Everglades le foreste tropicali a Miami

Miami e le foreste tropicali di Everglades

Continuiamo con il nostro viaggio a Miami e dintorni. Everglades,

precedenti articoli sulla Florida:

foreste tropicali, niente mare, ma la scoperta di un parco meraviglioso, con animali che sembrano preistorici: i coccodrilli. Ma non solo, una fauna e una flora rigogliosa.  Non siamo in Amazonia, ma vi assicuro che queste paludi non vi deluderanno. Negli States, tutto ciò che concerne parchi, natura, è molto ben tenuto e molto ben organizzato

Visualizza mappa ingrandita

A chi è consigliato:

swamp

A chi non teme le zanzare, a chi ama gli animali, la natura  piu’ selvaggia, e soprattutto non teme il caldo umido.

In che periodo andare

Nella cosiddetta “dry season“, che va da fine ottobre fino a fine Aprile. Infatti in questo periodo finisce il periodo delle pioggie e le acque defluiscono, quindi è piu’ agevole visitare questo eco sistema

Come si arriva a Everglades

Da Folrida city, si prende la statale 9336, si arriva così all’entrata principale del parco: Ernest  Coe Visitor centre, il costo è di 10 dollari ad auto e vale sette giorni. 40 km piu’ avanti si trova il Flamingo Visitor Centre che si trova proprio sul mare, oltre vi sono le Bahams. Vi è anche un ingresso gratuito ma piu’ scomodo, da Naples si prende la US 41 e si raggiunge la città di Evergaldes, al Gulf Coast Visitor centre, da qui è gratuito, ma poi bisogna proseguire in barca. Qui il sito ufficilae del parco in lingua inglese

Tour di Everglades

alligatore

Vi sono molti tour per vedere Everglades, qui ne metto uno con l’idrovalante

Altrimenti si può fare in autonomia, si può percorrere il percorso della Anhinga trail, l’Aninga è un raro uccello americano nero, con collo lunghissimo e becco affilato. Su questo percorso potrete vedere, coocdrilli, lontre e lamantini e forse la pantera della Florida. Altro sentiero dove potrete trovare animali esotici è il Gumbo limbo trail, e per chi ama il bird wathcing: l‘Eco pond qui vi sono : aninghe, cormorani, ibis, e molte altre specie. Naturalmente, essendovi molte specie pericolose, attenetevi scrupolasamente, ai consigli dei rangers, non siamo Indiana Jones!! Molte volte ho visto (soprattutto in africa) fare cose sconsiderate, per fare una foto. Attenetevi ai consigli dei rangers, è il loro mestiere e sono lì per tutelare i turisti.

Conclusioni

I parchi negli USA, sarbbero da visitare tutti. Sono molto ben organizzati, con percorsi guidati e rangers molto competenti, nulla è lasciato al caso Almeno questa è stata sempre la mia impressione quando ho visitato un parco americano. Per cui, se si è in Florida e si ama la natura, andatevi a vedere questo parco, attenti solo alle zanzare, ce ne sono davvero molte, portatevi “chili” di repellente!!!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.