madrid cosa vedere

Madrid cosa vedere, la città della movida

 

Quando abbiamo detto ai nostri amici che a Natale andavamo a Madrid, ci hanno risposto dicendo: ma noo, guarda che è come Milano!! A parte che anche Milano è una bella città, Madrid non è come Milano. è una città diversa e molto interessante, meriterebbe la visita solo per il museo del Prado,e anche i dintorni sono molto belli, per non parlare della Movida notturna. Infatti cito: Se andate a letto la sera a Madrid passate per originale. A Madrid nessuno va a letto prima di avere ucciso la notte.
(Ernest Hemingway)

Come arrivare 

Noi siamo arrivati all’aeroprto Barrajas con l’Iberia, che faceva un ottima offerta, vedi anche il mio articolo consigli di viaggio, poi abbiamo raggiunto la città con la metro, qui puoi vedere la mappa, e siamo andati al nostro hotel Best western Arosa, sulla gran Via posizione eccellente vicino alla puerta del sol.

Clima: come il nostro in Italia: continentale

Sicurezza: Bisogna prestare attenzione nella metropolitana e usare le solite precauzioni della grande città

Cibo: non bisogna perdersi le rinomate Tapas, stuzzuchini per l’aperitivo, la Paella naturalmente, e altri piatti particolari come il “cocido madrileno” un piatto a base di manzo e verdure.

Muoversi a Madrid: la metro è comodissima, poi noi nelle grandi città usiamo sempre l’hop on hop off vedi sito., Per un giorno con questo mezzo, si ha la panoramica della città.

Tour di Madrid e dintorni

Primo giorno: cosa vedere

  il primo giorno siamo andati subito fuori Madrid a S.lorenzo de L’escorial, ci si arriva in treno dalla stazione Atocha linea C8a, dista circa 40 km e ci si arriva in un’ora. Il Monastero reale di S.Lorenzo de L’escorial è patrimonio dell’umanità dal 1984, è un vasto complesso ed è il piu’ importante monumento del rinascimento spagnolo. Dalla stazione al monastero bisogna fare circa 10 minuti di passegiata a piedi. L’intero complesso è formato da 88 fontane  e 15 chiostri. Quando si arriva, si staglia davanti a noi, un enorme edificio che ti trasporta in un’altra epoca, ma questo non è solo un monastero, ma anche un museo che ospita un Phanteon e una Basilica

. E’ veramente una bella visita che ti porta in un paese tranquillo, e sembra di essere in un’altra epoca. Al pomeriggio ritorniamo a Madrid, ed essendo noi alloggiati vicino alla Puerta del Sol, facciamo una passeggiata  a piedi nelle stradine dietro la piazza, in una zona pedonale molto ben curata con piccoli negozi e ristoranti. La sera andiamo a vedere un tipico spettacolo di flamenco, oggi direi che non è facile trovare un buon spettacolo di Flamenco, ma questo non era male, il sito è las carboneras volendo c’è anche la cena, non vedrete Joaquin Cortes, ma è uno spettacolo gradevole, non eccezionale.  Il mio amico Ferruccio, tra parentesi ha un blog molto ineressante: Ferrucciogianola.com mi ha detto che dipende molto dall’artista che si esibisce. Io ne ho visto uno sempre a Madrid: un ballerino e il piano, era veramente ipnotico, una danza che se fatta bene non vi dimenticherete!!

secondo giorno: cosa vedere

 

Il secondo giorno abbiamo preso il nostro bus hop on hop off per la visita della città. Andiamo subito al Paseo del Prado, bellissima pinacoteca, dove ci sono quadri di Rubens, goya, Picasso, vicino al Paseo del prado c’è la Plaza de Cibeles,

piazza simbolica della città,  poi ci dirigiamo in Plaza Major, maestosa piazza con la staua centrale di Filippo terzo , piena di ristoranti e caffè, ed infine nella Gran Via, famosa come punto turistico e di ritrovo. Al pomeriggio ci dedichiamo alla visita del Palazzo Reale di Madrid, ancora oggi residenza dei reali, chiamato anche palazzo d’oriente. La sera è l’ultimo dell’anno e la passiamo alla Puerta del Sol, con tutta la movida madrilena

Terzo giorno: cosa fare

 Alla mattina del terzo giorno è il primo dell’anno e stiamo a letto, al pomeriggio ci dedichiamo alla visita del Parco del Buen Ritiro, che si estende per 18 ettari ed è una delle principali attrazioni di Madrid, all’interno ha molti laghetti e fontane, una piccola oasi nella città

La mattina dopo rientro in italia, avendo piu’ tempo avremmo potuto vedere Toledo, ma noi amiamo la Spagna e ci rirorneremo

Recensione hotel: best Western arosa 4 stelle: situato nella Gran Via, ha una posizione eccellente, le camere non sono tutte uguali, quella che ci avevano dato era proprio brutta e l’hanno subito cambiata su nostra richiesta, con una splendida camera con un enorme bagno completamente ristrutturata. Attenzione quindi alle camere!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Questo articolo ha 4 commenti.

  1. grazie per la citazione,

    Per il flamenco penso che il top di Madrid sia iI Corral De la Moreria, dove spesso capita di trovare qualche Vip tra il pubblico, ma ce ne sono diversi di locali e naturalmente occorre la fortuna di trovare l’artista giusto. Ne conosco uno personalmente che è considerato tra i più grandi, anche se fuori dalla Spagna e dai paesi di lingua spagnola, magari non è molto conosciuto: Antonio Canales

    1. Grazie Ferruccio per la tua gentilezza, come ti ho già detto queste notizie sono preziose per tutti quelli che mi leggono. Buona giornata Anna

  2. Anch’io sono stato a madrid ed effetivamente non me l’aspettavo così bella Ciao mauro

    1. Si è bella e piu’ di quanto uno si aspetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.