Curaçao Antille Olandesi

Curaçao Antille Olandesi non solo liquore e zuppa d’iguana

Forse la piu’ bella isola delle Antille olandesi, quella con piu’ storia nella sua capitale Willesmstad, molto interssante, e la bellissima campagna costellata di antiche piantagioni. Anche le sue spiagge sono molto belle, siamo sempre ai Caraibi! La prima volta che sono arrivata a Curaçao, una bambina voleva vendermi un iguana, che portava legata con un guinzaglio sulla testa, mi disse che potevo farne un’ottima zuppa. Chiaramente, declinai l’offerta e le diedi dei soldi lasciandole l’iguana. Questa zuppa però mi aveva incuriosita, e scoprii in seguito che è una zuppa afrodisiaca creola tipica di queste parti. Io non l’ho mangiata essendo un animale protetto, ma  c’è comunque un unico ristorante che la cucina,il jaanchie’s Restaurant, questo è l’indirizzo facebook. Questo locale è un pò singolare, e a volte o quasi sempre l’iguana” finisce”,ma  non arrabbiatevi, mangiate le altre specialità creole!

Come arrivare a Curaçao

Per raggiungere l‘Hato international airport, di solito si usa la compagnia KLM, qui sotto potete vedere le migliori compagnie, anche le navi da crociera fanno sosta qui. Se volete vedere qualche offerta aerea andate nella barra laterale o sotto l’articolo, nella tendina verde: costruisci il tuo viaggio

Una volta all’aeroporto conviene prendere un taxi, si può poi noleggiare una bici, anche se non ci sono piste ciclabili,  un motorino, o l’auto. Ho fatto degli altri articoli sui Caraibi:

la storia di Curaçao

Abitata dagli indigeni  Arawak, fino all’arrivo degli spagnoli nel 1499, che si rivelò una vera calamità per gli abitanti, che furono o uccisi o deportati in altri paesi. La compagnie delle indie olandesi compare nel 1634 e con essa la schiavitu’, che finì nel XIX secolo con un declino economico, in quanto l’agricoltura consisteva  in coltivazioni di arance ed aloe. Oggi grazie la turismo ed alle raffinerie di petrolio proveniente dal Venezuela (purtroppo) le cose sono migliorate, ma non è ancora ai livelli della vicina ricca Aruba.

Cosa vedere a Curaçao

Questa isola ha una superfice di 471 kmq, sul litorale che costeggia la capitale vi sono i grandi resort, un terzo dell’isola è aspro e poco abitato, mentre una strada, circonda ad anello tutta l’isola.

Willemstad, la capitale

Questa è sia una moderna capitale dove si annida all’interno la vecchia città, molto interessante, con testimonianze di colonialismo, e ricca di musei. Lo spettacolare ponte regina Emma si apre per lasciare passare le grandi navi nel porto. La città di Willemstad, è divisa in due parti dal canale Annabaai: Otrobanda, antico quartiere operaio e Punda, tutte e due collegate dal ponte galleggiante Queen Emma. Proprio a Punda si trova Fort Amsterdam, con gli antichi bastioni ancora intatti e i colori delle antiche case coloniali. A Otrobanda c’è uno dei migliori musei delle isole caraibiche : Museo Kura Hulanda, con documentazioni della schiavitu’ passata. La parte vecchia è ricca di case dai mile colori e tutto intorno a Willmstad si estende il Cunucu , la campagna deserta con  vecchie case coloniche. A sud della capitale vi è l’enorme parco marino con migliaia di specie di pesci e per chi ama fare snorkelling la Caracas bay island

le spiaggie di curaçao

Si trovano quasi tutte a nord dell’isola, si parte da Piscadera bay, con vicino un tradizionale villaggio di pescatori, fino a raggiungere la bellissima Playa cas Abao, attraverso una delle piu’ belle e suggestive campagne caraibiche. Dopodichè si raggiunge  Soto, nell’interno, dove si può vedere una delle piu’ belle residenze coloniali olandesi: Santa martha. Qui vicino sulla costa si trova Playa lagun, altra spiaggia paradisiaca, e poi playa Knip, playa Forti e playa kaiki, qui vicino nel parco nazionale c’è un bellissimo museo di storia naturale.

Da annoverare inoltre in quest’isola è il carnevale, che si tiene subito dopo il Capodanno e le molte distillerie del blu curaçao liquore di quest’isola, fatto con scorze di laraha, tipica arancia di questa isola.

Cucina

A parte l’iguana, la cucina è semplice e sostanziosa tipicamente creola: jambalaja, e stufati oltre i formaggi di tradizione olandese.

Dove dormire

L’isola è ricca di resort, ma anche di hotel piu’ modesti. Ribadisco come negli altri articoli che i Caraibi non sono molto economici.

Curaçao, non è l’isola piu’ famosa dei Caraibi, ma chi mi segue sa che non amo i luoghi troppo frequentati. Non che questa non la sia, ma si può ancora respirare un pò di quei tipici ritmi caraibici, che ormai sono in via d’estinzione. Alla prossima!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.