Mont Saint Michel e le supermaree

Mont Saint Michel e le sue incredibili supermaree

Benvenuti in Normandia, anche questa meta fa parte del tour de france in auto, il giro fatto in auto nel nord della Francia partendo da Avignone.  Non potevamo quindi non andare a Mont Saint Michel, una delle mete piu’ famose e pubblicizzate della Francia. Ho fatto un articolo su

quindi non mi dilungherò sul percorso. Da leggere se si vogliono sapere le varie strade per arrivare, ci sono cartine e indicazioni per tutti i mezzi di locomozione.

Il Mont, come viene chiamato in Francia, grazie ai lavori di ripristino iniziati nel 2005 e finiti nel 2015, ha ripreso il suo aspetto marittimo. Se questo non fosse stato fatto, nel 2040 sarebbe stato circondato da prati salati.

Cenni di storia

I monaci nel 708 d.C si stabilirono qui proprio per la sua collocazione e per farne una delle piu’ grandi cosrtuzioni di carattere religioso. La leggenda narra che dopo la seconda  chiamata l’arcangelo Gabriele bruciò il cranio del vescovo di Avranches. Questo rimasto comunque in vita, costruì allora il primo oratorio nella grotta “Mont tombe”. Il duca Riccardo in seguito, grazie alla  bolla papale, costruì l’abbazia benedettina nel 996, dando prestigio e ricchezza, e questa divenne centro di pellegrinaggio fino alla riforma protestante. Dopo la rivoluzione francese, che caccio e imprigionò i monaci benedettini, l’abazzia divenne una prigione, chiusa nel 1863. Quindi nel 2001 la comunità benedettina fu sostitutita dalla “fraternità monastica di Gerusalemme”

Le grandi maree

Mont saint Michel è uno dei piu’ grandi teatri delle maree d’Europa, ci sono giorni in cui l’acqua ricopre tutto il terreno circostante e non vi è piu’ alcun accesso alla terra ferma. Questo è uno spettacolo senza eguali. Per osservare questo fenomeno il miglior punto è l’Abbazia o dalla terrazza ovest o dal nuovo ponte passerella. Occorre essere lì due ore prima. Sul sito dell’istituto idrografico potete consultare i giorni delle grandi maree. Queste maree hanno fatto si nei tempi passati, di rendere l’Abbazia inespugnabile, rendendola una vera isola in mezzo al mare.

la visita

Arrivati in macchina a Mont Saint Michel, abbiamo deciso di andare a visitare questa fortezza a piedi, sono circa 2 km. Dopo questa bella camminata, siamo entrati dall’unica porta centrale,  con le successive tre porte rinforzate: la porte de L’avancee, la porta du Boulevard, coi suoi cannoni, e ultima la porta del re con il suo ponte levatoio. Proseguiamo per la Gran Rue, una strada fitta di negozi e dove c’è anche l’ufficio del turismo. Qui la tentazione di acquistare souvenir è grande, d’altronde, siamo pur sempre turisti!! Proseguiamo quindi per la Gran Rue e troviamo la chiesa di S.Pietro con la statua di Giovanna d’Arco, risalente al XI, XV secolo, la cappella di saint Aubert, sullo sperone roccioso,  e   infine la scalinata Gran Degree, con i suoi 350 gradini. Arriviamo quindi al pezzo forte:

L’Abbazia di Mont saint Michel

per la visita sono necessarie almeno due ore con audioguida. Questa è una bellissima e grande chiesa in stile gotico. Vi è anche una evoluzione di vari stili preesistenti che la rende veramente unica. vi sono tre livelli nell’abbazia, che riflettono la gerarchia monastica. I monaci vivevano al livello piu’ alto, il livello intermedio era usato per il ricevimento di ospiti illustri, mentre soldati e pellegrini erano ricevuti al livello piu’ basso.

Meraviglioso anche il chiostro interno, sopseso tra terra e mare, l’annessa abitazione dei monaci, in stile gotico romano,  e le cappelle all’interno dell’abbazzia, soprattutto la cappella di Saint Etienne, risalente al 12° secolo. I giardini della Merveille, ambulacro dei monaci. Per la discesa si può scendere dai bastioni, rafforzati da sette torri. Verso sera ammiriamo le grandi maree, se ci si trova in un hotel vicino, questo spettacolo è veramente unico, la velocità con cui le acque si muovono è impressionante, non perdetelo!!

Nel borgo di Mont Saint Michel, vi sono alcuni musei inetressanti: il Museee Historique, che racconta i 1300 anni di storia, il Musee maritime, dove vi sono 250 modelli di navi, e spiega il fenomeno delle grandi maree, e l’Archeoscope, che con uno spettacolo mutimediale narra la storia di questo luogo unico.

Orari e giorni di apertura

dal 2 Gennaio al 30 Aprile: aperta tutti i giorni dalle 9,30 alle 18,00

dal 2 Maggio al 31 Agosto: aperta tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00

dal 1 Settembre al 31 Gennaio aperta tutti i giorni dalle 9,30 alle 18,00

Chiusa il 1 Gennaio, il 1 Maggio e il 25 Dicembre

Dove dormire: gli hotel nelle vicinanze sono chiaramente abbastanza cari, qui metto i deal di booking. com


Booking.com

Conclusioni

Questa è una meravigliosa visita, sia per la componete storica sia per vedere la maestosità della natura quando si muove, come l’acqua possa cambiare completamente un paesaggio. Il nostro viaggio proseguirà, intanto, potrebbero interessarti gli articoli sulla Francia:

Avignone: cosa vedere

carcassonne: e la storia dei catari

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Questo articolo ha 8 commenti.

  1. Bellissimo questo viaggio, ma questa zona caratterisca letta solo sui libri fa davvero venire voglia di andarci subito!

    1. Si in Francia è molto famosa qui forse un pò meno, comunque vale la visita, sopratuuto per vedere le supermaree Grazie Anna

  2. Anche noi abbiamo fatto vari viaggi in Francia, ormai ci manca solo Bretagna e Normandia e poi direi che con la Francia abbiamo finito. Mont Sand Michele è ovviamente una delle mete!

    1. si, non perdertela merita veramente. grazie Anna

  3. Mi piacerebbe tantissimo visitare questo luogo e assistere al fenomeno delle maree! Deve essere emozionante. 🙂

    1. si il Mont come dicono loro è molto bello, ma lo spettacolo delle maree è unico! Grazie Anna

  4. Che bello!! Ci sono stata qualche anno fa, ma purtroppo non sono riuscita a salite proprio fino in cima perché mio suocero si è sentito male per il caldo e quindi i paramedici locali lo hanno messo su una barella e ci siamo fatti tutta la discesa quasi di corda dietro la barella per portarlo “a valle”, con tutti che ci fissavano! (poi non era niente di grave, quindi mi è rimasto quel senso di incompiutezza per non aver visto l’abbazia!!). Però sguazzare a piedi nudi sulla sabbia umida nel pomeriggio prima che salga la marea è stato bellissimo 🙂

    1. Caspita che avventura!! Si l’abbazia è bella ma la marea che avanza secondo me è la cosa piu’ suggestiva!! Ciao Anna

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.