La Basilica della Pieve di Guastalla, uno dei piu’ antichi edifici religiosi della provincia reggiana

Se ci si trova a Guastalla, o nelle vicinanze , non si può non andare a vedere la Basilica della Pieve dedicata a San Pietro.

 La Basilica di san Pietro e Paolo è un gioiello in stile Romanico, ad un chilometro e mezzo dalla Piazza Mazzini, di Guastalla.

Altri articoli sulla Bassa Reggiana

la storia

 Dedicata a San Pietro, la Basilica fu edificata probabilmente tra il IX ed il X secolo,in stile romanico- lombardo. Ma  forse risale a tempi, ancora  piu’ antichi, quelli della dominazione Longobarda, nell’VIII secolo. Secondo alcune fonti, la Basilica fu costruita da Berengario  I, nel 915, ma è probabile che sia stata ricostruita su una chiesa già esistente.

pieve esterno

Altre fonti, parlano di un diploma di donazione dell’864, di Ludovico II a favore della moglie Angilberga.

La  Basilica  rientrava nei domini di Matilde di Canossa,e  papa Urbano II, nel 1095 la scelse come sede di un importante sinodo, e dal 22 Ottobre del 1106, si tenne il concilio di Guastalla, convocato e tenuto da papa Pasquale II, dove si discusse il delicato tema legato alle lotte per le investiture. Argomento del quale ho parlato nel mio post Il castello di Canossa

Furono fatti diversi interventi di restauro, e trasformazione nella Basilica. Nel 1222, un terremoto la distrusse completamente, e fu ricostruita, in dimensioni maggiori, sempre rispettando lo stile lombardo, con una pianta a tre navate.

La pieve, fu poi abbandonata, dopo che questa fu incendiata, e devastata durante l’assedio di Ercole II d’Este, e solo nel 1605, venne riaperta al culto.

Nel 1927, la chiesa venne completamente ristrutturata.

la basilica

pieve interno

Oggi possiamo ammirare la splendida facciata in stile romanico-lombardo, e l’interno che è semplice e lineare, con mattoni a vista, soffitto in legno, ed affreschi sulle navate.

Nella navata a destra, si trova una madonna di Guido Mazzoni, artista Emiliano, vissuto  nella metà del ‘400

lido po

La chiesa è circondata da un  giardino, che un anziano signore cura con grande dedizione. Un posto dove fermarsi, sedersi su una panchina, ed ammirare questo gioiello della bassa reggiana. Se poi volete bere qualcosa, potete andare al lido Po di Guastalla, e rilassarvi guardando il grande fiume

Altri articoli