Indice dei Contenuti

Firenze cosa vedere nella città dove nacque il Rinascimento

Ho sempre un pò invidiato chi vive a Firenze, perchè nel mio immaginario, uno esce di casa e si trova in mezzo all’arte, alla bellezza, al Rinascimento. Uno alza lo sguardo e vede la cupola del Brunelleschi, o quella piu’ bassa del Duomo. Le cupole, oltre all’Arno, possono essere un buon punto di riferimento, per un turista che viene per la prima volta a Firenze.

A Firenze consiglio di starci piu’ di un giorno, altrimenti vedrete poco o niente, solo la visita degli Uffizi vi impegnerà mezza giornata. Mi rendo conto anche, che raccontare Firenze in un articolo, è molto riduttivo. Farò quindi una carrellata alla quale seguiranno degli approfondimenti, il primo è quello che ho scritto sulla galleria degli Uffizi. Un ultimo suggerimento se non li avete mai letti leggete un libro o due di Vasco Pratolini, nei suoi libri, Firenze fa sempre da sfondo, e mentre si leggono i suoi romanzi sembra quasi di essere lì.

Come visitare Firenze

Prima di parlare di Firenze, espletiamo la burocrazia delle carte city pass. Io spero vivamente che alla riapertura dei musei, il nostro governo faccia degli promozioni, che siano d’incentivo alla visita dell’Italia, e delle nostre bellezze. Al momento Getyourguide non ha niente di interessante, l’unico sito dove trovare la Firenze card è questo: Firenzecard.it. Le 72 ore, con visita a tutti i musei è di 85 Euro, mentre i trasporti illimitati per 72 ore: 7 Euro. Se ci saranno delle novità, e lo spero, aggiornerò l’articolo.

La chiesa di santa Maria Novella

Firenze cosa vedere

Biglietti e orari

Prezzo: € 5,00 il biglietto comprende l’ingresso alla Basilica, al Cimitero degli Avelli e al Museo di Santa Maria Novella
Lunedì-giovedì:9.00-17.30;
Venerdì11.00-17.30;
Sabato9.00-17.30;
Domenica e festività religiose:
Luglio-settembre:12.00-17.30,
Ottobre-giugno13.00-17.30.

Se si arriva in treno, si arriva alla stazione che si chiama Santa Maria Novella, un edificio dall’architettura razionalista, ma appena si esce, si rimarrà incantati, dalla chiesa che si fa vanto, di avere, una delle piu’ belle ed imponenti facciate fiorentine. Questa, volta le spalle alla caotica piazza della stazione, mentre la piazza antistante, con i due obelischi fa da apripista al godimento della chiesa. E’ una delle piu’ belle chiese della città, fondata dall’ordine Domenicano, a partire dal 1242.

La facciata della Basilica è una delle opere piu’ importanti del rinascimento Fiorentino, con marmi bianchi mescolati, a quelli scuri, romanici. Nella facciata, sono anche inseriti alcuni riferimenti agli strumenti astronomici, due cerchi equinozionali. Nella cappella, e nella sagrestia, sono conservati capolavori di Strozzi, e affreschi di filippino Lippi. La cappella Tornabuoni ospita il capolavoro del Ghirlandaio: l’affresco dedicato alla Madonna. L’opera piu’ importante della chiesa è collocata nella navata sinistra: La Trinità con la Madonna e S.Giovanni del Masaccio.

Duomo e Signoria

firenze duomo

Le meraviglie che si concentrano qui sono talmente tante ed importanti, che durante la seconda guerra mondiale, furono risparmiate dai bombardamenti. Qui c’è un tassello della grande creatività, di tutti i piu’ grandi artisti, pittori e scultori dell’epoca. La cattedrale di Santa Maria del Fiore, sorgeva nel sito, dell’antica chiesa paleocristiana. I lavori iniziarono nel 1269, ma si interruppero con la morte dell’architetto Arnolfo di Cambio. Nel 1334 la direzione passa nelle mani di Giotto, che privilegiò la costruzione del campanile.

Nella seconda metà del trecento, ripresero i lavori, con con il progetto della Cupola di Brunelleschi. Il Duomo fu consacrato nel 1420. La cattedrale misura 153m. in lunghezza e 90 in larghezza, uno spazio che sorprende per la sua vastità. La cupola di Brunelleschi, ed il campanile di Giotto sono i due capolavori, del complesso religioso di Santa Maria del Fiore, chiamata Duomo. La cupola è ancor oggi un mistero nella storia dell’architettura. In questo articolo un approfondimento sulla Cupola di Brunelleschi

Il Battistero

Firenze cosa vedere

E’ il Dominus della piazza del Duomo, collocato nel centro, ha anche un ruolo metaforico, è il luogo dove la vita comincia nel battesimo cristiano. Dicono che Dante, si sia ispirato a quasti mosaici, ai quali lavorò anche Cimabue, per scrivere la Divina Commedia. Mosaici che raffigurano anche il giudizio universale. Caratteristica del Battistero è la sua forma ottagonale, con le tre porte bronzee, la prima di Andrea Pisano, e le altre due di Lorenzo Giberti.

Biglietti e orari

Il biglietto costa 15 Euro ed include Museo dell’Opera, la Cupola, il campanile, il Battistero, i resti di Santa maria Separata. Il biglietto ha una durata di 24 ore
DuomoLunedì-mercoledì e venerdì: 10.00-17.00;
giovedì:
10.00-16.00 (maggio e ottobre),
10.00-17.00 (luglio-settembre),
10.00-16.30 (gennaio-aprile, giugno, novembre e dicembre);
sabato: 10.00-16.45;
domenica e festività religiose:
13.30-16.45;
Giovedì Santo: 12.30-16.30;
Venerdì Santo: 10.30-16.30;
Sabato Santo: 11.00-16.45.

Chiuso: Natale, 1° gennaio, Epifania e Pasqua.
CampanileLunedì-domenica: 8.30-19.30;
Epifania : 8.30-14.00.

Chiusura annuale: Capodanno, Pasqua e Natale.
BattisteroLunedì-sabato: 11.15-19.00;
domenica e 1° sabato del mese: 08.30-14.00;
Lunedì di Pasqua, 25 Aprile, 1° Maggio, Giovedì Santo, Venerdì Santo e Sabato Santo: 08.30-19.00.

Chiusura annuale: Capodanno, Pasqua e Natale.

Ponte vecchio

ponte vecchio firenze

La storia del piu’ famoso ponte italiano, è legato alla visita di Hitler. Durante la seconda guerra mondiale, i tedeschi distrussero tutti i ponti della città, tranne Ponte Vecchio. Sembra che fu proprio Hitler a non volere il bombardamento su di esso, perchè era uno dei pochi a sapere, che il ponte al suo interno aveva un passaggio segreto: Il corridoio Vasariano, che percorse nel 1938 con Mussolini. O forse fu la bellezza del ponte a risparmiarlo. Oggi il Ponte Vecchio, ospita negozi di gioielleria, che in passato erano negozi di macelleria, riuniti qui sopra per evitare che gli scarti della carne, ed il sangue, producessero cattivi odori, nei vicoli del centro.

Palazzo Vecchio a Firenze

Firenze cosa vedere

Palazzo vecchio, si trova in Piazza della signoria. Un tempo era “off limits”, poi Matteo Renzi in qualità di sindaco, ha aperto i cancelli, per accedere ai cortili interni. Si può dire il palazzo del potere per eccellenza, visto che, ha ospitato il parlamento italiano, durante gli anni di Firenze capitale (1865-71) e per secoli è stato sede del Granducato di Toscana e della Signoria dei Medici. La struttura è imponente, con la torre di Arnolfo, che raggiunge quasi i 100 metri. Il primo piano ospita il salone del cinquecento, voluto da Savonarola, durante il periodo della repubblica Fiorentina, per accogliere 500 rappresentanti del consiglio cittadino. Ha un soffitto a cassettoni finemente decorati su progetto di Vasari , al quale si deve anche l’affresco, sulla parte opposta all’ingresso. Nell’elegante sala dei Gigli, vi è un bellissimo affresco del Ghirlandaio e la sala delle carte geografiche.

Biglietti e orari

Da Ottobre a Marzo9-19 escluso Giovedì 9-14
Da Aprile a Settembre9-23 escluso Giovedì 9-14
la Torre esclusa visita in caso di pioggia Ott. -Mar10-17 escluso Giovedì 10-14
Aprile -Settembre9-21 escluso Giovedì
Prezzo biglietto: Intero 10 Euro ridotto 8 euro
Biglietto Torre: 10/8 Euro
Museo+ torre14/12 Euro

Ci sono molte altre attrazioni e musei da vedere a Firenze, e le vedremo in un successivo articolo, ora vediamo cosa mangiare a Firenze

Cosa mangiare a Firenze

fiorentina

A Firenze, non si può non nominare la Fiorentina, che ha tutto un altro sapore, rispetto alle altre parti d’Italia. Per i Fiorentini deve essere molto al sangue, e certamente non è economica, per cui preparatevi. Poi il lampredotto, una trippa, la pappa col Pomodoro e la famosa ribollita. Tra i vini ci sono delle eccellenze italiane, come il Chianti , ed il Brunello. Per non farsi spennare, consiglio di allontanarsi dal centro, ed andare in qualche trattoria poco turistica.

Dormire a Firenze

A Firenze si possono trovare moltissime sistemazioni, dagli ostelli, ai Bed and Breakfast, agli hotel a 5 stelle, c’è solo l’imbarazzo della scelta. La piccola Maison è un appartamento nel pieno centro di Firenze, ad un prezzo molto contenuto, altrimenti potete guardare le 5.500 strutture premendo il pulsantone

Altri articoli