Chioggia cosa vedere nel luogo chiamato la “Venezia in piccolo”

Chioggia detta anche “la Venezia in piccolo”. Un gioiellino all’estremità della laguna veneta, un paese di circa 50.000 abitanti, la sesta città piu’ popolosa del Veneto. Ma numeri a parte, Chioggia, è un paese che ha mantenuto tutte le sue caratteristiche di città di mare, con i suoi “bragozzi” colorati, le tipiche barche da pesca di Chioggia, il mercato del pesce, e  le sue calli che molto ricordano Venezia.

Personalmente, quando vivevo a Padova, a Chioggia ci andavo spesso a comperare il pesce, quando era Natale o per qualche occasione particolare. Il mercato apre prestissimo, alle 4,00, e qui si trova il pesce piu’ fresco di tutto il Veneto, e non solo.

A chioggia, oltre il mercato, ci sono altre cose da vedere: la basilica, le chiese, i ponti, le calli, e poi la vicina spiaggia di Sottomarina, che per noi Padovani era un luogo dove andare a prendere i primi soli di stagione.

Altre località venete vicine che puoi visitare

Se hai intenzione di prolungare il tuo weekend in veneto, puoi visitare una delle tante località Venete, delle quali trovi gli articoli qui.

La storia di chioggia

chioggia 3

Chioggia, confina con la laguna Veneta a nord ed a ovest, con il mar Adriatico a est, ed a sud con le foci del Po, e le foci dell’Adige. Chioggia fondata anticamente  dai Pelasgi, divenne poi dominio Romano. Prova ne è, la sua struttura a reticolato geometrico, formato da un “cardo”, l’attuale Corso del Popolo, e un decumano. Le linee della piazza e dei canali sono verticali, e si intersecano con regolarità, con quella delle calli, a formare una quasi perfetta spina di pesce.

Chioggia, era importante per le sue Saline, ed il suo centro di produzione,” sal Clugiae”, era  considerato anche da Plinio, uno dei piu’ pregiati. Vi erano 72 recinti acquei, “fondamenti di salina”, che riuscivano a produrre 216 volte il fabbisogno della popolazione, in un anno. Il sale era un bene prezioso, che permise a Chioggia, numerosi commerci, e scambi di merce introvabili nelle zone lagunari.

Per fronteggiare le invasioni Longobarde, Chioggia si unì a Venezia, e fece parte della Repubblica, sino al 1797, anno in cui, cadde sotto il dominio Napoleonico. Con la terza guerra d’indipendenza, Chioggia venne annessa al nuovo stato Italiano.

Cosa vedere a Chioggia

chioggia.2jpg e1555752509617

A Chioggia, puoi trovare tante cose interessanti, una città che Carlo Goldoni, ha saputo sapientemente raccontare nelle sue “Baruffe Chiozzotte”. Vi sono, basiliche, chiese e palazzi, sulle sponde del canal Vena, ed i nove ponti, tra cui il piu’ famoso e fotografato ponte Vigo. Si può anche camminare un pò senza meta e bersi uno spritz, in qualche osteria, e mangiare uno spuncione, ma se volete vedere qualcosa di veramente unico, dovete essere qui presto e vedere il mercato del pesce

Mercato del pesce

chioggia mercato del pesce.2jpg

La pesca è sempre stata la maggiore attività per questa città Veneta. E’ situato tra Piazza del Popolo, e canal Vena, in prossimità di palazzo Granaio. Per entrarvi, si passa sotto il portale, a Prisca, scolpito da Amleto Sartori .

Il mercato è composto, da 30 postazioni, ed ogni pescivendolo ha il suo nomignolo. Il mercato apre alle 4.00, ed ha il pesce portato dai pescherecci, smistato prima, nel mercato all’ingrosso, anche questo a Chioggia,  che poi viene portato, anche nel mercato al minuto.

La tecnica di pesca permette di avere nei banchi, sia pesci ricercati, come sogliole e branzini, sia pesci piu’ “modesti “come: seppie calamari, granchi e molti altri tipi di pesce. E’ un mercato pittoresco, dove tante persone vengono per assaggiare le prelibatezze della cucina veneta. Questo il sito del portale del mercato, con tutti i numeri di telefono dei pescivendoli.

Cattedrale di santa Maria Assunta

chioggia cattedrale2

Il Duomo della città. L’esterno è molto semplice, con le statue dei santi patroni : Felice e Fortunato, e di fianco il campanile di 64 metri, ma all’interno, a croce latina, vi sono quattro altari laterali abbelliti dalle pale di Jacopo Palma il giovane, e Francesco Rosa, e notevoli bassorilievi. Degno di nata anche  l’organo a canne Callido

Basilica di san Giacomo apostolo

chioggia cosa vedere

Questa chiesa, contiene il ceppo dove si dice, sedette Maria con Gesu’ in braccio morto. Costruita nel 1740 in stile romanico. Oltre a contenere mirabili pale, attribuite una al Giambellino, ed una a Marinetti, un autore locale detto il” chiozzotto”, vi è l’importante affresco nel soffitto di 223 metri quadri che rappresenta la Gloria di san Giacomo apostolo, dipinta da Mauri.

L’icona della Madonna della marina, è oggetto di grande venerazione dei fedeli. Ritrovata per ispirazione di un sogno, da un ortolano, Baldassarre Zanon nel 1508, a Sottomarina. Questa  reggeva il corpo martoriato di Gesu’. Una statua che simboleggiava i molti peccati dei chioggiotti. Se questi non si fossero pentiti, ed espiato le loro colpe, una tremenda sciagura si sarebbe abbattuta sulla città.

La chiesa di Sant’Andrea, è famosa invece per il suo orologio piu’ antico del mondo, costruito nel 1806 dalla famiglia Dondi. Da annoverare anche, la chiesa della Santissima Trinità, e la chiesa di san Domenico, che sorge su una piccola isola separata da Chioggia dal canale San Domenico.

Manifestazioni ed eventi a Chioggia

chioggia cosa vedere

Anche a Chioggia, si festeggia il famoso carnevale, in stile Veneziano. A Maggio la festa popolare dedicata a Santa Maria Ausiliatrice, a Giugno il palio della Marciliana, con tornei in stile medioevale, e a Luglio la sagra del pesce con stands gastronomici.

Come arrivare a Chioggia

Da Padova: la ss 516 direzione Piove di sacco-Sottomarina-Chioggia. Da Bologna, A13 con uscita Padova sud.

Dove mangiare e dormire a Chioggia

Il pesce qui la fa da padrone, in quasi tutti i piatti, ci sono diverse osterie: osteria da Penzo, osteria da Nicola e la Taverna. Ottima la trattoria al Tavernello. Per quel che riguarda il dormire, ci sono diverse sistemazioni, soprattutto nella vicina Sottomarina, località balneare, con tantissimi hotel, che potete trovare qui.

Chioggia, è un piccolo gioiello, puoi dopo la visita, se ami crogiolarti al sole, andare ad abbronzarti nella vicina Sottomarina, dove si dice ci sia una particolare sabbia, ricca di vetro, che assicura una splendida tintarella! Io ne sono sicura, l’ho presa piu’ volte, ed era un’abbronzatura caraibica !

Altri articoli