Indice dei Contenuti

La Garfagnana cosa vedere tra borghi, grotte e vallate

Di solito nella Garfagnana, ci si arriva da Lucca, ed, a Ponte a Moriano, tutto comincia. Il paesaggio cambia all’improvviso, e compaiono inaspettate alture, ricoperte di una lussureggiante vegetazione. Le fabbriche, ed il traffico scompaiono, siamo nella Garfagnana, una terra bellissima nella Toscana. La sua accoglienza è generosa come secoli fa, quando i suoi ospitali, offrivano letti e ripari ai muli ed ai pellegrini diretti a Lucca o a Roma. Oggi questa terra si sta giocando tutto nell’ospitalità turistica, per cui ritroverete la stessa gentilezza, di un tempo, e una gran buona cucina. Può essere un buon suggerimento per un weekend, qui tra le vallate il distanziamento sociale è assicurato.

La Garfagnana cosa vedere

Conosco la Garfagnana, perchè qui si svolge uno dei piu’ bei rally d’Italia, e uno dei vantaggi dei rally e che si vede tantissimo, anche se non si dorme quasi mai. La Garfagnana, è lunga 36 Km, ed è tutto un susseguirsi di curve e tornanti. Una terra percorsa dal Serchio, che comprende ben 16 comuni , ma i piu’ importanti sono Castiglione di Garfagnana, e Castelnuovo, tra i due paesi si incontra il bellissimo lago di Pontecost.

Castiglione di Garfagnana

garfagnana castiglione

Un borgo completamente circondato da mura, interessante è il suo Duomo Romanico, ed il panorama stupendo nella valle. Il Duomo, fu eretto in epoca Romana, per controllare il passo del pellegrino. Nel 1371, i Lucchesi ne fecero il piu’ grande presidio nella valle del Serchio, e lo dotarono di torri e di cinta muraria, che è quella attuale. Nella parte piu’ alta del paese si eleva la rocca, attorno alla quale si sviluppò il centro abitato, che fu protetto da possenti mura, lunghe 750 m., dotate di un camminamento di rotonda, di feritoie e di tre porte di accesso. La chiesa di san Michele, non è antica quanto quella di san Pietro, (chiusa al pubblico causa scosse sismiche), ma risale comunque al 13° secolo. E’ una piccola bella chiesa, in pietra grigia e marmorosso, proveniente dalle cave di Sassorosso.

Dove dormire e mangiare a Castiglione

Bruschette, pappa col pomodoro, e tante altre specialità toscane, si possono degustare al vecchio Mulino, o alla Bottega del Fattore. Per dormire si può scegliere tra 20 strutture, agriturismi e piccoli hotel

Tra voragini e grotte

La Garfagnana cosa vedere

La prevalente costituzione calcarea, ha favorito il fenomeno carsico, che qui si manifesta sia in superficie, sia nei complessi sistemi sotterranei. I fenomeni in superficie, sono ad esempio le voragini, quali l’Enrico Revel: un pozzo lungo 60 m .che è la massima “verticale unica”, in tutta la penisola. Dei sistemi sotterranei invece il piu’ noto è la “grotta del vento”, ubicata a 13 km da Barga, all’interno del parco delle Alpi Apuane. Si tratta di un immenso mondo calcareo, dai colori spettacolari e luccicanti, fatto di condotte freatiche, gallerie e corridoi, sifoni e laghetti sotterranei. Gli itinerari proposti dal sito Grottadelvento sono tre: Un’ora, due ore, tre ore. Chi vuole invece cimentarsi negli abissi, può fare dei percorsi speciali: “Gli abissi della luce” ed i “corridoi delle tenebre” , qui bisogna calarsi con delle corde fornite dagli organizzatori. Trovate tutto nel sito: Lagrottadelvento. Personalmente, ho fatto l’itinerario di tre ore, è faticoso, perchè vi sono tanti gradini, ma se non si soffre di claustrofobia, e si ha una discreta forma fisica si può fare, ed è bellissimo!

Sempre incastonate nelle Alpi Apuane ci sono anche le grotte Antro del Corchia

garfagnana antro del corgia

Con i suoi 55 km di gallerie, costituiscono il piu’ esteso complesso sotterraneo in Italia. Il tratto aperto al pubblico, che attraversa la cosiddetta “montagna vuota”, un magico mondo fatto di laghetti e canaloni, si allunga per solo 2 Km. Quando arriverete alla biglietteria vi renderete conto, che quello che fa capo alle grotte, è un vero e proprio sistema museale, che comprende anche le miniere di Argento vivo, ed il Museo della Pietra Piegata.

Castelnuovo di Garfagnana

La Garfagnana cosa vedere

Una cittadina arroccata alla confluenza del Serchio, e del suo piccolo affluente Turrite, dove l’aria è frizzante. Questo è il centro nevralgico della valle. La Fortezza di Monte Alfonso, si trova all’interno dell’intatta cinta muraria. Qui gli Estensi da Ferrara, venivano a fare la guardia, al confine con lo stato di Lucca. Qui ci sono prati verdi, ostelli, bar ed un orto botanico. La Rocca Ariostesca, del XII secolo, contiene un piccolo museo, che vuole ricreare l’atmosfera del tempo in cui Ariosto visse in città, negli anni tra il 1522 ed il 1525, in veste di commissario ducale, per conto dei duchi d’Este.

Dove mangiare e dormire a Castelnuovo

Quasi tutte le strutture sono bed and Brakfast, e si mangia bene ovunque, per cui consiglio una sistemazione di questo genere, per chi voglia starci un week end o anche una settimana. Le potete vedere nel box

Altri articoli