Cappadocia terra di dervisci rotanti

Cappadocia terra di dervisci rotanti

la Cappadocia è situata nell’Antatolia centrale, in Turchia. Ho già scritto un tour sulla Turchia e le informazioni pratiche e il tour li potete trovare lì

la Cappadocia è veramente un posto bellissimo, magico ma prima di parlare della visita vorrei parlare dei dervisci

Chi sono i dervisci

Abbiamo assistito a queste danze mistiche in un caravanserraglio a Goreme, capitale della Cappadocia. I miei studi di filosofia orientale mi hanno portato ad approfondire questa magica danza, di origine persiana. Qui ne farò un sunto, le informazioni sono prese da wikipedia, e da dei vecchi libri che ho a casa. I Dervisci praticano il Sufismo, le origini di questo sono molto incerte, si pensa che sia addirittura una filosofia esistenzialista preislamica. Quetsa rimane comunque una corrente trasversale, con correnti sciite e sunnite. I dervisci turchi: Medlevi praticano una danza roteante, per raggiungere l’estasi mistica. Queste danze sacre sono una trasmissione dei” misteri “che si raggiungono dopo una lunga preparazione. Essi sono perlopiu’ mendicanti, votati alla povertà.

Dopo molti anni di pratica, di questa danza, essi arrivano ad  evitare squilibri tra le varie parti del corpo: motorio, intelletivo e emozionale, e il derviscio acquisisce uno stato di super coscienza. Questa è chiamata “comunione con Allah”, quando cioè  il derviscio tramite i movimenti del corpo non ha piu’ alcun controllo su di sè, ne sulle situazioni circostanti, ma solo un contatto con “forze superiori”. per raggiungere questa forma di estasi. I maestri usano una specie di singolare albero,  per mostrare le varie posizioni nelle quali il derviscio deve rimanere immobile per lungo tempo, e prendere coscienza di sè. Oggi molte danze sono puramente turistiche, quella che abbiamo visto noi, in parte lo era, ma poi un derviscio si è fermato a lungo con noi, spiegandoci in parte quello che vi ho appena detto. Sicuramente questa è una danza ipnotica, degna comunque di essre vista.

La cappadocia

Quando si arriva in Cappadocia sembra di essere sbarcati sulla luna! la capitale è Goreme. Questo altipiano di origine vulcanica,è in prevalenza costituito dal tufo che è  stato eroso per millenni dal vento, formando questi “camini” che sembrano sculture fatte da esseri umani. Queste valli subirono varie colonizzazioni, prima terra degli ittiti poi, persiana, ellenistica con la conquista di Alessandro Magno, Romana e Bizantina. Nel periodo romano molti cristiani si rifugiarono qui, ed infatti nelle grotte vi sono dipinti dei santi e cristo, in stile bizantino, molte volte con un terzo occhio. Si rifugiarono anche in tunnel sotterranei dei quali parlerò piu’ avanti. Con l’impero bizantino, nel periodo iconoclasta, che negava la riproduzione di immagine sacre, molti cristiani raggiunsero anche l’odierna Matera, che molto assomiglia alla Cappadocia, e le immagine subirono gli “sfregi” bizantini.

I camini delle fate

Queste particolari forme rocciose possono essere alte da 1 o 2 metri fino ad un massimo di 40. All’interno si visitano queste grotte, con bellissimi dipinti, e si possono fare anche dei giri in mongolfiera all’alba o al tramonto in modo da vedere tutta la valle dall’alto.

la città di “Derinkuyu” 

Questa è una città sotterranea: i labirinti oscuri di “Derinkuyu” e le sue sorelle. Queste sono città sotterranee incredibili, sconosciute sino al 1963 e scoperte per caso. Ancora oggi rimangono ammantate da un fitto mistero, sia riguardo a chi fossero i suoi abitanti, sia al perchè furono costruite queste immense città sotterranee. Si presume fossero abitate dai cristiani, ci sono chilometri di cubicoli sotterranei, dove vivevano, e dove stipavano le masserizie, tra cui molto vino. Si pensa infatti che dato il tipo di vita, queste persone bevessero molto. E’ una visita sconsigliata a chi soffre di claustrofobia, per tutti gli altr,i passato il  primo momento, all’entrata un pò claustotrofobica, poi si procede bene.

Hotel a Goreme


Booking.com

Questa visita è consigliata in primavera, estate, in inverno può nevicare, se vi piacciono i monili d’argento qui ci sono diversi laboratori, con buoni prezzi.

la Turchia ci ha riservato grandi sorprese, è una terra magnifica se non ci siete mai stati cercate di andarci!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.