Indice dei Contenuti

Le 8 cose da sapere per organizzare un viaggio da soli

Le 8 cose da sapere per organizzare un viaggio da soli. Qui in questo post, ho elencato le 8 cose da fare, per organizzare bene un viaggio. Ho preso come esempio la la Thailandia, un paese dove molti vogliono andare, e che conosco molto bene, ma questo può valere per qualsiasi meta turistica. E’ chiaro che questi sono consigli molto personali, basati sulla mia esperienza.

So anche che questo è un periodo difficile, e molti hanno anche perso il lavoro. Se vi piace viaggiare e volete operare nel settore, vi consiglio questo portale: Jooble.org/lavoro- blogger-viaggi

Dove voglio andare?  Perché? E con chi?

amici

Sembra una domanda stupida: come dove voglio andare? Tu dirai: lo so, in Thailandia. Si ma la Thailandia ha molte sfaccettature: mare, arte, shopping ecc. Con chi ci vai? Con la tua amica, con tuo marito, col tuo nuovo boyfriend/girl? A loro interessano queste cose?

E’ importante capire cosa desideriamo realmente vedere.

Non andiamo in un posto solo perché altri ci hanno detto che è bello, Ogni persona è diversa, ed ognuno ha i suoi gusti. Se non ci piacciono i monumenti, l’arte ecc, non andiamoci! A volte sono visite molto faticose, che sono ricompensate da ciò che andiamo a vedere, ma se non ce ne frega niente di un determinato sito, il viaggio diventa una sofferenza.

Il clima, quando posso andare e che tempo troverò

Oggi è molto difficile fare delle previsioni climatiche, comunque certe zone sono soggette a monsoni, piogge, e a volte ad uragani. Quante volte avete sentito di gente bloccata in Messico  in Agosto causa tifone. In Agosto e Settembre i Caraibi sono a rischio! Tornando alla Thailandia: tutto bene in Inverno, con mare dalla parte delle Andamane, Pukhet. Meno bene in estate, con piogge monsoniche al nord. Siamo disposti ad affrontare le “heavy rain”, come dicono loro? Non è freddo, ma piove. Se si, andiamo finalmente a prenotare l’aereo? No c’è un’altra cosa da fare prima:

Passaporti e vaccinazioni

Le 8 cose da sapere per organizzare un viaggio da soli

A seconda del paese scelto, dobbiamo informarci se occorrono visti,e il passaporto deve avere validità di almeno sei mesi. Queste informazioni le trovate nel sito della Farnesina, per gli U.S.A e Canada ho fatto una guida apposita. Per le vaccinazioni, bisogna prendere appuntamento con l’ufficio vaccinale della nostra città. Adesso finalmente possiamo prenotare:

Prenotare l’aereo, o meglio comprare il biglietto

Il biglietto bisogna acquistarlo mesi prima, se si vuole spuntare un buon prezzo. Perché? Chiaro noi paghiamo subito, e la compagnia, guadagna un sacco di soldi di interessi, sul capitale. Per cui specialmente per i periodi di vacanze “canoniche”: Natale Pasqua e Luglio, Agosto, bisogna prenotare molto prima. Quanto?

Mesi, il fatto, che se per qualsiasi motivo non possiamo andare, perdiamo i soldi, o come sta succedendo adesso per il Covid, vi sono lunghe attese per il rimborso. Io come motore di ricerca voli uso Momondo

Cosa guardare al momento della prenotazione

  • Il peso delle valigie: se le valigie non sono comprese nel biglietto, fate attenzione al peso 15 kg o 20 kg, di solito al ritorno si è sempre piu’ “pesanti”
  • Scelta del posto: molte compagnie adesso fanno pagare la scelta, se optate per il si, scegliete specialmente per i voli lunghi, posti vicino al bagno, e possibilmente nelle prime file, stendere le gambe ormai è un miraggio. Quei posti li danno a chi ha i bambini, o problemi di salute. Se ci riuscite meglio
  • Scegliete i posti non appena apre il check in online, avrete piu’ scelta.

l’itinerario di viaggio

Le 8 cose da sapere per organizzare un viaggio da soli

L’itinerario di viaggio consiste essenzialmente, nello stabilire, quello che in gergo si chiamano: gli “stop” Sia che lo facciate in macchina, che in aereo, dovreste programmare dove vi fermerete, e quanto tempo ci starete. Quindi a questo punto farò due esempi: auto e aereo

Auto: Quanti km fare in macchina al giorno, pensando anche ai limiti di velocità del paese. Quanto ci fermiamo nella località dello stop. Se noleggiamo l’auto è meglio farlo in Italia con i siti di comparazione. Confrontate tutto, copertura assicurativa, Kasko, drop off: il costo che dovete sostenere, se lasciate un’auto in una località diversa da quella del noleggio

Aereo: Stabiliamo i voli interni, a seconda delle tappe che vogliamo fare, anche questi è meglio prenotarli in anticipo, specialmente i low coast.

Tour Operator locali, e trasferimenti

Quando ho cominciato ad usarli io, nessuno li usava. Passavo ore per fare ricerche in inglese in internet, mille email, risposte che tardavano ad arrivare.

Io un tour operator locale lo valuto così: deve rispondere subito (24 ore) non una settimana. Il pagamento di solito viene effettuato in loco, o al limite un piccolo acconto.

Controllate gli alberghi che vi propone, non dategli mai tutti i soldi prima!!

C’è da dire che oggi ci sono piattaforme come Getyourguide o Civitatis, molto affidabili,  che usano tour operator locali, ma si è molto piu’ tutelati, e si possono scegliere: trasferimenti, tour di uno o piu’ giorni. Li ho usati personalmente, e sono sempre rimasta soddisfatta.

Hotel

hotel bali nusa dua

Anche questi se si può è meglio prenotarli in anticipo,

Io sugli hotel, sono una gran rompiscatole, però voglio solo quello per cui ho pagato. Prima cosa, quando arrivo voglio vedere la stanza , non scarico le valigie, lo faccio dopo,se mi va bene, la stanza.

Meglio se è all’ultimo piano, così non si hanno ospiti rumorosi in testa. A volte, anche se si prenota su Booking com o altri siti, si può mandare una mail all’hotel , esprimendo le nostre preferenze: piano, vicino o meno la discoteca ecc, chiedere è lecito…, La foto della stanza per me, a volte è stata utilissima, la stanza era diversa, ma mostrando la foto me l’hanno cambiata

Assicurazione viaggio

Le 8 cose da sapere per organizzare un viaggio da soli

Non lesiniamo sull’assicurazione, mettiamo i massimali alti, se ci succede qualcosa, dobbiamo essere coperti, altrimenti sono guai seri. Per l’Europa in teoria, non serve, in quanto facciamo parte della comunità europea. Dipende però dove siamo, io alle Canarie ho avuto bisogno di un dottore che venisse di notte, privatamente. e l’assicurazione mi ha coperta.

Soprattutto negli Stati Uniti dobbiamo avere massimali molto alti. Lì c’è, ovviamente un ottima sanità, ma se non si ha la carta di credito ben fornita, non ti curano, quindi traete voi le conclusioni.  Io uso Columbus Assicurazioni, che è una compagnia molto seria, se poi spendiamo i soldi e non ci succede niente tanto meglio, a casa la buttiamo via, ma purtroppo le cose succedono proprio quando non abbiamo le coperture.

Finisce qui la mia guida di viaggio, spero di essere stata esaustiva, se avete domande contattatemi, io organizzo, anche viaggi personalizzati, per una modica spesa

Tanti bei viaggi!!!

Anna

Aiuta le strade del viaggio

Altri articoli