Indice dei Contenuti

Göbekli Tepe si vedrà in mongolfiera, il sito “punto zero della storia”

Il sito di Göbekli Tepe, si potrà vedere in mongolfiera, un’esperienza sicuramente entusiasmante. Questa nuova iniziativa, è appena iniziata, e tutti i voli sono previsti al’alba per permettere di vedere il sito, con una luce magica. sarà fatto tutto in sicurezza, secondo le regole anti covid. Quando questa situazione sanitaria sarà finita, sarebbe bello farsi un giro in mongolfiera, sopra il sito. Per informazioni sul volo contattatemi

Perchè è chiamato il punto zero della storia

Göbekli Tepe  si vedrà mongolfiera

Gli scavi, iniziati dal professore Klaus Schmidt, dal 1995 al 2014, hanno portato alla luce il piu’ antico complesso templare in pietra del mondo. La costruzione sembra iniziata ben 11.000 anni fa, quindi 7.000 anni prima della nascita delle piramidi. Anche se su queste , in special modo, riguardo la Sfinge, ci sono molti dubbi, da parte di alcuni scettici, sulla datazione.

Questa scoperta, diventa quindi un nuovo “ombelico del mondo”, una civilizzazione umana, molto piu’ antica di quanto si sia mai pensato. L’uomo 11.009 anni fa, quindi, non era un nomade cacciatore, ma un costruttore. Questa scoperta getta anche una luce nuova sulle tradizioni, che generarono il racconto biblico della Genesi. Göbekli Tepe, fu dichiarato patrimonio dell’UNESCO nel 2018

Dove si trova Göbekli Tepe

gobleky tepe mappa

Clicca sulla mappa, se la vuoi vedere ingrandita

Göbekli Tepe si trova in Turchia, a 18 km a nord- est dalla città santa di Şanlıurfa, presso il confine con la Siria, tra la catena del Tauro e la valle dove si trova la città biblica di Harran.

Come raggiungere Göbekli Tepe

Per arrivare a Göbekli Tepe, si parte da Istanbul, e precisamente dall’aeroporto Ataturk. Si prende il volo per Sanliurfa, puoi vedere i voli nella mia pagina trova il volo. Poi in taxi sino al sito, 27 minuti circa, con un costo che può variare dai 7 ai 10 euro.

Il sito di Göbekli Tepe

goebekly tepe
Foto da Wikimedia Coomons

Göbekli Tepe, in turco significa: “collina tondeggiante”. Il sito ifatti si trova su una collina tondeggiante, che domina la regione circostante. Il sito fu scoperto per caso nel 1990 da un pastore locale, e gli scavi furono iniziati 5 anni dopo, da una missione congiunta, Turca-Germanica, presieduta dall’archeologo Klaus Schmid.

Il sito presenta enormi megalitiche strutture circolari, e rettangolari: 40 circoli in pietra, e 200 colonne di sei metri, pesanti 15 tonnellate. Si pensa ci siano molti altri circoli, nella zona, per cui gli scavi continuano. Nella maggior parte delle pietre, vi sono incisioni di diversi animali quali: serpenti, anatre, scorpioni ecc. È probabile, che questi monumenti siano stati usati per rituali di natura probabilmente sciamanica. I caratteristici pilastri a forma di T, che sono scolpiti con immagini di animali selvatici, possono darci informazioni sul modo di vivere, e sulle credenze delle popolazioni, che vivevano nell’Alta Mesopotamia superiore circa 11.500 anni fa.

Il mistero di Göbekli Tepe

Göbekli Tepe  si vedrà mongolfiera
foto da Wikimedia Commons

Sembra impossibile che un gruppo di coltivatori seminomadi, abbiano potuto costruire, un così imponente complesso di templi, trasportando pietre di 40 tonnellate. Non sono state trovate tombe, nè segni di residenza umana, probabilmente quindi erano dei santuari.

Gli scavi infatti, hanno riportato alla luce 86 case, ad una ventina di chilometri. Precisamente sulla collina di Koertik. Sono datate circa 12.000 anni fa, quindi forse ancora piu’ antiche di Göbekli Tepe. Sotto i pavimenti delle case, sono state trovate sepolture. Erano forse le abitazioni di coloro che hanno costruito tutto cio?

Rimane il fatto che, come ho scritto in altri articoli del mio blog:a Stonehnge, Carnac, Micene, ed in altre parti del mondo, troviamo queste enormi pietre, che ad oggi, non si capisce come siano state trasportate! Ma si sa, noi non siamo il sale della terra!

Dove dormire a Göbekli Tepe

la città piu’ vicina al sito è: Sanhurfa, nel box sottostante potete vedere tutte le strutture

Fonti di questo articolo:

Altri articoli