londra e i suoi locali

Londra e i suoi locali, nella città che non dorme mai

Se si va a Londra, non si può non andare ad ascoltare la musica, o a vedere un musical. Nella città di Abbey road, via, resa famosa da una copertina di un album dei Beatles, la notte offre moltissime attrazioni musicali. Ai grandi musical io ho preferito sempre i piccoli locali, e ce ne sono molti, dove si suona musica dal vivo. ma vediamo i vari quartieri, e cosa questi ci offrono in ambito musicale.

West end

Una canzone dei Dire Straits, si intitola :”Wild west end” il selvaggio west end. Questo è il quartiere che mi piace di piu,’ di sera è uno scintillio di luci al neon, che reclamizzano i musical, o i cinema, o altri spettacoli. Piccadilly Circus, Soho, Oxford street, Covent garden e lo Strand, fanno tutti parte del quartiere del divertimento.

  • Leicester square: è la zona dei teatri,  ma soprattutto dei cinema multisala

 

  • Covent garden: ex mercato coperto, è da vedere comunque, è pieno di ristoranti, pub, negozi, ed è molto piu’ caratteristico a mio avviso di Soho. A Covent garden ci sono anche i teatri con i musical piu’ in voga e in cartellone da anni. Bisogna prenotarli prima, sono molto richiesti. Questo è il link del sito in inglese per la prenotazione, anche con offerte
  • Shaftesbury street: una diramazione di Piccadilly Circus, detta anche Theatrelande. Qui ci sono i piu’ bei teatri: Theatre royal Haymarket, un bellissimo edificio in stile neoclassico , e il prince Hedward Theatre, in stile art decò anni trenta.

 

  • Soho: la si raggiunge da piccadilly Circus, e sinceramente è la parte di Londra che mi piace meno. E’ molto turistica, troppo direi, qui troviamo la celebre Carnaby street, luogo cult degli anni ’60. Qui transitarono la modella Twiggy e le sue minigonne, i Beatles, i Rolling stones,e anche Jmmi Handrix nel periodo della Music British Invasion, sono tutti passati per il Maquee club, qui a Carnaby street. Il periodo di Quadrophenia,  degli Who,e del jazz moderno, che rispecchiavano il  Mod, Piccadilly è stata il centro di questo nuovo movimento culturale. Oggi questa è la zona dei negozo piu’ trandy, e anche di moltissimi ristoranti. Se decidete di restare anche alla sera io consiglio: lo Zebrano a Ganton street e 24:london in Kingly street.

Camden Town

ne ho parlato anche nel mio articolo:

questo è il quartiere, dove si esibiva Amy Winehouse, “la sbandata che canta il soul come e meglio di una nera” cit. dal fatto Quotidiano, dove risiedeva e dove morì a ventisette anni, la stessa di Jim Morrison,e Jimmi Handrix. Qui vi sono molti locali: Hawley arms, dove al piano superiore fanno musica dal vivo, e frequentato anche da Amy, The Dubley Castle, che ha lanciato molti cantanti in 94 parkway, il Jazz cafè , dove si mangia e si ascolta musica jazz in 5 Parkway, e il piu’ famoso di tutti: the world’s end in 174 Camden high

Earl’s Court

Earl’s Court è una zona con molti locali frequentata dai giovani. Un tempo qui vi erano molti locali per omosessuali, e qui io trovai il lavoro che mi tenne a Londra per un anno. Oggi con l’earl Court Exibition centre, che ha ospitato enormi eventi commerciali e musicali: dal motor show, ai concerti degli U2, Pink Floyd, David bowie, led Zeppelin, il quartiere ha assunto una nuova veste nell’ambito musicale. Vi sono locali di tendenza come: Coco latte, in Earl court Road,  Troubadour, Old Brompton road.

Altri locali

Altri locali degni di nota sono:

    • The 100: sito web, oxford street, qui c’è la storia dell rock’n’roll: gli Oasis, Louis Armstrong, Sex Pistol, David bowie, e molti altri, si esibirono qui.
    • Heaven: Charing cross, quando non c’è la gay night, vi sono ottimi musicisti, e band.
    •  Sebright arms: 31-35 Coate St, E2 9AG. E’ un enorme pub in classico stile inglese, dove al piano terra si trova la sala concerti, che ha celebrato molti talenti di successo.


Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.