Mantova cosa vedere

Mantova cosa vedere nella città dei laghi e dei Gonzaga

Mantova è un piccolo gioiellino ricco di cultura, circondato da tre laghi formati dal fiume Mincio. E’ una città romantica, patria di Virgilio, che attira turisti da tutto il mondo,e dichiarata dall’Unesco Patrimomio dell’Umanità. Famosa anche per la sua cucina:

non si può venire a Mantova e non assaggiare il “risotto alla Pilota riso con salsiccia, o i famosi tortelli di zucca, e la torta sbrisolona. Quando è avvolta dalla nebbia della pianura padana è ancora piu’ affascinante, ed è una città che almeno una volta bisognerebbe visitare. Si trova sul confine tra l’Emilia Romagna e la Lombardia,  e fu dominata fino al 1707 dai Gonzaga, che fecero della città uno dei massimi centri culturali d’Europa.

Cosa vedere a Mantova:

se volete visitare Mantova vi consiglio il sito: Comune di mantova, dove vi sono tutti gli eventi culturali di mantova che si tengono sopratutto a

Palazzo Te

Questo è una delle principali attrazioni della città,  il nome te probabilmente deriva dal nome dell’isola Teieto, vicina a quella piu’ grande dove fu costruita Mantova. Costruito per gli svaghi dei Gonzaga, nel 1500 da Francesco Gonzaga, fu il progetto di Giulio Romano allievo di Raffaello a farne la meraviglia odierna.  Vanta di straordinari affreschi nella Sala dei Giganti, dove troviamo il bellissimo affresco pittorico, dove Giulio Romano dipinse, con un eccezionale conoscenza della prospettiva, l’intera parete dal pavimento al soffitto, in modo che all’osservatore sembri di essere all’interno della battaglia. Vi sono poi altre sale, oggi adibite a mostre. Un ampio parco verde, dove si può passeggiare, lo circonda.

Palazzo te

 

Il Palazzo Ducale

residenza principale dei Gonzaga, che governarono qui dal 1328 al 1707, fino a che il duca Ferdinando Carlo di Gonzaga riparò in esilio a Venezia. E’ uno dei gioielli archittetonici della città, è uno dei palazzi piu’ grandi d’Europa con circa una metratura di 3500 Mq, e oltre 500 stanze, tra cui le piu’ famose sono: Sala del Pisaniello, Sala degli Specchi, Sala dei Fiumi. L’interno è abbastanza spoglio, poichè i Gonzaga erano in ristrettezze economiche, infatti  cedettero molte opere d’arte soprattutto a carlo I d’Inghilterra, e poi ci fu il saccheggio causato dal “sacco di mantova” nel 1630. A causa degli eventi sismici in Emilia nel 2012, molte sale furono chiuse perchè lesionate, anche la camera degli sposi del Mantegna, che è stata riaperta nel 2015.

Rotonda di San Lorenzo a Mantova

Questa è la chiesa piu’ antica di Mantova, costruita secondo le sembianze della chiesa del Santo Sepolcro di Gerusalemme. L’interno è una navata unica e putroppo quasi tutti gli affreschi, a parte quello di San Lorenzo sulla graticola, sono stati danneggiati. Usata come magazzino fu riconsacrata nel 1926

Le piazze di Mantova

sono una piu’ bella dell’altra, specialmente nei giorni di mercato, quando si riempiono di mercanzie.

Piazza Sordello

Dedicata al poeta Sordello, al suo interno troviamo il Duomo, dove  sono sepolti i membri piu’ importanti dei Gonzaga. In questa piazza troviamo diversi palazzi degni di nota: palazzo Vescovile, palazzo degli Acerbi, torre della Gabbia

 Piazza Broletto

dove si possono ammirare: Palazzo del  podestà, con la Torre Comunale, l’Arco dell’Argentario e il Palazzo del Massaro.

Attraversando il sottoportico dei Lattonai si giunge nella scenografica Piazza delle Erbe.

Se vi piace lo shopping non potete non andare al famoso outlet che si trova a

Bagnolo San vito, dista pochi km da mantova e si vede dall’autostrada. In questa cittadella costruita in stile rinascimentale potete trovare tutte le famose Griffe a prezzi outlet. Quindi nei periodi dei saldi però dovrete fare delle lunghe file, in quanto è molto frequentato. partono addirittura dei voli charter dalla Russia.

Mantova quindi offre sia la cultura, che la buona tavola, che potrtete degustare all’ Antica trattoria Rampini o alla famosa Trattoria dei due Cavallini, come hotels: l‘Hotel mantegna, o la Cà delle Erbe della residenza.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.