grenada

Grenada, Caraibi  cosa vedere

Grenada, l’isola delle spezie

Questa isola delle piccole Antille, non è tra le piu’ blasonate fra le isole caraibiche, ma proprio per questo è da vedere. Di Grenada mi hanno conquistata i ritmi lenti, il reggae, le magnifiche spiagge, la dolce indolenza, ed è l’isola dei Caraibi che mi è piaciuta di piu’. Il clima è buono tutto l’anno, tranne che Ottobre e Novembre, stagione in cui possono esserci i tifoni.

Storia

Scoperta da Cristoforo Colombo nel 1498, e dopo molte lotte per la supremazia tra Francesi ed Inglesi, ma tra l’800 e il 900 divenne il primo esportatore di cacao, e nel 1974 divenne indipendente dal Regno Unito ed esportatore di spezie che produce in grande quantità. Le sue coste, con spiagge bellissime, sono frequentate in maniera “sobria” dai turisti, diventando così, un’ isola per una tranquilla e un pò inusuale vacanza. Ogni anno il carnevale viene festeggiato in estate, e la gente del luogo è gentile ed ospitale. Altri articoli sui caraibi

Come arrivare a Grenada

Di solito ci si arriva con le navi da crociera, che attraccano in un molo nel centro di San George. Oppure la si gira da soli e si arriva in aereo, atterrando all’aeroporto internazionale di Point Salinas. Il trasferimento all’hotel, può essere fatto, per 26$ a questo link

Saint George’s

Fu fondata nel 1650 per ordine del cardinale Richelieu, ed è una tipica cittadina dei Caraibi a forma di ferro di cavallo sul suo porto: Carenage. Questa città che si inerpica sulla collina è bellissima: Attraverso le sue stradine si possono vedere le tipiche case caraibiche, creole, con i tetti con tegole rosse, fatte con le zavorre delle navi. Dalla cima, dove dominano diversi forti, tra cui Fort George si può ammirare lo splendido panorama.

grenada caraibi cosa vedere

Grenada national Museum

grenada national museum e1571391928165

Si possono vedere moltissimi oggetti preziosi, con esempi di vasellame amerindo, resti di antiche navi. Questo museo, un pò disordinato, ma con personale appassionato, è dedicato prevalentemente agli abitanti originari dell’isola. Il venerdì a volte il museo propone spettacoli con suonatori di tamburi e danze popolari.

Underwater Sculpture park

underwater grenada e1571391450224

Una galleria d’arte sottomarina, appena sotto la superficie dell’acqua, si trova a nord di Saint George’s nella Moliniere bay. Il progetto è dell’artista britannico Jason de Caries Taylor. Oggi vi sono un’ottantina di sculture a grandezza naturale, che lentamente si stanno rivestendo di coralli. Un connubio di natura e arte visto che anche pesci e spugne hanno colonizzato la zona. Si può visitare il parco sia con le bombole sia facendo snorkelling.

Trasporti

Se volete assaporare lo spirito dell’isola,muovetevi sui furgoncini dove si suona il Calypso e il reggae, che vi portano dall’aeroporto all’hotel o alle spiagge. Si possono anche noleggiare auto, ma io non lo consiglio, muovetevi come i locali e vi divertirete!

Savvy sailing

grenada barche e1571394091973

Offre uscite di snorkelling su barche a vela di legno tradizionali. Un modo suggestivo e tranquillo per ammirare le meraviglie dell’isola al largo della costa di Grenada. Organizzano anche crociere al tramonto ed escursioni in barca a vela di due giorni alle Grenadines. Un tour può variare dai 50$ ai 100$

Dritta: Potete fare una rilassante crociera al tramonto a Glover Island. Sedersi, rilassarsi e sorseggiare champagne durante la crociera lungo la costa di San Giorgio.

Spiagge di Grenada

Le spiagge di Grenada sono tutte belle, sabbia bianca, mare cristallino, ma una menzione speciale la merita senz’altro Grand Anse beach, collocata a sud. Questa spiaggia è un sogno, grande, con un mare da cartolina, non mi sono stupita quando ho sentito che molti americani si stabiliscono qui. Nelle spiagge si possono fare immersioni, snorkelling, la barriera corallina è bellissima, oppure si può fare treckking sulle colline, cosa volere di piu’?

grand anse beach

Salute: non ci sono problemi particolari, bere solo acqua imbottigliata.

Costo della vita, ed Hotel

I caraibi non sono molto economici. Quest’isola è sicuramente meno cara di Barbados o Santa Lucia. Si possono spendere dai 150 ai 350 dollari al giorno, dipende dalla sistemazione. Il Deyna City inn è una guesthouse, situata in pieno centro, con personale locale e ottima cucina.

Cosa e dove mangiare

i golosi, saranno contenti, perchè qui il cioccolato si può dire sia una loro specialità, C’è la House of Chocolate, in parte caffè, in parte museo, e gift shop. Potrete assaggiare il cioccolato in forma liquida e solida. Propone anche torte e brownie deliziosi. Durante il giorno vi sono molti posticini nel centro dove si mangia bene spendendo poco.

Per un livello piu’ alto bisogna prenotare sulla baia di Carnage. La cucina è a base di pesce con influenze creole. Il Victory Bar & grill a Port Louis Marina, ha tavoli affacciati sulle molo, con le barche. E’ frequentato da diportisti, e si mangiano spiedini, insalate fresche e spiedini di pesce. Se volete provare a casa un piatto caraibico, metto una ricetta del maiale cotto a fuoco lento, con salsa Caraibica di Gordon Ramsey

Conclusioni

Sia che andiate a fare una crociera, sia che andiate con altri mezzi ai Caraibi, cercate di non perdervi quest’isola, che è rimasta ancora “genuina”. Veri ritmi caraibici, di finto o turistico c’è poco, a parte i resort, ma la gente è eccezionale, allegra, vi sentirete bene, in questo paradiso!

Altri articoli