Piramide di Cheope nuove scoperte e la visita alla piana di Giza

Le piramidi, le sono una delle piu’ vecchie attrazioni turistiche del mondo. Molto è stato scritto su di esse, e ancora stuoli di archeologici cercano di dare risposte a domande che sembrano non avere risposte. Costruite circa 2500 anni prima della nascita di Cristo, il mondo scientifico si è sempre chiesto il come siano state costruite questi enormi mausolei. Ci sono moltissime teorie, come sempre di fronte a cose inspiegabili: civiltà piu’ progredite poi scomparse, alieni, allineamento con la cintura di Orione ecc .

Oggi sono state ritrovate  nei pressi della piramide di Cheope, travi di legno appartenenti ad un unica imbarcazione. Una nave da lavoro appartenente allo stesso faraone Khufu, ( Cheope ) che sarebbe servita per trasportare gli enormi blocchi di calcare di oltre sei tonnellate, probabilmente estratte nel luogo di Torah. Si tratta di reperti di circa 2600 anni prima della nascita di Cristo, in linea con la datazione delle piramidi. Nello stesso luogo delle travi sono stati rinvenuti sarcofagi e resti umani. Rimangono ancora molti dubbi e domande su come gli egiziani abbiano trasportato questi enormi blocchi di calcare. Altri articoli sull’Egitto

L’allineamento con la cintura di Orione

piramide di Cheope nuove scoperte

La prima teoria fu avanzata da Robert Bauval nel 1983. Le tre stelle che formano la costellazione di Orione, rappresentano la figura mitologica di Orione. Le tre stelle sono molto brillanti, visibili molto bene dalla terra, ed è stata formulata la teoria secondo cui, le tre piramidi rispecchierebbero la struttura di Orione. Nel 1994 seguì anche il libro: “il mistero di Orione”. Vi furono chiaramente molti oppositori a questa teoria, tra cui Archie Roy, ed un altro gruppo che sostiene il perfetto allineamento con la costellazione del Cigno, Qui poi entra in campo anche al sfinge, della quale parlerò in un altro post, perchè la sua datazione è veramente controversa.

la piana di Giza e come arrivarci dal Cairo

giza e1563536331916

Quando si arriva alla piana di Giza, un tempo un villaggio, ci si rende conto del perchè siano nate tante teorie, molte delle quali fanno anche sorridere.  Il colpo d’occhio è impressionante, queste enormi piramidi, antichissime, costruite non si sa bene come! Alcune teorie sono comunque da sfatare. Coloro ad esempio che avrebbero costruito le piramidi, non erano schiavi ebrei maltrattati, come abbiamo visto nei film di Hollywood, ma agricoltori egiziani, trattati molto bene, visto che sono stati trovati reperti di grandi quantità di cibo e strutture mediche. Probabilmente quando vi era la piena del Nilo, ed era impossibile coltivare, venivano impiegati per la costruzione delle piramidi.

Come arrivare a Giza: Giza dista circa 25 Km dal Cairo. Noi ci siamo andati con una guida egiziana, diventata grande amica di mio marito che organizza tour in Egitto e nel deserto. Se volete saperne di piu’ scrivetemi pure. Si può prendere un taxi, oppure usare Getyourguide.

giza getyourguide

Attualmente vi sono due accessi alle piramidi, l’ingresso piu’ comodo è quello ai piedi della piramide di Cheope, dove si trova anche la biglietteria, anche per l’ingresso dentro le piramidi.

Grande piramide di Cheope

piramide di Cheope nuove scoperte

Le piramidi erano complessi funerari. Il faraone credeva nella vita eterna, e desiderava essere un tutt’uno con l’universo. Posto a metà tra cielo e terra a mettere in relazione i due mondi, mortale e divino. Doveva essere adorato anche da morto con cicli di rituali. Cheope è la piu’ antica costruzione della piana di Giza, ultimata nel 2570 a.C. Misurava 146 metri di altezza, ed oggi si è ridotta di 9 metri. All’interno non c’è molto da vedere, e qui c’è un altro mistero della sala funeraria vuota, con solo un sarcofago. Per chi non soffre di claustrofobia, entrare all’interno è un’esperienza bellissima. Un corridoio di 40 m. si apre nella grande galleria, un ambiente impressionante lungo 47 metri. Un corridoio orizzontale porta alla camera della regina. la scalata della grande piramide oggi è proibita, perchè ogni anno qualcuno precipitava e moriva.

Vuoi dormire a Giza? Guarda i migliori hotel su Booking.com

Tutti gli hotel a Giza

Museo della barca solare

A sud della grande piramide si trova questo museo, con cinque lunghe fosse, che un tempo contenevano le imbarcazioni solari dei faraoni. Probabilmente venivano usate per trasportare la mummia del faraone e poi sotterrate, affinchè il faraone potesse avere un mezzo di trasporto per l’aldilà.

Piramide di Chefren

piramide di Cheope nuove scoperte

Questa piramide sembra piu’ grande rispetto a quella del padre Cheope, mentre in realtà è un illusione ottica, in quanto si trova su un terreno piu’ elevato. La sommità conserva ancora il rivestimento calcareo, che in origine ricopriva tutte le piramidi, che dovevano luccicare come immensi cristalli. Poi, furono nei secoli spogliate di queste lastre per costruire delle moschee, e palazzi. Le camere interne sono meno curate ma sempre interessanti.

Piramide di Micerino

micerino2

Sul lato nord presenta un profondo sfregio, che è la conseguenza del tentativo di demolire la piramide, da parte del figlio del Saladino, Malek Abdel Aziz, nel 1186. Impresa abbandonata dopo 8 mesi. L’interno è forse quello meno interessante, ma meno visitato dai turisti. Poi c’è la Sfinge, ma per questa farò un capitolo a parte, per parlare della sua discussa datazione.

Lo spettacolo di suoni e luci

piramide di Cheope nuove scoperte

Viene fatto alla sera in varie lingue e merita la visione, io l’ho visto due volte! E’ veramente suggestivo, le piramidi tutte illuminate nella notte e questa voce in sottofondo che racconta la storia! Non perdetevelo!

Queste piramidi è l’Egitto è sempre affascinante, con i suoi misteri e le tante domande che non penso avranno mai una risposta certa!

Altri articoli