Indice dei Contenuti

Rimini nella riviera Romagnola ed i luoghi di Federico Fellini

Rimini nella Riviera Romagnola, come dice il nostro presidente di regione Stefano Bonaccini , non avrà il mare dei Caraibi, ma la contraddistingue una grande ospitalità, e professionalità, che molti ci invidiano. Poiché vivo in questa regione da piu’ di vent’anni, e mia madre era una Romagnola D.O.C., mi è sembrato giusto parlare della Romagna e in particolare di Rimini, città natale di Federico Fellini.

Puoi leggere anche il mio articolo sul Grand Hotel di Rimini

Non avrei mai pensato di trascorrere una settimana a Rimini, di solito ho sempre preferito andare all’estero. Ma visto il periodo, ho deciso di stare in Italia, e vedere la Romagna, che conosco pochissimo.

le spiagge e Viserba

spiaggia rimini

  Il litorale Romagnolo è lunghissimo e le spiagge sono enormi, potremo quindi fare un weekend o piu’ giorni di solo mare , in una spiaggia  con ombrelloni ben distanziati, e con tutte le misure di sicurezza anti Covid. Sin dall’estate del 2020, gli operatori turistici si sono preparati, per garantire la nostra sicurezza al mare e nelle strutture.

Scegliere quella piuì adatta a noi, non è poi così difficile: le piu’ modaiole sono il famoso Papeete beach a Milano marittima, dove si trova anche il Bicio Papao. A Cervia il Fantini club, a Rimini il Chiringuito Tiki Beach.

Io, che non amo le spiagge modaiole sono stata a Viserba, a circa 10 km da Rimini centro, ho soggiornato qui una settimana, e devo dire, che mi sono trovata benissimo. E’ meglio prenotare i lettini, in spiaggia, con un pò di anticipo, in alta stagione. io ero a Playa Tamarindo, e come si può vedere dalle foto la spiaggia è molto grande.

Ma non volendo, stare tutto il giorno a rosolarmi al sole, sono andata a vedere i luoghi di Fellini, ed in particolare il quartiere san Giuliano, e tutti i luoghi che lo ricordano.

Rimini è un pastrocchio davanti al grande respiro del mare

Rimini nella Riviera Romagnola
Ilaria Imperiali

Così il grande maestro definiva Rimini, dove diceva di non tornare volentieri, sebbene la sua famiglia abitasse ancora lì. Ma nei suoi film, che furono girati a Cinecittà, a Roma, dove lui viveva, Rimini la ritroviamo spesso. Nei Vitelloni, e soprattutto in Amarcord, una Rimini onirica, del 1933, dove narra la vita dell’antico borgo, mentre si corre la VII edizione, della Mille Miglia. I sabati fascisti, i signorotti della città, lo zio matto, e tanti altri personaggi che ben rispecchiano la Rimini di allora: Il borgo, che molti riconoscono nel quartiere San Giuliano

Il quartiere San Giuliano

san giuliano masina
Ilaria imperiali

Sui muri del vecchio borgo sono riprodotti murales, che rappresentano la vita ed i film di Fellini. Dal cimitero, proseguendo sulla via Emilia, verso il centro della città, si trova il quartiere, sulla sponda del fiume Marecchia. E’ lo storico quartiere di marinai e pescatori. Una Rimini diversa, fatta di casette basse tutte colorate, un luogo dove passeggiare e ristorarsi nelle trattorie del “borg”, come si dice in romagnolo. E’ stato tutto ristrutturato, mantenendo i colori originali che sono vividi, e che rendono le strade un ambiente interessante.

A Settembre si svolge la fiera del “borg”. Ogni edizione, ha una coreografia diversa, ma protagonisti sono sempre la musica e la gastronomia, con orchestrine che suonano in strada. Non lontano, quasi al confine del quartiere, vi è il ponte di Tiberio, dove passò la Mille Miglia di Amarcord

Il ponte di Tiberio, detto anche di Augusto, fu eretto nel 14.d.C, proprio da Augusto , ma fu terminato sette anni dopo da Tiberio. Il ponte divide la vecchia area marinara dal centro storico, ed è costruito tutto in pietra d’Istria, su cinque arcate.

Rimini nella Riviera Romagnola
Ilaria Imperiali

Il grand hotel di Rimini

grand hotel di rimini

In piazzale Fellini, vi è il Grand hotel, il simbolo dei desideri “proibiti”, che sempre ha attratto il grande regista, e che volle fosse rappresentato nel suo film Amarcord. Oggi è considerato, uno degli hotel piu’ prestigiosi della riviera Romagnola, ed è uno dei suoi simboli.

Il cinema Fulgor

cinema fulgor
Ilaria Imperiali

Tutto ristrutturato dopo cinque anni, è entrato in funzione nel 2018. Si trova in una palazzina liberty, ed è sviluppato su tre piani, vi sono tutte le foto, le locandine ed i progetti di Fellini. Al primo piano, il maestro Dante Ferretti, ha ristrutturato, le due sale cinematografiche, ed il foyer, con uno stile Hollywood, degli anni ’30 . Al secondo piano, il racconto e le produzioni del maestro, ed al terzo piano un loft living, dove si proiettano gli spezzoni, piu’ significativi dei film di Fellini.

Piazza Cavour

Rimini nella Riviera Romagnola
Ilaria Imperiali

Il fulcro della piazza è la fontana, che nel medioevo richiamava venditori e mercanti. Fu citata ed ammirata, anche da Leonardo da Vinci. Sotto l’ampio portico, si trova, il palazzo dell’Arengo, del 1204. Qui veniva amministrata la giustizia, e si riuniva l’assemblea del Comune.

Ricostruita a Cinecittà, per il film Amarcord, dove vi sono le scene di “pallate di neve” a Gradisca, le scorribande di Scureza, e la fontana con la pigna

Questa Rimini “alternativa”, oltre alle spiagge, ci offre anche uno squarcio nella vita del grande regista, ed una visita ad un paese gradevole ed ospitale.

Dove mangiare e dormire a Rimini

Sinceramente per mangiare non c’è che l’imbarazzo della scelta, si mangia bene ovunque, piadina e squacquerone, il formaggio tipico della Romagna, pesce, e cibo di strada: Piadineria bar Rondine, ristorante Libeccio, Piada e Cassoni da Ciana

Lo stesso vale per dormire, ci sono centinaia, anzi circa 1.100 hotel, e strutture varie, le trovate tutte nel box

Altri articoli