Indice dei Contenuti

Egna, Neumarkt cosa vedere nell’ antica città mercato

Egna, è un delizioso centro di origine medioevale, di qui anche se casualmente sono passati Durer e Mozart, ed hanno lasciato la loro impronta visto che Egna, è il principale centro culturale della bassa Atesina. E’ circondato da vigneti, ed alberi di mele, ed è stretto tra le rive dell’Adige e i boschi del Monte Corno, che è parco regionale. Egna è un gioiellino, nelle Dolomiti, con edifici in stile Veneziano, molti dei quali costruiti tra il XV ed il XVII secolo. Questi esibiscono i loro eleganti portici, a ricordo della grandezza passata, quando nella strada mercato, si facevano affari grazie agli scambi commerciali tra nord e sud, con in particolare il trasporto del legname per via fluviale.

Egna (Neumarkt) cosa vedere

Egna è un paese dove rinfrancare la mente e lo spirito, nella tranquillità tipica di questi paesi altoatesini, ordinati fino all’inverosimile, quindi se volete trascorrere un weekend tra le vallate delle Dolomiti, andare a fare delle passeggiate, mentre mangiate le mele a Km zero, Egna fa per voi.

Cosa vedere ad Egna

egna portici

Sono i portici, la particolarità di questo borgo, portici dove tutt’ora si svolgono attività commerciali e sociali. Si susseguono, con arcate con volte a tutto sesto, ed ad arco acuto. L’antica strada-mercato- è caratterizzata dalle cosiddette case a sala, la cui facciata principale è porticata, e rivolta verso la strada, mentre il cortile è retrostante, con costruzioni adibite al lavoro agricolo.

Egna (Neumarkt) cosa vedere

La centrale via Andreas Hofer, deve il suo nome al patriota Altoatesino, che nel 1809 guidò la sollevazione del Tirolo, contro le truppe Napoleoniche. Al protettore dei naviganti è dedicata la chiesa parrocchiale di origine romanica a tre navate, con campanile del XII secolo.

Percorrendo le odierne via Bolzano, e via val di Fiemme, si notano residenze e palazzi, costruiti tra il VX secolo e l’inizio del XX: l’hotel Posta, il Municipio, in stile barocco e la chiesa dei quattordici Santi Ausiliatori

Sulla via di Bolzano

egna nostra signora

Sulla via di Bolzano, si trova il sito archeologico della mansio Endidae, e sempre in direzione Bolzano, si arriva alla piccola frazione di Villa, con il complesso Klosterhof, del XVII secolo, e la residenza Schloessi, che sorge in cima ad una collina in mezzo ai vigneti. Ed ancora la chiesa tardogotica di Nostra Signora della Villa, ammirata in tutto il Tirolo, per la sua purezza di stile, e le pregevoli opere pittoriche. Fuori dal borgo la chiesetta di san Floriano del XII secolo

Come arrivare ad Egna

Egna (Neumarkt) cosa vedere

Dalla A22 del Brennero, prendere l’uscita Egna-Ora-Termeno, oppure S.Michele Mezzocorona. In treno si raggiunge Egna, prendendo il treno alla stazione di Mezzocorona.

Cosa mangiare ad Egna

kanederli

Oltre che al vino il Blauburgunder, un eccezionale Pinot nero, Egna è famosa per la sua produzione di mele. La sua cucina è una fusione tra quella trentina e quella mediterranea: canederli con speck, formaggio o fegato. Shuluttzkrapfen, mezzeleune di ricotta e spinaci, polenta con formaggio, zuppa d’orzo e verdure, grosti, patate arrosto con pezzetti di carne. Tra i dolci ricordiamo lo Strudel e gli Strauben, con marmellata di mirtillo rosso, Topfenknodel: canederli dolci con ricotta.

Dove dormire ad Egna

Ci sono diverse soluzioni per dormire ad Egna, dall’albergo storico Hotel Andreas Hofer, a semplici bed and breakfast

Tutte le strutture ad Egna

Altri articoli