Indice dei Contenuti

Montagnana nel Veneto cosa vedere, ed il palio dei 10 comuni

Andare a Montagnana, significa ritornare un pò nel medioevo, tutta circondata da mura a pianta quadrangolare, sormontate da 24 torri alte, tra i 17 e i 19 metri, rievocano i rumori dei carri, e le voci delle genti che al tempo vagavano per la piazza e per le vie della città. Montagnana, è vicina a Padova, città, dove sono nata, e quindi la conosco molto bene. In settembre è possibile vedere il Palio dei Dieci Comuni, un percorso molto suggestivo, di origini antiche. Si svolge ogni anno la prima Domenica di Settembre, e piu’ avanti nell’articolo darò tutti i dettagli per chi lo volesse vedere. Montagnana è comunque un borgo bello, in qualsiasi stagione, con tanto di castello e buona cucina veneta. Se si va a Montagnana, si può visitare anche il comune di Monselice, con le sue sette chiesette, vedi articolo

Come arrivare a Montagnana

Montagnana, dista 46 Km da Padova, quindi in auto si può prendere la A13 Padova-Bologna ed uscire a Terme Euganee. Si può arrivare direttamente anche in treno, in quanto Montagnana ha la sua stazione.

Montagnana, la storia in breve

Montagnana nel Veneto cosa vedere

Nella zona esistevano insediamenti già tra la fine del IV, e l’inizio del III Millennio a.C., come testimoniano i ritrovamenti archeologici, nelle località Palu’ e Busi. Sono manufatti di selce, tra cui punte di frecce, e una grande lama di pugnale esposti ora, nelle sezioni archeologiche del Museo Civico cittadino. Altre testimonianze del passato remoto di Montagnana, risalgono all’epoca Romana, come varie ville Etrusche e sepolcreti. Le prime fortificazioni di Montagnana, furono erette per proteggere il borgo, dalle invasioni degli Ungari. Nel 1405 la città si consegnò a Venezia, ed alla caduta della Serenissima, nel 1797, Montagnana, seguì le sorti dell’area Veneta, e passò sotto il dominio austriaco. Nel Luglio del 1866 divenne parte del Regno d’Italia

Montagnana cosa vedere

montagnana castello

Il castello di san Zeno, è costituito da quattro ambienti, intorno al cortile centrale, con due torri minori. E’ stato piu’ volte rimaneggiato, il fossato interno ad esempio non è piu’ visibile. La torre alta 38 metri, è l’edificio militare piu’ antico della città, e comprende due grandi sale per conferenze, e mostre, il Centro studi sui castelli, l’archivio storico municipale ed il Museo civico, che raccoglie materiali archeologici relativi alla necropoli Romana, scoperta nel 1974

Montagnana nel Veneto cosa vedere

Accanto al Castello sorge Villa Pisani, fatta costruire a metà del secolo XVI dal nobile Francesco Pisani, che a questo scopo assunse il Palladio. Il corpo centrale dell’edificio è un cubo, ripartito da colonne doriche e ioniche. Se la facciata della villa può sembrare quasi anonima, la parte posteriore mostra il suo lato migliore, con il portico sormontato dalla loggia

La Piazza Maggiore

montagnana piazza

La Piazza Maggiore, è occupata nella parte centrale dal “liston” di trachite grigia, con inserti di pietra bianca, che richiamano il disegno di Piazza San Marco a Venezia. Qui si affacciano il Duomo, iniziato nel 1431, e terminato il 1502, il che spiega la differenza stilistica fra l’esterno, che mostra tratti gotici, e l’interno di gusto rinascimentale. La Cattedrale è dedicata a Santa Maria Assunta, dal 1526 patrona di Montagnana. Il palazzo della Cassa di Risparmio, sembra di origine medioevale, ma è stato costruito nel 1924. Dove adesso si erge il monumento a Vittorio Emanuele II, un tempo s’innalzava una colonna di pietra con il simbolo di san Marco. Si può vedere ciò che resta, nel cortile della Rocca degli Alberi, nella parte delle mura che guarda verso ovest. Uno dei monumenti simbolo di Montagnana. I palazzi che meritano una visita sono: Il Monte di Pietà, palazzo Valeri, ed il palazzo della Loggia

Il Palio dei dieci comuni

Montagnana nel Veneto cosa vedere

La prima Domenica di Settembre, si svolge il Palio dei Dieci Comuni, del Montagnenese. Il percorso attuale, di origini antiche, attraversa il vallo della Rocca degli alberi. Il rosso delle mura del forte fa da cornice a due rettilinei, collegati a due secche curve. Ciascuno dei Dieci Comuni, partecipanti accompagna il proprio fantino col gonfalone, scortato dal capitano e dagli Armigeri, cui seguono dame e notabili, tamburini e sbandieratori. Nel corso della manifestazione si svolge anche la gara dei Gonfaloni.

Cosa e dove mangiare a Montagnana

Il prosciutto crudo dolce “Veneto Berico di Montagnana, è il prodotto gastronomico piu’ noto della cittadina. Offre inoltre vini DOC, diversi formaggi, il risotto alla zucca, e la torta “sbrisolona” L’antica osteria Bottari offre tutto questo, così come il ristorante Leonzio, ed il castello Bevilaqua. Per dormire, l’hotel Macrì in pieno centro

Altri articoli