Montecarlo cosa vedere

Montecarlo, cosa vedere in uno degli stati piu’ piccoli del mondo

Montecarlo, il quartiere dello stato grande 2 km²: Monaco, con un’area inferiore a Central park, di New York. Il secondo stato piu’ piccolo del mondo, secondo allo stato del Vaticano. Un posto da sogno sul mar Ligure. Penso che almeno una volta nella vita si debba vedere. Lo stato del lusso, dove non si pagano le tasse, o quasi, il principato da fiaba, dove l’attrice americana Grace Kelly sposa il principe Ranieri. Parlare di come vedere Montecarlo low coast mi sembra impossibile, Montecarlo è cara e basta! Se ci si va in auto, non si può non ammirare la Moyenne corniche, una delle piu’ belle strade del mondo, con un’incomaparabile vista sulla costa del mediterraneo. Ci sono stata diverse volte, sia per lavoro, sia per vedere il gran premio cittadino che si svolge ogni anno verso il mese di Giugno.

Come arrivare a Montecarlo

Con l’aereo: da tutte le città principali italiane si atterra a Nizza, i voli a questo link, poi dall’aeroporto di Nizza c’è un servizio regolare di autobus per Montecarlo, qui il link dell’aeroporto

In auto: da genova con la E70, passando la frontiera di Mentone.

Il gran premio di Monaco

Molti piloti lo amano e molti lo odiano, Piquet, diceva che è come correre con l’auto nel salotto di casa. Probabilmente aveva ragione, perchè questo salotto viene chiuso, e le macchine sfrecciano ad una velocità ci circa 280 km/h, per le stradine di Monaco. E’ uno dei gran premi piu’ suggestivi da vedere, perchè dato la “bassa” velocità, e le posizioni delle tribune, si riesce a vedere quasi tutto. Le auto sono sottoposte ad uno stress elevato e si conta che in un weekend una monoposto abbia una media di 940 frenate: tantissime. Di solito è un Gran Premio emozionante, con molti ritiri, e dalle tribune si può godere oltre alla corsa, il magnifico panorama del porto, con gli stupendi yacht e la vista di tutta Montecarlo. Inutile dire che i biglietti sono cari, ma per chi volesse provare l’esperienza di vedere il Gran Premio, non in televisione, metto il link del sito per l’acquisto dei biglietti.

Cosa vedere a Montecarlo

Monaco deve principalmente la sua fama al casinò, che fu istituito nel 1856, da Carlo III, per risanare le casse del regno. Questa iniziativa si rivelò molto proficua in quanto già nel 1870, il re potè abolire le tasse, ed oggi Monaco è un paradiso fiscale, grazie alla casa da gioco, ed a tutti i visitatori che giungono qui per il Gran Premio, il rally, il torneo di tennis e la stagione dell’opera dove si esibiscono cantanti di fama mondiale.

Il casinò

Anche se non siete dei giocatori, è da vedere. E’ aperto tutti i giorni. Fu progettato da Ghales Garnier, architetto dell’Operà di Parigi nel 1878. E’ circondato da bellissimi giardini, e terrazze sempre fiorite. Le sale interne sono riccamente decorate in stile Belle Epoque. Qui si incontrarono granduchi russi, lord inglesi, e molti avventurieri provenienti da ogni parte d’Europa. Tutti possono accedere alla Salle Blanche, dove si scommette, o giocare alla roulette nella Salle Europe. A pagamento si possono visitare le sale piu’ esclusive.

Il palazzo dei principi

Arroccato nel centro di Monaco-ville, sorge questo palazzo del 1200, da dove si vede tutto il principato.Le sale interne ricche di affreschi e mobili di pregio sono visibili solo in assenza del principe. Il palazzo era un’antica fortezza genovese, espugnata dal capo dei guelfi, Francesco Grimaldi. Bellissimo l’ingresso con la doppia scalinata in marmo di carrara, ogni giorno alle 11, davanti al palazzo si tiene il cambio della guardia.

Jardin Exotique

I giardini esotici di Montecarlo, tra i piu’ belli d’europa ospitano piante tropicali e sub tropicali, vi è anche all’interno un museo antropologico , che documenta in tempi antichi, la presenza di animali preistorici sulla costa, ed una grotta calcarea che si può esplorare con la presenza di un esperto speleologo, per vedere le sue stallattiti e stalagmiti.

la città vecchia di Monaco

La città vecchia è tutta da vivere passeggiando per le viuzze interne dal porto, Port hercule, sino al castello, passando per il quartiere Meneghetti ricco di ville storiche,  la piazza saint Nicolas, la zona Condamine, dove si tiene il mercato delle erbe. La cattedrale dell’Immacolata Concezione, sorge sui resti di una chiesa del 1252, dedicata a san Nicola di Myra. Qui vi sono le tombe del principe Ranieri III di Monaco e di Grace kelly. Da segnalare inoltre il museo oceanografico, grande 6.500mq. con 6.000 specie di pesci.

Cosa mangiare a Montecarlo

Montecarlo è piena di ristoranti tutti cari, il servizio ed il cibo sono eccellenti ma si pagano! Si trovano piatti della cucina ligure come le troffie al pesto, sia di quella francese, provenzale, come la  Boiullabeisse: zuppa di pesce, crepe suzette, stocafì: baccalà, salade Nicoise, e tanti piatti di pesce.

Dove dormire

Hotel economici non ce ne sono, o almeno io non ne conosco. Conosco invece forse i piu’ belli: il Lowes, Fairmont , bellissimo hotel situato sopra il tunnel, con una vista magnifica, lhotel de Paris, storico hotel di Montecarlo, ed un tre stelle Novotel Montecarlo

Unica controindicazione di Montecarlo, quindi è che il portafogli soffre molto, vi sono boutique di lusso, hotel da mille e una notte e ristoranti esclusivi, ma del resto, tutto qui è eslusivo!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.