Hydra, Peloponneso cosa vedere nell’isola senza auto

Hydra cosa vedere L’idea di andare  in un’isola dove non ci sono nè auto nè ciclomotori, mi interessava moltissimo. In questo posto infatti nel Golfo Saronico,a sud delle cinque dita del Peloponneso, le auto e i ciclomotori sono banditi, e usati solo per motivi di assistenza medica ed edilizia. Qui ci si muove solo con l’asino ed il mulo! Un’isola che è stata  frequentata anche da stelle del cinema come:Leonard Choen, Mick jagger, Keith Richards, dopo che divenne famosa, per il film girato qui con Sophia Loren: Il ragazzo sul delfino. Avevo però un altro dubbio: sarà solo un’isola per ricconi con lo yacht, e quindi molto cara. Quindi ho pensato: fermiamoci solo un giorno e poi ce ne andiamo. Invece no siamo rimasti una settimana, l’isola è bellissima e ancora abbastanza economica. Il jet set non l’ho visto, al contrario ho visto molte imbarcazioni da diporto stupende.

hydra cosa vedere

Come arrivare a Hydra

Hydra si trova a sud del Peloponneso, per arrivarci l’unico modo è prendere l’aliscafo ad Atene 1 ora e mezza, e tre ore il traghetto. Ci sono molte corse ogni giorno. Per i voli per Atene puoi guardare la pagina Trovavoli

Per i traghetti questo è il sito, dove prenotarli. Se andate in Luglio o Agosto è meglio fare tutto con anticipo. Altri articoli sulle isole greche

Cosa vedere a Hydra

hydra paese

Per muoversi a Hydra, ho detto che ci sono i muli o gli asini, oppure per raggiungere le spiagge, un servizio di caicchi o taxi d’acqua. Il paese è il primo approdo e anche il punto di maggiore concentrazione di attività dell’isola. La città è molto bella con le sue stradine e case con le tegole rosse. Il porto è molto trafficato con gli asini e muli e la gente che scende dalle imbarcazioni, ma se si cammina appena dietro la darsena l’atmosfera è molto tranquilla e si ritrova la Grecia sonnolenta. Lungo la via principale vi sono ristoranti negozi e gallerie d’arte. Come luoghi di interesse si può visitare l’enorme residenza di Lazaros Koundouriotis, uno dei protagonisto dell’indipendenza greca. Costruita alla fine del XVIII secolo, si distingue per la sua eleganza e le bellissime e ricche sale da ricevimento. Il Museo bizantino, al piano superiore del Monastero dell’Assunzione dell’antica Vergine. Si raggiunge passando sotto la torre dell’orologio sul lungomare e all’interno si trova un tranquillo e bellissimo cortile.

hydra cosa vedere

Il Profitis Ilias monastery, può essere una buona scusa per farsi una bella passegiata all’interno dell’isola, in una grande pace e tranquillità, ci sono anche tratti di pineta dove ci si può rinfrescare. Ci si mette almeno un’ora, e la strada è in salita, quindi abbastanza faticosa, ma arrivati in cima sarete ripagati dalla splendida vista. il monastero è spartano ma vi è un grande cortile ed una chiesa, ed è l’unico che si può visitare. Si può poi proseguire per la vetta del monte Eros 588 mt. se si hanno ancora forze sufficienti.

asini idra

Spiagge ad Hydra

Hydra, per fortuna o sfortuna non è famosa per le sue spiagge, comunque proseguendo dalla città di Hydra, verso ovest si trova il piccolo paese di kamini e una piccola spiaggia sassosa. Vlyhos, ad un km e mezzo da Kamini è un grazioso villaggio, con una spiaggia ampia e due taverne sul mare. Sulla costa sud occidentale vi è la baia di Bisti, una bella spiaggia di ciottoli con strutture anche per imbarcazioni da diporto. Mentre Mandraky si raggiunge dalla città in un sentiero verso est.

hydra cosa vedere

Divertimenti e ristoranti

Tutto si anima alla sera, vicino al Porto. Pirate e Saronikos, restano aperti fino all’alba, con alla sera musica sfrenata. Taverna Gitoniko, con una bella impronta familiare,  propone le varie insalate greche, con fagiolini, barbabietole e pomodori. Verandah ha uno splendido panorama sul porto

Dove dormire

Vi sono strutture care, ma anche piu’ economiche,e bisogna prenotare per tempo. Si possono trovare delle Guest house molto carine

Guarda tutte le strutture ad Hydra

Se volte stare qualche giorno in un’isola dove non c’è inquinamento, e dove a me sembrava di essere nel film “Mediterraneo” di Salvatores siete nel posto giusto.

Altri articoli