Riaprono i castelli nella val di Non , con una prestigiosa mostra artistica

CON LA MOSTRA “A LINE MADE BY WALKING” PROMOSSA DALL’APT VAL DI NON DISEGNERANNO UNO SPAZIO ESPOSITIVO DIFFUSO VISITABILE DAL 5 GIUGNO AL 30 OTTOBRE

La val di Non , una splendida valle in Trentino, famosa per le sue mele, è un luogo ideale per trascorrere vacanze all’insegna della natura , lontano dallo stress, in un paesaggio di boschi, colline e laghi.

La Val di Non, annovera anche interessanti castelli, i meglio conservati,  in tutto il territorio dell’arco Alpino.

Tabella dei Contenuti

Questi castelli, riaprono al pubblico il 5 Giugno, con un inaugurazione, che li renderà , un enorme spazio espositivo diffuso. Dal 5 Giugno al 30 Ottobre, verrà ospitata la mostra:  A Line Made by Walking. Pratiche immersive e residui esperienziali in Long, Fulton, Griffin, Girardi,

Le opere provengono, dalla prestigiosa collezione: Panza Collection di Biumo. Panza di Biumo è stato uno dei maggiori collezionisti, dell’arte italiana contemporanea, della seconda metà del Novecento, un collezionista illuminato, uno dei primi ad introdurre in Italia l’arte minimalista

Dormire nella val di Non

Se cerchi una sistemazione per un weekend o piu’ giorni, qui puoi vedere la pagina con

Tutti gli hotel nella Val di Non

L’inaugurazione sarà aperta a tutti, ed è fissata il 5 Giugno alle 17 a Castel Belasi

Castel Belasi

CASTEL BELASI

 Castel Belasi risalente al XII secolo, è posto nei meleti, del comune di Campodenno. Esponente di spicco del casato fu Pancrazio Khuen Belasi, morto nel 1523.E’ un notevole complesso feudale circondato da alte mura di cinta. Le sue garitte pensili, sono elemento di spicco, e servono il cammino di ronda, che protegge i due ingressi principali

 Recentemente il castello è stato restaurato, e  saranno messi in evidenza, oltre alle opere, anche gli affreschi del cinquecento, che richiamano il modello decorativo, del refettorio del castello del Buonconsiglio di Trento. Il recente restauro ha portato alla luce, importanti decorazioni intorno alle porte, ed una notevole facciata affrescata.

Castel Belasi,sarà il fulcro della mostra con 21 opere visibili: 15 sono inedite, e 6 hanno fatto parte della Collezione Guggenheim New York dal 1996 al 2003. Il filo conduttore, pensato come un dialogo tra il territorio, i suoi castelli e le opere, la pratica del camminare quale esperienza estetica. Oltre a quelli di Long, Fulton e Griffini, a Castel Belasi, sarà inoltre presentata una serie di lavori di Daniele Girardi

Altri manieri coinvolti dal percorso espositivo, saranno Castel Valer, Castel Nanno e Castel Coredo, che ospiteranno quaderni d’artista, opere e approfondimenti.

Castel valer ed un’estate al castello

castel valer fiori massimo
Castel Valer – Tassullo – Val di Non – Trentino Alto Adige

Castel Valer, e senza dubbio uno dei piu’ eleganti castelli, della Val di Non. Si trova in una posizione panoramica immerso tra i meleti, ed è poco distante dal paese di Tassullo.

Un maniero, che nei suoi mille anni di storia, racconta vicende storiche, ma anche leggende di amori perduti, e streghe che furono condannate al rogo.

 Abitato dalla nobile famiglia Spaur, dal XIV secolo, da quest’anno oltre alle visite guidate sarà possibile partecipare a una serie di attività culturali, gastronomiche e didattiche, nonché organizzare eventi privati. Le aree fiabesche come il giardino, la loggia o il salone degli stemmi, faranno da cornice alle tante proposte ideate per gli ospiti.

Quindi, se prima valeva la pena venire qui per visitare il castello, dall’elegante struttur,a e con la sua torre ottagonale, unica in tutta Italia, oggi a maggior ragione questa visita sarà ancor piu suggestiva, in quanto con queste nuove iniziative, si sarà protagonisti, negli spazi del suggestivo castello

Castel Nanno

castel nanno primavera Massimo Ripani

Castel Nanno sarà un altro castello visitabile. Un’elegante residenza del cinquecento, che manifesta fasi alterne di uso ed abbandono. L’edificio fu infatti una villa fortificata di campagna, ma anche una caserma austro ungarica, ricovero coatto, per le truppe italiane durante la Prima guerra Mondiale.

Castel Coredo

Anche Castel Coredo, sarà protagonista dell’estate in Val di Non, in castello. E’ un austero palazzo signorile, settecentesco. Palazzo documentato per la prima volta nel 1921. Tra le sue ricchezze, anche un ritratto di bambina del pittore trentino Bartolomeo Bezzi, e la prima edizione del celebre Dioscoride, un trattato miniato di botanica stampato a Venezia nel 1565 del medico Pietro Andrea Mattioli, che soggiornò a lungo a Trento e in Val di Non.

Questo percorso tra i castelli, e questa mostra espositiva, sono degli ulteriori motivi, per visitare la valle Trentina anche per un weekend, un periodo di relax all’aria aperta, con lo sfondo delle Dolomiti di Brenta, patrimonio dell’UNESCO

Altri articoli sui castelli

Info sulla mostra e sui castelli della Val di Non: www.castellivaldinon.it

Info turistiche: www.visitvaldinon.it

Fonte: Ufficio Stampa Val di NON, Trentino

Altri articoli