Padova

Padova cosa vedere

 i suoi dintorni, e le cure ad Abano Terme

Padova, è la città dove sono nata, per cui la conosco molto bene. E’ chiamata la città del Santo in nome di Sant’Antonio, in quanto il Santo morì a Padova, e qui sono custodite le sue reliquie, ma lui era di origine portoghese.

Poichè si dice abbia compiuto molti miracoli, a volte ci sono file di pellegrini davanti  alla basilica, e bambini piccoli vestiti da frati, che chiedono la grazia. La Basilica risente dello stile bizantino della basilica di San Marco di venezia, ed è situata appunto in Piazza del Santo. Poco lontano si trova Prato della valle “Il prato senza erba”, una delle piazze piu’ grandi d’europa seconda solo alla piazza Rossa di Mosca.

Sicuramente vale la pena di visitare queste attrazioni, ma secondo me, piu’ caratteristiche sono le piazze:

  • Erbe,
  • della Frutta
  • e piazza Capitaniato dove c’è l’ateneo di lettere.
  • Padova è anche famosa per la sua antica università, dove eccellono la facoltà di medicina e di giurisprudenza.

Le piazze sono da visitare alla mattina quando c’è il mercato che le rempie di banchi coloratissmi.  Qui c’è anche il mercato coperto detto “salone” dove vi consiglio di prendere un aperitivo nei piccoli caratteristici bar. Seguendo la zona pedonale si arriva al famoso Caffè pedrocchi, “il caffè senza porte”, una volta non le aveva ed era aperto anche tutta la notte.

Spostandosi un po’ verso le antiche mura romane che circondano padova, trovate il fiume Brenta, dove sulle rive spicca la “specola” che vanta di un antico osservatorio astronomico, dove studiò anche Galileo Galilei. Si può prenotare una visita, anche nel portale, fatto molto bene: Padovanet.

Poi anche se siete stanchi non potete perdervi il “Gioiello” di Padova, andando verso la stazione infatti si può vedere la magnifica cappella degli Scrovegni, tutta affrescata da Giotto, è stata recentemente restaurata, ed oggi aperta al pubblico.

Per quel che riguarda il mangiare e il bere non avrete che l’imbarazzo della scelta, assaggiate lo “spritz” tipico aperitvo veneto, e se andate in primavera, gustate i famosi asparagi bianchi di Bassano.

Padova è una città piccola ma piena di cultura, ci sono anche molti eventi che potete consultare prima di recarvici.

Se andate in macchina potete visitare i colli euganei a circa venti minuti di strada, io consiglio Arqua Petrarca, e Monselice. Questi due borghi sono veramente due gioiellini, del Veneto.

Arquà Petrarca

mantiene intatta le caratteristiche del borgo trecentesco e  abitata negli aultimi anni della sua vita dal grande poeta ” Francesco Petrarca”.

Qui potrete visitare la casa del poeta, Arquà Petrarca.com e risalire a piedi tutto il borgo, alla fine della passeggiata ci sono dei ristoranti famosi per il risotto di quaglia, buonissimo!!

Anche

Monselice,

è un antico borgo, famoso soprattutto per il suo santuario delle sette chiesette, che la tradizione dice siano state costruite in una notte.

E parlando della provincia patavina non si può non parlare di

Abano Terme e Montegrotto.

Poichè tutta la provincia di padova è situata su terreno vulcanico vi sono sorgenti idrotermali conosciute fin nell’antichità. Oggi sono stati costruiti, una miriade di alberghi di tutte le categorie, e se fino a circa vent’anni fa Abano era frequentata principalmente da tedeschi, oggi vengono persone da tutta l’europa.  Infatti i benefici dei “fanghi” sono molteplici, prevengono osteoporosi, allievano le artriti, le sinusiti e quant’altro. Prima di andare, è comunque meglio chiedere al vostro medico, anche perchè con l’impegnativa per le cure termali avrete, nell’ albergo scelto, degli sconti.

le strutture offrono poi moltissimi percorsi salute, massaggi, stanze d’ambra rilassanti e quant’altro. Se volete posso consigliarvene alcuni, se mi scrivete nel mio form

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.