Rab (Arbe) cosa vedere

Rab (Arbe) cosa vedere nella città, e le spiagge di Lopar

Rab, un tempo chiamata Arbe in italiano è un’isola, sempre nel Quarnaro come Lussino, che non è molto lontana. Continiuamo quindi con le isole del Quarnaro, che tanto amo, un paradiso naturale dichiarato Geopark nel 2008. L’isola è molto frequentata dai turisti, che apprezzano le spiagge sabbiose della penisola di Lopar ed il clima mite. L’isola è lunga 22 chilometri ed ha una superfice di 93 Kmq, con di fronte il massiccio del Velebit, che forma un canale, molto temuto dai naviganti, dove si insinua una violenta bora. Questa parte di costa è brulla e rocciosa mentre dall’altra parte si gode di un clima temperato, con un paesaggio verdissimo. Era già conosciuta all’epoca dei romani, con il nome di Arba e dopo la conquista, costruirono una cittadina nell’attuale Rab. E’ un’isola splendida, con un connubio di arte e spiagge, quindi adatta a tutti.

Clicca sulla mappa per renderla inerattiva

Come raggiungere Rab

In auto, si prende il traghetto a Stinica, sulla costa croata, oppure raggiungere l’isola di Krk, attraverso il ponte che la collega alla terraferma, e da li prendere il traghetto per Rab.

La città di Rab

La città subì diverse invasioni, in epoca paleocristiana fu abitata da genti slave, fino al VI secolo, dopo subì l’invasione dei Franchi, e l’amministrazione di Venezia, attraverso fasi di dominio di re Ungheresi, fino al 1409, quando entrò a far parte dei territori Veneziani. Questa cittadina è famosa per i suoi quattro campanili che la fanno sembrare una nave di quattro alberi, è un gioiellino di arte e architettura. Anche lungo le tre strade che la percorrono si possono ammirare, portali romanici. Le antiche mura medioevali che circondavano la città vecchia, furono abbattute nel XV secolo, e fu ricostruita una cinta muraria che comprende la città di  Varos. Da visitare se uno ha volglia di immergersi, oltre che nel mare nella cultura vi sono:

 

  •  la loggia: nella via principale fu costruita nel 1506, in stile rinascimentale, per poi giungere in Piazza municipale, dove si trova il
  • palazzo del principe: nel cuore della città, costruito nel XIII secolo, in stile romanico, e poi ampliato in stile gotico, e poi rinascimentale, ci sono lapidi e resti romani e medioevali.
  • Cattedrale di Santa Maria Maggiore: consacrata da Alessandro III nel 1177. La facciata è costituita da pietre bianche e rosa, mentre all’interno, vi sono tre navate, ed una bellissima fonte battesimale, realizzata da Paolo Veneziano, e sull’altare maggiore vi è una teca con le reliquie di san Cristoforo.
  • la chiesa di Santa Giustina: il monastero e la chiesa furono consacrati per ospitare monache non nobili, ed all’interno ora vi è il museo di arte sacra dove si trova il Tesoro della cattedrale.
  • cappella di Sant’Antonio da Padova: chiesa barocca del seicento, con un altare di marmo intarsiato ed un dipinto del XVII secolo di scuola veneziana
  • Chiesa di san Francesco: del 1491, è a nord della città, nel parco Komrcar, originale la facciata con tre conchiglie scolpite.

Kampor

Si trova all’estremità di una lunga baia, le baie qui sono spettacolari, è un villaggio che ha conservato costruzioni in pietra e terrazzamenti, dove ci sono ulivi e viti. Vi è un convento francescano, di Santa Eufemia, con una chiesa romanica, vicina a quella di san Bernardino. Qui vi sono anche molte case vacanza.

Lopar

Una località turistica, con spiagge sabbiose e pinete, ma prima di parlare delle spiagge un aneddoto interessante: qui nacque lo scalpellino Martino che dopo essre andato a Ravenna, si ritirò sul monte Titano, e vivendo da eremita fondò un villaggio dal quale sorse poi la Repubblica di San Marino. Le spiagge di Lopar:

  • Spiaggia paradiso: una delle piu’ belle spiagge della Croazia, lunga 1 Km e mezzo, sorge sulla baia di Crnika, con un kaiak o con una barca si può raggiungere un’isola vicina. Ha ottenuto il riconoscimento della bandiera blu
  • Spiaggia Livacina: una lunga spiaggia dog-friendly
  • Spiaggia sahara: una splendida spiaggia naturista su una baia

Nella punta opposta invece troviamo spiaggia Pudarica, con sabbia rossa, vicino a Barbat, dove si trova un famoso club, e spiaggia Kandarola, una delle prima spiagge neturiste al mondo, frequentata anche da wally Simpson.

Gite ed escursioni: Si può raggiugere l’isola di Lussino in giornata o l’isola di Pag, e ammirare così anche la splendida costa.

Dove dormire a Rab: come sempre bisogna prenotare in anticipo per i periodi di alta stagione, qui metto le offerte di Booking com


Booking.com


Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

 

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.