Hoi An Vietnam cosa vedere nella città delle mille lanterne

Hoi An in Vietnam, forse una delle piu’ belle  città di questo paese. Non è grande, ma è ricca di cultura, di mercati e di un piccolo quartiere coloniale francese. Di solito si viene qui soprattutto quando si è al mare, per fare acquisti vantaggiosi, ma questa città è molto di piu’. Adagiata sulla riva nord del fiume Thu Bon, è stata un importante porto commerciale dal cinquecento al settecento, quando furono attirati qui commercianti giapponesi, cinesi e persino europei. Hoi An, ha acquisito così un’eredità culturale che poche città vietnamite possiedono.

Dal 1999 è patrimonio nazionale dell’Unesco. Hoi An è nota per le case galleria, le pagode cinesi, il ponte coperto giapponese, recentemente restaurato. Il tutto in un’atmosfera un pò decadente che a me personalmente piace molto. Viene chiamata anche la città delle mille lanterne, perchè di sera si illuminano centinaia di lanterne, ed è uno spettacolo meraviglioso

Cosa vedere a Hoi An

hoi an lanterne4 e1560173140151

Una cosa da vedere assolutamente sono le mille lanterne illuminate alla sera, sono ovunque, a grappoli, e sembra di stare in un mondo surreale, poi volendo ci si può far fare un abito su misura in tre quattro giorni ve lo danno. Attenzione alle misure, ai vietnamiti piacciono le cose molto attillate. Voi scegliete la stoffa ed il modello e loro ve lo cuciono su misura. I mercati, aperti tutto il giorno, con mille cose, dalle maglie agli stereo ecc. ed è bello perdersi nelle stradine. Ma la cosa da non perdere sono i santuari, le case, le cappelle di famiglia ed il famoso :

Ponte giapponese

ho ian ponte.2jpg e1560172374502

 

Costruito nel 1593 dalla prospera comunità dei commercianti giapponesi, per comunicare col quartiere cinese a est. Fa parte della struttura anche un tempio vietnamita del 1719 con all’interno un’effige di Bac De, reincarnazione dell’imperatore di giada del Taoismo

le case- negozio

vietnam foto2 239 e1560173405169

La casa di Tan Ky,è forse l’edificio piu’ famoso tra quelli della città. E’ una casa negozio in autentico stile vietnamita ottocentesco. Tutt’intorno c’è un piccolo cortile, e il suo stile di intarsi di madreperla e motivi cinesi a forma di granchio la rendono un ibrido architettonico. Anche la casa di Quan Thang è un ottimo esempio di casa negozio. Costruita nel settecento da un commerciante cinese visse e prosperò qui per generazioni. Le mura sono tutte arricchite da bassorilievi in stucco che rappresentano fiori e alberi.

Il quartiere vecchio di Hoi An

hoi an città vecchia2 e1560174302934

Questo è un quartiere che è un mosaico di civiltà, con un’eredità storica immensa. le case galleria, le ricche sale comuni cinesi, sono tutelate da rigorose leggi che proibiscono l’alterazione delle abitazioni, e la circolazione di automobili. Importanti sono la Sala assembleare giapponese con decorazioni medioevali. Fortunatamente non ha subito molti danni durante l’ultima guerra. L’antica cappella Tranin stile sino giapponese, il museo della ceramica, con reperti giapponesi e cinesi databili tra il cinquecento ed il settecento. Poi vi sono moltissimi caffè sulla strada, antichi anche quelli dove ci si può ristorare bevendo del te e rifocillarsi dal caldo. Da menzionare anche la via Bach Dang che si affaccia sul fiume Thu Bon. Infine perdersi nel mercato centrale ricco di ogni ben di dio, dai generi alimentari ai cellulari.

Le spiagge di Hoi An

cua dai beach2 e1560174814781

La spiaggia di Cua dai, si raggiunge in bicicletta percorrendo la via Cua Dai. Sull’arcipelago delle Cham, si apre una spiaggia bianca e norme. Qui gli hotel sono tra i migliori del paese: Victoria Hoi An Beach resort è uno di questi. Mentre a circa venti minuti d’auto si trova la spiaggia di Danang, anche questa enorme e molto poco frequentata. Noi eravamo all’hotel:Hoi an beach resort: hotel buono ed economico. Al mare non ci sono molti ristoranti, mentre ad Hoi An si. Molti di queste antiche case sono bar ristoranti e si mangia al lume delle lanterne. Provate e poi mi saprete dire!

Questa è una città che non mi sarei aspettata in Vietnam, molto particolare ricca di cultura, è anche divertente contrattare con i commercianti, farsi fare un vestito, vedere delle case con degli altarini ovunque, sicuramente come tanti altri posti di questo unico paese, è da non perdere!

Altri articoli