Diani Beach kenia ed il parco marino di Kisite

Diani beach, a sud di Mombasa in Kenia. Il vero posto da cartolina! Parlare del kenia e dell‘Africa in generale, non è facile. Un posto di una grande bellezza ma anche di una grande miseria. Appena si esce dai resort, te ne rendi subito conto. Ma in questo articolo non voglio parlare nè di Mombasa, sulla quale farò un altro articolo nè dei tanti problemi che affliggono il Kenia.

diani beach spiaggia 2

Posso dire che a chi è stato in Kenia, nel bene o nel male gli rimarrà sempre dentro, e a chi vuole andare in questo paese, consiglio il libro: la Masai bianca, è una storia vera, di una donna che si innamora di un Masai e che va a vivere nel suo villaggio. Dà un pò l’idea di chi sia questa popolazione. Ma in questo post parlerò di Diani beach, dove la prima cosa che mi ha colpita oltre la magnifica spiaggia, il mare, e le palme, è stata la luce, abbacinante, una luce che solo qui ho visto. E poi l’oceano indiano che ci regala posti da sogno, chilometri di spiaggia bianca, e l’incredibile parco marino di Kisite, ed un cielo notturno sul quale sono stati scritti fiumi di parole decantando la sua bellezza!

Io a Diani beach, ci ho lavorato per cui sono partita “organizzata”, comunque se si vuole si può andare da soli. Per la sicurezza guardare sempre prima il sito della Farnesina, la bibbia del viaggiatore come la chiamo io. Il visto è necessario! Per i voli metto qui il link di Momondo, il motore di ricerca voli. Dall’aeroporto a Diani, si può utilizzare anche il transfer privato di getyourguide.

diani beach palme2

Poi se volete girare in loco potete noleggiare delle moto o motorini. La maggior parte della gente comunque, sceglie di andare organizzata, quindi in fondo all’articolo metterò i tour personalizzabili di Evaneos. Per quanto riguarda l’alloggio ci sono dei resort piu’ o meno belli, io ero al Leopard resort, un ottimo hotel. Per le escursioni, i safari ecc. potete prenotarli anche da lì. Ci sono i Beach boys, i ragazzi della spiaggia, che oltre ad offrirvi tante altre cose, vi offrono i tour, che sono poi quelli dei tour operator locali, qui dovete scegliere voi. Chiaro che con l’hotel o con una prenotazione dall’Italia si è piu’ sicuri. A molti turisti questi beach boys danno fastidio, di solito sono in gruppo e cercano di vendervi qualsiasi cosa. A me personalmente non hanno mai dato fastidio, forse perchè mi conoscevano, sono comunque simpatici, e se volete vi vanno a prendere il cocco su una palma ed in un minuto ve lo aprono, e voi potete bere questo fantastico nettare. Provate voi ad andare sulla palma!

Salute e vaccinazioni

diani beach spiaggia

Per il kenia, non è necessaria alcun tipo di vaccinazione, ma c’è il problema malaria e dissenteria. Per la malaria io personalmente la profilassi l’avevo fatta, poi ho dovuto smetterla, perchè sono farmaci che hanno delle controindicazioni. Chiedete all’ ufficio igiene della vostra città, vi consiglierà per il meglio. La dissenteria, molto spesso può venire, io non l’ho avuta ma altri si. Il cambio di alimentazione, il clima, ed anche il latte di cocco contribuiscono. Di solito dura un giorno o due, ed è un normale assestamento dell’intestino. Fate attenzione chiaramente all’acqua e al ghiaccio.

Quando andare

Il periodo migliore è da Novembre a Pasqua, negli altri mesi la stagione è piu’ umida e le spiagge possono riempirsi di alghe, che possono essere fastidiose. I resort impegnano molto personale per ripulirle, ma comunque ci sono.

Cosa fare a Diani beach

diani beach

A parte trascorrere le giornate in spiaggia e fare il bagno, potete fare wind surf, immersioni, snorkelling, ci sono anche dei centri di kite surf per i principianti. Poi per gli amanti del safari fotografico, si può andare al parco Tsavo e ad Amboseli, che è quello che a me è piaciuto di piu’, ma dei safari ne parlerò in un altro post. In giornata si può vedere il parco di Shimba Hills, ed il santuario degli elefanti: Mwalunganje, sempre molto interessanti, ed avere una visione della savana. Alla notte nei resort di solito si scatenano le danze, infatti hanno tutti una discoteca privata, dove vengono anche i locali. Anche Mombasa ha comunque una vita  notturna frizzante, ed è ricca di locali. Quello che consiglio vivamente è l’escursione al parco marino di Kisite

parco marino di kisite

diani beach

E’ un’escursione che si fa in giornata, si parte presto con le tipiche barche a vela, dhow e si raggiunge questo splendido atollo, in mezzo al mare. Qui si fanno bagni, si ammira la barriera corallina, si fa snorkelling in un mare cristallino. Descrivere i colori e la luce è impossibile, bisogna vederlo! Poi si mangiano dei succulenti granchi pescati qui e cucinati all’istante, con una salsina buonissima. L’unica avvertenza è stare attenti alle scottature, qui il sole è molto forte, e bisogna proteggersi, soprattutto la testa, i colpi di sole sono insidiosi. Per il resto è un’esperienza che non dimenticherete, a contatto con una natura bella e ancora incontaminata.

Guarda l’escursione al parco marino di Kisite

Naturalmente il Kenia non finisce qui, c’è tanto ancora da dire riguardo questo splendido paese, i parchi, le città e anche qualche considerazione, sull’acqua potabile per esempio, ma questo in un altro articolo

 

Altri articoli