New York cosa vedere

New York cosa vedere

A New York sono stata diverse volte e sinceramente non è una città che amo particolarmente.  Come si fa a raccontare una città del genere, sulla quale è stato scritto di tutto e di piu’. L’hanno cantata Frank Sinatra,  Liza Minnelli, Alicia keys, Sting e oggi anche the Giornalisti. Io ci proverò alla mia maniera. New York o si ama o si odia, non è una città dalle mezze misure, è sicuramente una città pulsante,e piena di vita. Cosa vedere a New York? Tante cose, tanti quartieri, la notte, i locali ecc. vediamo meglio cosa ci può offrire questa città:

Altri articoli su new York

Come arrivare:

Oggi ci sono moltissime compagnie aeree che offrono biglietti scontati e non.


Gli aeroprti di arrivo sono

J.F.K : molti per andare downtown prendono un taxi costo circa 75$ con tutti i supplementi, tempo mezz’ora, piu’ economica è la soluzione Airtrain, fino Howard beach e poi la metro fino a Manhattan

La Guardia: oltre il taxi, la soluzione piu’ economica 2$ circa è l’autobus, linea M60, che vi porta in centro a Manhattan, sulla Brodway, è attivo dalle 5 di mattina fino all’una di notte, si prende da tutti i terminal

Newark: soluzione piu’ economica: Air train+ metro, air train fino a alla stazione Newark Liberty international e poi salire sul Nj transit o Antrak, che vi porteranno alla Penn station di Manahattan, dove vi sono collegamenti bus e metro.

 

Manhattan

Manhattan è un isola, collegata alla terra ferma da vari ponti, alcuni molto famosi: Brooklin ne è un esempio, le cose piu’ belle da vedere a Manhattan secondo il mio punto di vista sono:

Quinta strada o fifth avenue in inglese

Questa attraversa tutta Manahattan fino ad arrivare a Central park. E’ la via dello shopping qui potrete trovare Armani, Cartier, e il famoso negozio della Apple, oggi vi sono anche molti negozi di Souvenir a prezzi scontati, e quindi forse non si merita piu’ il nome di “via dei milionari”. Vi è anche il centro commerciale da Washington square a flariton, il primo grattacielo di new York. In questa strada però vi sono due visite molto interessanti:

Cattedrale di San Patrizio

Questa cattedrale neogotica, che è in netto contrasto con il resto della città, è dedicata a San Patrick, patrono d’Irlanda. Le due torri alte piu’ di cento metri, spiccano oggi un pò meno, rispetto a tutti i grattacieli intorno. La pianta della cattedrale ha la forma a croce latina ed è in marmo bianco. All’interno, vi è un enorme organo e la scultura della Pietà, piu’ grande di quello di San Pietro a Roma

Empire state building

Forse un dei piu’ famosi edifici di new York dopo le torri gemelli. Costruito a tempo di record, in soli 410 giorni,una visita la merita. Le sue famose terrazze, dove furono girati anche dei film, sono due, al piano 106 e al piano 86, 320 metri di altezza. Vi sono sempre numerose code per accedervi e se non volete trovarle, andate di mattina presto! La vista da da queste due piattaforme è veramente unica. Oggi è il terzo edificio piu’ alto del mondo!

Central park

Il polmone verde di Manhattan, dove tutti fanno jogging,e altre attività sportive. 340 ettari di verde, cascatelle, e laghi artificiali, e campo da football. Si può noleggiare una bici per vederlo nella sua interezza. Non poteva mancare lo zoo. Vi sono stati e vi sono ancora molti eventi musicali, ricordo Simon and Garfunkel. A questo sito web in central park potete consultare gli eventi. Non è tutto oro quel che luccica, in questo enorme parco circondato da enormi grattacieli, dormono e mangiano barboni, che molte volte sono anche veterani di guerra, o persone che sono fallite, tutte americane, quindi non immigrati. La parte triste dell’america, se non hai un lavoro,quindi una carta di credito, un’assicurazione, non hai piu’ niente

World trade centre

Si tratta del triste luogo dove c’erano le torri gemelle abbattute l’11 settembre del 2001. Morirono 2981 persone e 6000 furono ferite. Il piu’ grande attacco in suolo statunitense dopo Pearl Harbur,a differenza che quello se l’aspettavano, mentre le torri gemelle probabilmente no. Graund zero è il nome che fu dato dopo l’attacco. Oggi il world Trade Centre è quasi completato. E’ stato tutto ricostruito in acciaio e vetro, ed oggi il One Trade world centre è uno dei piu’ bei edifici della città, con viste panoramiche mozzafiato. E’ stato fatto anche l’11-S museo per ricordare le vittime, vi sono 400 querce bianche e un enorme piscina dove c’erano le torri. Vi sono fotografie, audio, veicoli ed altri oggetti.

Times square

Il cuore pulsante di Manhattan, all’incrocio tra Brodway e la Settima. Rudolph Giuliani la migliorò sensibilmente. Il motto è: qualsiasi cosa desideriate la troverete a Times Square. Infatti è piena zeppa di ristoranti e negozi, per tutte le tasche, è una piazza, ma anche un simbolo per New York

La statua della libertà

Un altro grande simbolo; tutti gli emmigrati che arrivavano nella baia, prima di sbarcare ad Ellis Island, vedevano la statua della Libertà. Alta 93 metri con la base fu un regalo dei francesi ed alla sua costruzione collaborò anche Effeil. Oggi il belvedere che si trova nella corona è stato riaperto, per farvi visita bisogna comperare il biglietto settimane prima a questo sito, e comunque andare di mattina presto, al battery park per evitare le lunghe code, e poi se volete visitare Ellis Island

Musei

Oltre il museo dell’11- S vi sono altri importanti musei: Metropolitan Museum of art, il piu’ visitato, con all’interno sculture classiche e quadri di Monet ,Cezanne, Rembrandt. Moma, museo d’arte moderna, museo Guggheneim, e il museo di storia naturale.

Cose da fare a new york

vedere un musical a Brodaway: ci sono in ordine di importanza: on Brodway, off Brodway, e off off Brodway. Per vedere i maggiori spettacoli bisogna prenotarli prima anche quando siete a New York, o a questo sito

escursioni in barca a questo sito, vedrete tutta New York dal fiume Hudson

Volo in elicottero: adesso è molto trandy e un pò costoso, a questo sito la prenotazione

messa gospel: ad harlem, nella chiesa di” Antioch Baptist Church”, ogni domenica alle 11, queste messe durano piu’ di due ore ma meritano!



Booking.com

Conclusioni

Se si va negli Stati Uniti, questa città è da vedere, molte volte si atterra qui, anche se poi si va altrove, quindi tenersi 3 giorni per vederla è forse d’obbligo. Nel prossimo articolo parlerò delle zone che mi sono piaciute di piu’ fuori Manhattan: harlem, brookling, e altre. New york è una città di forti contrasti, il trader che cammina in Central Park, anzi fa jogging, e il barbone che dorme, la ricchezza sfrenata e la miseria piu’ brutta: quella delle grandi città, dove se sei povero, non sei nessuno; ma anche questa è  l’America!

 


Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

 

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.