Marrakech cosa vedere

Marrakech cosa vedere nella città d’ocra

Marrakech chiamata anche la città d’ocra,  per i vari edifici costruiti in pietra arenaria da Ali ibn Yusuf nel 1122. Una città molto antica, ed oggi una città frenetica ricca di artigianato, di piccole botteghe, di incantatori di serpenti. Marrakech oggi ha una parte modena: la ville Nouvelle, dove vive gran parte della popolazione, circa un milione di abitanti, e la parte vecchia quella che piu’ interessa i visitatori. Oggi questa città ha anche moltissimi hammam, bellissime spa, dove si può trascorrere mezza giornata a prendersi cura di se stess,i con bagni turchi, e trattamenti di bellezza. Io lo consiglio, se poi si andrà nel deserto o sulle montagne, o anche al ritorno, è un luogo dove rigenerarsi, o prepararsi alle fatiche della visita di questo paese. Tutti i consigli utili per visitare il marocco li ho dati nei miei articoli:

Piazza Jamaa el Fna

piazza Marrackesh

Una delle piu’ famose piazze nel nostro immaginario collettivo, qui c’è di tutto. Incantatori di serpenti, perlopiu’ cobra, una miriade di venditori ambulanti, carrettini che fanno spremute d’arancio, venditori di pentole, vasellame, venditori d’acqua, che però è meglio non bere, c’è di tutto. Il modo migliore per vederla è andare in uno dei molti bar che circondano la piazza al piano superiore, da qui si può vedere tutto e fare delle foto. Questa frenesia, di gente e venditori non si ferma neanche alla notte. La piazza è illuminata a giorno, e vi è lo stesso numero di bancarelle e ambulanti che continuano a vendere, ed anche danzatori, con influenze  andaluse e berbere. La piazza quindi cambia a seconda delle ore, imperdibile il tramonto. E’ sicuramente un luogo unico nel suo genere.

I souk

Sono intorno alla piazza, delle viuzze piene di merci, babbucce, borse in pelle, monili, ogetti in ferro battuto. Anche qui ci si può perdere ma non siamo a Fez, quindi si riesce sempre a ritornare nella piazza. Non sono una grande amante dei souk, questo devo dirlo, quindi ho girato poco, per questi vicoli, ma me ne sono fatta un’idea. Avendo viaggiato molto, mi sono resa conto che portavo a casa tantissime cose, che nel posto dove le comperavo avevano un senso, a casa no! Quindi preferisco comperare anche un solo oggetto, ma significativo del paese, non una miriade di paccotiglia, che poi a casa prende solo della polvere! Mi piace piu’ vedere i negozi di alimentari e le merci esposte, per capire cosa mangiano. cosa bevono, le loro spezie.

Palazzo El bahia

Palazzo in stile moresco, bahia vuol dire bella, ed infatti il sultano Ba Ahmed, volle superare l’opera del padre, dando una meravigliosa reggia alla preferita delle sue 4 mogli. Si trova tra il versante nord della Medina ed il vecchio quartiere ebraico. La prima parte fu costruita nel 1859 e poi fu finito nel XX secolo, ma già abitata nel 1860. Ci sono 148 stanze non tutte visitabili, tutte in stile moresco, con marmo,e legno intarsiato fin nel soffitto, ed un bellissimo cortile interno. Senz’altro una visita da non perdere.

Medersa di ali ben Yuosef

E’ una scuola coranica del XIV secolo, chiusa nel 1962 e quindi visitabile. da ammirare la sua arte ispano moresca.  Era la seconda scuola coranica piu’ grande del Magreb, ospitava infatti fino a 900 studenti. Anche qui è da ammirare la sua architettura, e mirabili disegni geometrici intarsiati, con stucchi e marmi, visto che nella cultura mussulmana non possono essere raffigurate figure umane.

la moschea di Kutubiyya è uno dei piu’ importanti monumenti della città ma a noi non è consentito entrare, perchè non siamo di fede mussulmana.

Cosa mangiare a marrakech

E’ una cucina molto speziata. Si parte dal pane, di solito con semi di sesamo,  poi la famosa Tajine, che è una pentola dove dentro viene cotta la carne d’agnello o di manzo, con il cous cous, il suo camino superiore fa in modo che tutti i sapori e gli umori delle vivande rimangano all’interno. Dolci, molto buoni con mandorle e pistacchi.

Dove dormire a marrakech

Ci sono i bellissimi riad, case marocchine ristrutturate, che sono dei veri gioielli, vale la pena provarne uno, oppure i tradizionali hotel, i riad di solito sono un pò piu’ dispendiosi. Metto la cartina di booking, così potete orientarvi meglio


Booking.com

Marrakech è una città bella e unica, una porta d’entrata per l’Africa, e infatti noi poi abbiamo proseguito per il Marocco piu’ selvaggio ed il deserto

 

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.