New york Greenwich village i locali del jazz

New York Greenwich village i locali del jazz

Finiamo il nostro tour a new York, vedi altri articoli:

e delle vie del jazz, parlando anche di Greenwich village, uno dei quartieri piu’ cool di New York. Situato sulla 14th, in questo quartiere scompaiono un pò gli enormi grattacieli, per far posto a case piu’ a misura d’uomo. Qui fu ambientato il famoso telefilm : Friends, Sex and the city,la casa di Carrie non è nell’Upper East Side ma qui, e molti scrittori della beat generation, abitarono in questo quartiere: Allen Ginsberg, Jack Kerouac e William Burroghs. Qui il traffico è meno caotico, e si respira un’aria un pò diversa, rispetto al pieno centro di Manahattan. In questo quartiere ha sede inoltre l’importante New York University

Ti potrbbe interessare anche:

Cosa vedere al Grennwich

  • Il Washington square park: Lo storico parco del Greenwich, che si trova al centro del quartiere, qui ogni anno si celebra la notte di Halloween,  vi partecipano circa 35000 persone ed è un evento seguito dai media in scala nazionale. Questo parco è stato dal 1800 al 1826, un cimitero per gli indigenti, con tanto di patibolo, le cui esecuzioni contribuirono a riempire la fossa comune fino a 20000 persone.
  • Washington Square Arch: si trova nel parco e fu costruito seguendo l’architettura  dell’arco di trionfo di Parigi, per commerorare il centenario della proclamazione di George Washington a presidente

 

  • Cristopher street: centro della comunità gay newyorkese. la zona è divenuta famosa, per i disordini “draft riots” che avvennero nel 1863, per via della coscrizione durante la guerra civile americana. Questi si trasformarono in un eccidio di moltissimi afroamericani, e immigrati. Nel giugno del 1969, altri scontri si verificarono nella comunità gay.
  • Caffè reggio: questo caffè fu il primo ad importare il cappuccino a New York, in Macdougal street. All’interno vi è la macchina originale e qui furono girate alcune scene del film il ” Padrino”

 

case village

ma parliamo ora dei locali jazz del Greenwich, fino ad arrivare al cenro di Manhattan

locali jazz

  • Small, 183W10th street: il propietraio Mich, anni fa ne aveva fatto un localino fumoso,  e molto affollato con tanta buona musica, molti bravi musicisti venivano a New York per suonare qui. Poi lo chiuse, perchè andò in bancarotta e dopo qualche anno di gestione brasiliana, Mich lo riaprì, cambiò qualche regola: ingresso 20 euro.  L’atmosfera è rimasta invariata con tanta buona musica.
  • 55 bar in Christopher street: uno storico jazz club aperto nel 1919 al tempo del proibizionismo, Norah Jones debuttò qui. Vi sono concerti a tutte le ore, quelli al pomeriggio sono free, quelli serali a pagamento 5 o 10 $. Qui si esibiscono mostri del jazz, da vedere assolutamente.
  • Mezzrow 163w10th: questo è un piano bar dove si può ascoltare ottima musica jazz, fondato da Mich, quello dello small e Mezz, controverso musicista di clarinetto appartenente alla cerchia di Luois Armstrong
  • Birdland: 315w 44th street, storico locale dove nacquero le tendenze jazz. Aperto nel 1949 subì molte chiusure, oggi ha riaperto. Anche qui suonarono grandi musicisti come Miles Davis, e fu frequentato anche dal grande Frank Sinatra. Oggi è anche sede dell‘Umbria jazz Festival

 

frank sinatra

  • Blue note 131th 3rd th: per ultimo la mecca del jazz: il Blue Note. Oggi ce ne sono in tutto il mondo, di locali col nome Blue note: Milano, Giappone, Pechino, ma questo è diverso. Aperto nel 1981, vi suonarono artisti del calibro di : Tito Puente, Oscar Peterson, Dizzy Gillespie. Qui possiamo vedere musicisti come Steve Wonder, alzarsi e andare a suonare. Molti lo considerano un locale troppo turistico, visto la fama che ha, ma secondo me è da vedere, anzi andare e godersi l’ottima musica jazz

Conclusioni

Ho voluto raccontare parte di New York, attraverso la sua musica e i suoi locali. Un racconto diverso, che percorre le strade della grande mela attraverso la sua musica e i suoi locali, anche questa, e soprattutto questa, per me è new York. Spero vi sia piaciuta e vi sia stata utile

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.