La strada per Da Nang tra parchi naturali ed il passo in un mare di nuvole

Da Nang, è la quarta città piu’ grande del Vietnam, e forse un snobbata dai turisti che preferiscono Huè ed Hoi An. Da Nang, oltre ad avere spiagge enormi e poco frequentate, ha un fascino che non è da sottovalutare. Recentemente lo stato Vietnamita, ha investito grandi somme di danaro per il suo abbellimento creando viali alberati, nuovi ponti e stazioni balneari. Durante la guerra era spesso definita come la “Saigon” del nord. Intorno ai soldati americani ruotava una vera industria del divertimento con locali, ristoranti e prostituzione.

Da Nang delimita i confini settentrionali della fascia tropicale del Vietnam, e tutto l’anno gode di un clima piacevole. Anche la strada che da Hue porta a Da Nang è molto bella, si attraversano passi, e parchi naturali, in mezzo alle nuvole. Parlerò proprio di questa strada ancor piu’ sottovalutata di Da Nang, ma che rappresenta invece ancora il Vietnam piu’ selvaggio ed incontaminato, prima che arrivi la grande folla! Altri articoli sul Vietnam


 

la strada per Da Nang e il Bach Ma

la-strada-per-da-nang

Noi abbiamo fatto la strada che da Hue porta a Da Nang, in auto con una guida locale. Sulla strada, si trova il parco nazionale di Bach Ma, una stazione climatica molto rinomata durante il periodo coloniale francese. Si raggiunge un’altitudine di 1450 m. con il monte Bach Ma, che si trova a soli 18 Km dalla costa. Questo luogo di villeggiatura francese, era ricco di ville, 139 per l’esattezza, ed un luogo che godeva di un clima mite fu infatti ribattezzato, la “Dalat del Vietnam centrale” Nei primi anni ’50 il Viet Minh, cercò in tutti i modi di rovinare le  vacanze dei francesi, con pesanti combattimenti. Dopo l’indipendenza dalla Francia, il luogo venne dimenticato e le ville sono oggi in stato d’abbandono.

Il Bach Ma oltre ad avere bellissimi scorci, sulla fascia costiera, ha anche vari percorsi da fare a piedi. All’entrata del parco nazionale per il  costo circa 12.000 d. vi daranno un libretto, con ulteriori informazioni, oltre la mappa del parco. Vi sono : il sentiero del Fagiano, chiamato così perchè in mezzo a boschi e laghetti popola un raro e splendido fagiano

danang punta bach ma e1571657674359

Sentiero della cascata e dei cinque laghi, inizia 1 Km dopo la locanda del parco.  Anche qui si percorrono 2 Km attraverso la foresta costeggiando una serie di cascate. Il Sentiero dei Rododendri, che è un prolungamento del precedente, il periodo migliore per vederlo è in primavera quando i rododendri fioriscono. Il sentiero della Vetta: un ripido percorso di 500 metri che porta alla cima piu’ alta del Bach Ma.

la strada per danang

Clicca sulla mappa per renderla interattiva

Oggi da qui, si domina un bellissimo panorama, ma nel 1968, era stato creato un campo di elicotteri. Spesso la vetta è avvolta dalle nuvole (Bach Ma) che ricordano la criniera di un cavallo. Il parco venne istituito nel 1991 e sono 22.031 ettari di riserva naturale. Qui vivono 43 specie di mammiferi, con altre 76 specie di animali, tra cui tigri e leopardi. Vi sono anche gli elefanti bianchi che sono per  lo piu’ nel versante Laotiano. E’ un parco “giovane” ma nonostante la sua giovane età il  personale sta facendo grossi sforzi per proteggere e promuovere la riserva.

Dove alloggiare a Bach Ma

la-strada-per-da-nang

Il National Park Guesthouse, ha un piccolo campeggio e quattro pensioni. Quella sulla cima ha 12 posti letto ed un bagno in comune, è un posto eccezionale, costruito sulle rovine della residenza estiva dell’imperatore Bao Dai. Svariate compagnie private hanno costruito alloggi poco invasivi come il Morin-bach Ma Hotel, tutto in stile francese. Il Bach Ma è molto umido, e la migliore stagione per visitarlo è tra Marzo e Giugno. Il vero Vietnam è anche questo!

Il passo Vai Han

vai han e1571661027211

Il passo Vai Han (il mare di nuvole) attraversa gli ultimi contrafforti della catena dei Monti Truong Son, che si protende nel mar Cinese Meridionale. La statale sale  a 30 km a Nord di Da Nang, sino a 496 metri di altezza, offrendo stupendi panorami. La linea ferroviaria, invece segue il perimetro della penisola, lungo la costa, attraverso i tunnel. Nella vetta, sorge un vecchio forte francese, successivamente, utilizzato dalle forze su sudvietnamite e dagli americani  come bunker. Da qui si si godono magnifici panorami di Lang Co. Nel 2005 con l’aiuto della tecnologia Austriaca è stato inaugurato il tunnel Hai Van lungo 6280 metri. Il tunnel permette di bypassare il passo, e si risparmia circa un ora e mezza di strada, perdendosi però una grande strada, e grandi panorami.

Ba Na Hill

la-strada-per-da-nang

I francesi si rifugiavano in queste colline, non appena ne avevano la possibilità. Infatti percorrendo la strada si abbassa la temperatura ed il livello di umidità. Anche qui numerosi sentieri permettono di raggiungere cascate, ruscelli e punti panoramici. Nei pressi della cima si trova la pagoda Linh Ung, un luogo incredibilmente tranquillo, con un Buddha bianco, seduto all’altezza di 24 metri. Vicino alla pagoda, una funivia, che porta fino alla stazione climatica dove la vista è mozzafiato. Si può dormire a Le Nim un posto con una splendida vista, nei pressi della funivia.

Nel prossimo articolo andremo a Da Nang a vedere la città, i musei, le spiagge ed i templi, questa strada comunque per chi va in Vietnam non è da sottovalutare, perchè potreste avere delle piacevoli sorprese, a me personalmente è piaciuta molto.

 

Altri articoli