Dubai l’Arabia che luccica

Dubai l’Arabia che luccica, e le sue contraddizioni

Sono stata due volte a Dubai, la prima molti anni fa, quando non ci andava nessuno, e non era turistica, e poi piu’ recentemente. Quando  arrivai all’aeroprto la prima volta rimasi basita. Mi aspettavo si la “svizzera del medioriente”, ma non così! Nel mio immaginario pensavo alle donne velate ed ai cammelli, invece mi ritrovai in un moderno fuoristrada, su una highway modello americano, illuminata a giorno,ed infine  in un moderno Hilton hotel, dove servivano gli alcolici! Le donne, comunque erano tutte velate,  si vedevano solo gli occhi, e non si potevano fotografare. Si capiva benissimo che eravamo in un paese arabo e non solo per il canto del Muezzin! E oggi?

fontane dubai

Dubai oggi, e le sue contraddizioni

Si percepiva anche anni fa che questo emirato stava puntando molto sul turismo! Non sono stupidi, anzi, sanno che il petrolio finirà! Per cui bisognava diversificare e l’hanno fatto direi alla grande! Hotel a 7 stelle, campi da sci nel deserto, isola artificiale, con lotti di terreno venduti allo star system, quindi, un luna park? Questo infatti mi aspettavo, la seconda volta, che ci sono stata e invece non è proprio tutto da buttare via. Ci sono tuttavia grandi contraddizioni. Come si conciglia di fatto tutto questo sfarzo con il  mondo islamico? Ricordiamo che nell’ Arabia Saudita, Wahabita, l’ala piu’ intransigente del mondo islamico, non vi sono nemmeno i cinema perchè nel corano non vi sono episodi legati al cinema. Ebbene, basta spostarsi di pochi chilometri da Dubai e si incontra l’emirato di Sharja, che fino a poco tempo fa guardava malvolentieri la “dissoluta” Dubai, mentre oggi vende i suoi pacchetti turistici, di capitale culturale degli emirati, ed ha costruito grandi hotel sui suoi chilometri di spiaggie ancora incontaminate. quindi tutto è “working progress”!!

Le primavere arabe?

Anche le primavere arabe non sono state ben viste, persone che hanno manifestato contro la famiglia Al Maktoum, sono state  arrestate. Tutto bene quando succede a casa degli altri come in Oman, ma a casa propria meno. Cosa farà quindi Dubai, in un medio oriente che ribolle?

Informazioni pratiche

      • Visto: passaporto, non è richiesto il visto per gli italiani, e all’arrivo vi metteranno il visto. Sul passaporto non deve esserci il visto di Israele.
      • Ho fatto una guida in pdf per tutti i visti del mondo gratuita, per chi si iscrive alla mia newsletter

    • Aerei: di solito si vola con l’emirates o l’Ethiad, sono circa 5 o 6 ore di volo



    • dall’Aeroprto alla Città: Dubai international airport: o il taxi, o la linea rossa della metro: orari 5 del mattino alle 24
    • assicurazione sanitaria : obbligatoria
    • Hotel: gli hotel non sono economici, come tutta Dubai, conviene prenotarli prima



Booking.com

Cosa non fare a Dubai, che è e rimane comunque un paese islamico

    • Non bere alcolici per strada, e non ubriacarsi. Gli alcolici si bevono  solo negli hotel e nei ristoranti che li servono
    • Non fumare per strada, il fumo non è ben visto a Dubai
    • Abbigliamento: per le donne: non portare abiti succinti,e troppo scollati. In spiaggia è bandito il topless, nelle moschee gonne ampie, spalle coperte, ed è meglio avere i capelli coperti
    • Abbigliamento per gli uomini: devono avere le spalle coperte, e non girare a torso nudo
    • Non dire parolacce, anche in italiano le capiscono
    • Il Venerdì non si va in spiaggia: è giorno di preghiera
    • usare solo taxi ufficiali, gli abusivi sono piu’ economici, ma non sono sicuri
    • Non andare nel deserto da soli, ma solo con guide esperte
    • Evitare effusioni in pubblico
    • Non porgete mai la mano a una donna che porta il velo, si porta la mano al cuore con un gesto veloce.

 

Cosa vedere a dubai

Chiaramente sono andata a vedere la cosa che piu’ mi era piaciuta, il

Dubai Creek

Il Creek, è il fiume di Dubai, che divide, Deira da Bur Dubai. Questo era una volta la via per il trasporto di merci per l’africa e l’Oriente, fu poi costruito un ponte, Al maktoum, che collega le due sponde, oggi vi circolano circa 9000 macchine all’ora e vi è anche un tunnel sotterraneo per il collegamento. Poi furono costruiti  altri ponti a 6 e 7 corsie,  che permettono un traffico di 26000 auto ogni ora. Una cosa senz’altro da fare, è un giro in Abra, tipica barca, specialmente al tramonto, per vedere il porto e la città di Dubai col sole che cala, costo un solo Dirham. Anche la passeggiata lungo la riva del Deira è notevole, si parte dal mercato del pesce fino alle bancarelle del Deira Spice souk, piu’ avanti si intravede la Deira twin towers, struttura a semicerchio alta 102 metri con 22 piani.

Bastakyia. la parte vecchia di Dubai, con il suo souk in strette viuzze e bancarelle. Qui bisogna vestirsi senza abiti scollati ed è un luogo abbastanza ignorato dai turisti. Qui ritrovo la vecchia Dubai, senza orde di persone e senza sfarzi. Le regole della contrattazione sono le stesse, tirare sul prezzo all’infinito

Quartiere di Al Faihidi

Sempre nella parte vecchia della città, questo è il quartiere da dove si è sviluppata  Dubai. Qui si possono trovare gallerie d’arte, negozi e ristorantini, non perdetevi il loro famoso tè!

Downtown: la parte moderna di Dubai

Il trionfo dell’ingegneria moderna, una skyline che lascia a bocca aperta. Non si può evitare il Dubai mall, il centro commerciale piu’ grande del mondo. Non è un normale centro commerciale qui c’è di tutto! Skyrink, pista di pattinaggio su ghiaccio, il Dubai acquarium, il secondo piu’ grande acquario sospeso nel mondo. 10 milioni di litri d’acqua dove si possono vedere tutte le specie marine. Gli ascensori che portano al grattacielo piu’ alto del mondo:Burji Khalifa, con gli ascensori piu’ veloci del mondo. La visita al 125 e 126 piano vale la pena farla, la skyline è impareggiabile, si tocca il cielo con un dito e si vede tutto il mare! Qui il link per la prenotazione. La velocità degli ascensori è di 18 metri al secondo e l’edificio è alto 800 metri, ed è una bellissima costruzione. Un’altra attrazione di Downtown Dubai, è il  Souk al-bahar, si raggiunge con la passerella pedonale che passa sopra il laghetto artificiale, qui troverte un pò di tutto, tappeti ,monili d’oro, pashmine, e avrete una vista privilegiata sulla fontana danzante: Dubai Fountain

Per ora concludiamo qui, nel prossimo articolo le spiaggie di Dubai ed il deserto,  e acquisti a Dubai un esperienza bellissima, meno per il portafogli!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Questo articolo ha 2 commenti.

    1. Si è da vedere, soprattutto per le sue contraddizioni, che tu sapresti senz’altro cogliere. Ciao Ferruccio e grazie

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.