Copenhagen cosa vedere

Copenhagen cosa vedere nella città con la filosofia Hygge

Arrivata a Copenhagen ho dovuto completamente rivedere la mia idea sulla popolazione nordica: fredda, glaciale. Avevo già dei dubbi quando, al Gran Premio di Monza nel 1999, il grande pilota finlanedese Hakkinen, dopo un suo errore , perse il Gran Premio. Dopo il ritiro si appartò in luogo del parco e pianse come un bambino. Quindi pensai: non sono poi così freddi! La conferma arrivò nel mio viaggio del nord. Piu’ andavamo verso il nord e piu’ la gente era cordiale, sorridente e sempre ben disposta a darti aiuti, consigli e a fare amicizia. Scoprii poi che i Danesi hanno una loro filosofia di vita chiamata Hygge.

Cos’è l’Hygge

L’hygge, sono andata poi a vedere su Wikipedia, è una filosofia di vita, cito:Il concetto di hygge non ha come fine la ricerca di una felicità momentanea, bensì di una felicità quotidiana, che contribuisce a generare un senso di appagamento nel lungo periodo. Anche secondo, l’Unione Europea, i cittadini Danesi sono i piu’ felici del mondo, hanno concentrato la felicità, non tanto sulle cose effimire quanto sulla  famiglia , sullo stare insieme nel calore della casa, che deve essere il piu’ accogliente possibile. Niente filosofie orientali quindi, ma solo il piacere di un abbraccio e, anche il clima ostile del nord e le brevi giornate invernali, li hanno spinti verso il focolare familiare. C’è anche un modo di mangiare Hygge, che consiste nel mangiare tutte le cose che danno piacere, anche quelle che fanno male! Cioccolato, maiale, e alcool. Le case devono avere molto arredamento fatto di legno, e materiali eco compatibili.

Cosa vedere a Copenhagen

Vediamo quindi le principali attrazioni di questa città, altri articoli sul nord Europa e sulla Danimarca


La Sirenetta di Andersen

Questa Sirenetta non ha avuto vita facile: dal 1913 sul porto di Copenhagen accoglie i visitatori. E’ di bronzo e, subì varie decapitazioni, tinture con vernci rosse e rosa, e taglio di un braccio. Rappresenta la storia di una Sirenetta infelice, come nella favola di Andersen, che sogna di camminare sulla terra per raggiungere l’uomo del quale si è innamorata. E’ molto fotografata ed è un pò il simblo di questa città.


Gairdini di Tivoli

Il parco divertimenti di Copenhagen, non è solo un parco con delle giostre ma molto di piu’. Ricco di spazi verdi molto curati, fontanelle e giochi d’acqua. Inoltre vi sono edifici con ogni attrazione, teatri, discoteche, bar, ristoranti, e musica alla sera, dal classico al rock, il tutto in un’atmosfera da fiaba, Se volete qui c’è il sito con le manifestazioni.


Il palazzo reale di Amalienborg

Il palazzo è tuttora abitato dalla Famiglia Reale, è però possibile visitare alcune sale. Eretto nel 1750 da Federico V è composto di quattro edifici identici, con all’interno un cortile ottagonale. E’ in stile roccocò, ed è una delle piu’ grandi opere di architettura danese. Al centro del cortile, la statua equestre di Federico V. Molto interessante è vedere anche il cambio della guardia, non imponente come quello inglese, ma sempre gradevole.


La Torre circolare

Questo è il piu’ antico osservatorio astronomico d’Europa. L’astronomo Tycho Brahe, studiò fin dal 1642 le stelle in questo edificio. Le ricerche dopo la sua morte sono continuate, e tramite una scala è possibile raggiungere la piattaforma esterna , è faticoso, ma ne vale la pena, in cima c’è una vista spettacolare, della vecchia Copenhagen. Si può usare anche il suo telescopio e così osservare le stelle! Non perdetevelo.


Museo nazionale di Copenhagen

Per rivivere la storia Danese, in un palazzo costruito da Federico V. La storia della Danimarca è raccontata in una sorta di” Son e Lumiere”. Si parte dalla preistoria, per passare al medioevo, fino all’età moderna. Sono annoverati scrittori come Georg Brandes, e molti altri. Un modo diverso per imparare la storia di questo paese.


Girare e fare acquisti per Copenhagen

Oltre alle visite di rito, Copenhagen è bella girarla a piedi o in bici, la strada principale degli acquisti è Stroget, via pedonale con moltissimi negozi, ma le cose piu’ interessanti le potrete trovare  nelle viuzze interne, con al centro i suoi canali. Non dimentichiamo infatti che anche questa città è una Venezia del Nord.


Come muoversi a Copenhagen

Girarla in bici se si ha tempo è la soluzione migliore, vi sono ben 390 Km di piste ciclabili. Inoltre esiste lo free bicycle token, cauzione 20 corone, che vi permette di lasciare la bici in luogo diverso da quello di partenza. Vi sono poi gli autobus e i costosi battelli sui canali. Per risparmiare potete fare la Copenhagen card dove sono inclusi i trasporti, e sconti per ristoranti e negozi oppure la Copenhagen pass per 48 ore. Si può usare anche per la metro che porta dall’Aeroporto al centro città.


Uscire alla sera a Copenhagen

Premettiamo una cosa questa è la 5° città piu’ cara al mondo, quindi i prezzi sono alti. Vesterbo, è il quartiere piu’ creativo, e ricco di localini della città, dove ascoltare musica e bere della birra, non restano aperti dopo la mezzanotte. I ristoranti possono essere costosi, per cui meglio i pub o piccoli ristorantini e guardare fuori la carta dei prezzi. Le specialità Danesi potete trovarle nel mio articolo Danimarca


Hotel a Copenhagen

Gli hotel sono costosi come tutto il resto, ma prenotando in anticipo si possono trovare delle buone guest house. Qui metto la cartina di Booking. con gli hotel


Booking.com

Questo Nord Europa sarà sempre piu’ interessante, piu’ si sale, piu’ gli scenari sono fantastici, per cui seguitemi nei prossimi articoli, andremo in Svezia, altro grande paese!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.