arrivare in traghetto e quindi portarvi la mcchina questo è il link per il traghetto fino a Patrasso e poi Pireo Rodi

Oppure soluzione piu’ veloce aereo diretto per Rodi, e poi noleggio auto o moto in loco. Io come ho detto nell’articolo Lyndos avevo noleggiato una moto, che è molto piu’ comoda dell’auto, specialmente nelle stradine strette.

Rodi città

Il centro storico, cinto dalle sue mura è il cuore della città. Meglio esplorarla la mattina presto quando c’è meno gente, anche perchè i vicoli sono molto stretti e con la ressa divemta difficile camminare. La parte nuova invece è molto turistica, ma vi sono anche qui delle belle spiagge. La città vecchia si divide in due settori: Lollakio o quartiere dei cavalieri, Hora quartiere ebraico. La Lollakio con monumenti medioevali, e la Hora, chiamata anche quartiere turco è la zona commerciale, dove ci sono ristoranti e negozi. Poi vi è la parte commerciale della città nuova che si estende a Nord. Nella città vecchia si può entrare tramite le nove porte e due porte di accesso ai bastioni. Ci si trova nel mezzo ad un miscuglio di stili turco, bizantini in vicoli tortuosi e piazze.

Città vecchia

In epoca medioevale i cavalieri di san Giovanni risiedevano nel quartiere dei cavalieri, mentre la popolazione nell’Hora Il punto migliore per iniziare la visita è la Via dei cavalieri, una grande strada lastricata dove c’erano le residenze dei cavalieri, divisi in sette lingue, a seconda della provenienza. Proseguendo, il palazzo di villers che organizzò la partenza dei cavalieri dopo la conquista di Solimano. Dopo i vari alberghi di: Francia e Provenza, si trova la residenza dl Gran Maestro, risalente al XIV secolo. Questo palazzo distrutto in un incendio nel 1856, fu ricostruito in maniera sontuosa da Mussolini. Nell’ospedale dei Cavalieri del 400, ha sede il museo archeologico, dove spicca la statuetta Afrodite di Rodi e resti del tempio di Afrodite.

Hora

L’hora custodisce testimonianze dell’occupazione ottomana, la piu’ importante è la moschea di Solimano, con una cupola rosa, ed altre chiese purtroppo in stato di abbandono. Di fronte la moschea la biblioteca turca.

Quartiere ebraico

All’interno della città vecchia, sembra una zona dimenticata, e molto piu’ tranquilla. Importante la sinagoga del 1577, con una targa commemorativa per gli ebrei dell’Hora che morirono ad Auschwitz, durante l’occupazione nazista.

città nuova

Situata a sud- ovest del centro storico, troviamo l’Acropoli di Rodi, dove sorgeva la civiltà ellenistica, lo stadio per i giochi olimpici, ed il teatro, e da questo tramite alcuni gradini, il tempio di Apollo Pizio. La spiaggia, inizia a nord di Mandraki e prosegue lungo la punta settentrionale. Questa parte è ricca di hotel, e secondo me come spiaggia è sicuramnte migliore Lyndos.

Dove mangiare e dove dormire a Rodi

La città vecchia è ricca di piccoli ristoranti con specialità greche, per dormire se si vuole stare a Rodi, nella città vecchia vi è il bellissimo hotel ViaVia

Questa isola è quindi un miscuglio di mare, arte e questa fantastica città medioevale, nell’Egeo, una perla.

 

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.