California sulla Route 1

California, Route 1

La route 1 California, non è solo una strada

E’ un modo di scoprire la California attraverso una delle piu’ belle strade litoranee. La prima volta che ho percorso la Route 1 col mio  compagno di allora, ci fermavamo ogni momento nei Vista Point, perchè tutto ci ricordava il film “Un Mercoledì da leoni” da vedere assolutamente, se si va in California.

La Route 1 si estende da Leggett, 300 km sopra S.Francisco, fino a sud sotto SanDiego, è parallela e, a volte e comune alla route 101 a Ventura, al Golden gate e a Santa Barbara. Io l’ho fatta in macchina per raggiungere S.Francisco da S.Diego, e per farla ci può volere un giorno due o tre, piu’ il tempo per soggiornare a Los Angeles e San Francisco. Dipende da quanto ci si vuole fermare nei bellissimi paesi che si attraversano. Io consiglio di farla, se si può,  in tutta calma, e di fermarsi molte volte, perchè il panorama, i paesi che si incontrano sono tutti spettacolari.

Come arrivare e come muoversi:

      • Aerei: Di solito bisogna guardare le offerte molto tempo prima:klm, Luthansa, Air canada, fanno dei voli con un solo scalo, per i voli interni: se si viene ad esempio da NewYork, vi sono molte compagnie aeree interne, che devo dire una volta erano molto piu’ convenienti, comunque ci sono la United, laAlaska Airline e la famosa American Airline ed altre, bisogna guardare anche qui le offerte e prima si prenota meglio è.



    • Auto: l’ho già detto nel mio articolo consigli di viaggio America viaggiare negli states è” easy”, e ancora piu’ easy è noleggiare un auto. Per nolleggiarla è indispensabile la carta di credito, American express, Visa mastercard. Per noleggiarla occorre la patente internazionale,(non in tutti gli stati) ed il passaporto, se si lascia l’auto in una località diversa da quella in cui si è noleggiata bisogna pagare il Drop off che di solito non è economico.
    • Non risparmiate sull’assicurazione di solito c’è la Kasko, e guardate bene la macchina prima di ritirarla, eventuali ammaccature se non sono segnate, fatele presenti. Le migliori compagnie sono hertz, Alamo, Avis, poi ci sono siti di comparazione vedi box fine articolo. Per maggiori informazioni potete leggere il mio articolo consigli di viaggio America

  • Pedaggi: per la route 1 e 101 non ce ne sono, solo alcuni ponti esempio (Golden Gate)
  • Hotel: anche qui tutto easy: vi sono molti Motel sulla strada, la famosa catena Six motel, e Super 8, sono puliti, stanze spaziose, a volte lavanderia e breakfast, io non li ho prenotati prima, quando si viaggia “on the road”, non si sa dove ci si fermerà, è meglio deciderlo al momento. L’importante è arrivare nel primo pomeriggio, perchè soprattutto nei weekend si riempiono in fretta.
  • Cibo: negli States si può mangiare a tutte le ore, se però si vuole qualcosa di diverso dall’hamburgher, ci sono graziosi ristoranti, e la cucina è varia, chiaramente in California la cucina Messicana è di rito. Anche il vino californiano ora è di grande qualità, ma si fa pagare, oppure si può optare per il vino alla “spina” piu’ economico, ma piu’ fruttato.
  • Sicurezza: In California particolari problemi non ce ne sono, fatta eccezione per Los Angeles,e San Francisco, dove in certi quartieri (tipo Los Angeles est) è meglio non andare e comunque non c’è niente da vedere.

Sulla route 1:

San Diego, Los Angeles, Santa Monica, Monterey, Carmel-by-the-sea

 

Partenza da

 [San Diego, nello slang californiano, Sandy Ego, bellissima città, è la seconda metropoli della California,  è una città veramente a misura d’uomo. Colpiscono le sue bellissime spiaggie tutte free, dove le persone con in macchina la giacca e cravatta vanno a surfare sull oceano pacifico, prima o dopo il lavoro. I parcheggi sono enormi, e ben inseriti, la spiaggia pure grande e pulita. Si può mangiare del buonissimo cibo messicano nella.

Qui l’articolo sulle piu’ belle spiagge di san Diego e la filosofia del surf:

San Diego le migliori spiagge, e la filosofia del surf

 

Old Town primo insediamento messicano e passeggiare tra le case in stile coloniale.

Il clima è tipicamente californiano mai meno di 15* e mai piu’ di 25*. Sulla costa del pacifico verso sud troviamo la splendida

La Jolla e la Coronado island raggiungibile con il Coronado Bridge, dove sorge il famoso hotel del Coronado, dove fu girato il  film con Marylin Monroe “A qualcuno piace caldo”.

Da non perdere il

Balboa Park per una pausa tra natura e cultura, qui infatti ci sono diversi musei, il san Diego museum of Art è uno di questi, e spesso vi sono dei concerti all’aperto. Se andate con i bambini, una visita simpatica può essere

Sea World, un parco di divertimenti acquatici con delfini, orche (Shamu) che fanno acrobazie, e grandi salti. Proseguendo verso nord troviamo

Long beach, dove palme e oceano fanno da sfondo. Nel cuore del centro di long Beach si trova Pine Avenue e il suo susseguirsi di ristoranti e caffè negli edifici storici, che ricordano il midwest americano. Questo posto alla moda attira i Californiani, che vengono qui a rilassarsi.

Long Beach

Dopo la sosta a Long beach si arriva a

Los Angeles

la città degli angeli. Il centro della città (downtown) non offre molto, queste sono tutte città “giovani”, che chiaramente hanno poca storia. Los Angeles e i suoi dintorni  non sono semplici da girare, munitevi di un buon navigatore satellitare, o di una dettagliata cartina, perdersi è facile. Si perdono anche i Californiani, e nelle ore di punta “quasi sempre” c’è un gran traffico. Le stazioni radio consigliano le highway meno battute in continuazione. Questo è un buon servizio per chi ha una gran dimestichezza con il fitto intersecarsi delle freeway. Da vedere senz’altro sono

l‘Hollywood boulevard con l’Hollywood Walk Frame strada creata nel 1958 per rendere omaggio alle stelle dello spettacolo.

hollywood

Il golden triangle , l’anima commerciale di Beverly Hills. I suoi negozi, ristoranti e boutiques sono tra i piu’ famosi al mondo, e spicca tra tutte la nota

Rodeo Drive, dove bisogna avere il portafoglio molto gonfio solo per avvicinarsi alle vetrine.

Gli Universal Studio, che includono piu’ di 500 set, la visita richiede minimo mezza giornata. Qui potete vedere i set dove furono girati i piu’ famosi film. Se siete fortunati potete vedere qualche stella del cinema che sta lavorando al suo ultimo film. A me la cosa che piu’ mi è piaciuta è stata vedere gli stuntmen e le loro acrobazie, ero titubante all’inizio circa questa visita, ma poi una volta dentro mi sono divertita molto

I dintorni offrono molto di piu’:

Hollywood la cui scritta troneggia sopra Los Angeles,

Pasedena, sobborgo una volta abitato da artisti, commediografi che venivano qui a svernare e che oggi vanta di  grandi istituzioni culturali tra cui il Norton Simon Museum, ricco di quadri di grandi maestri, e impressionisti.

hollywood boulevard

Poi la mia preferita:Santa Monica col suo fantastico molo, la sua enorme spiaggia, per la quale Jane Fonda, ha istituito un fondo per la sua conservazione. A ovest di L.A. troviamo la famosa

Venice con le sue piste ciclabili, l’enorme spiaggia e gli infiniti negozi e chioschi che vendono ogni tipo di cibo etnico. Qui fu fondato il famoso gruppo the Doors.

Lasciando Los Angeles e i suoi dintorni verso nord troviamo la bellissima

Santa Barbara. Questa è una rarità nella california del sud per il suo stile architettonico unico. Abitata da molti studenti che danno un tocco informale alla città,  una volta era un antico presidio spagnolo.Infatti oggi vanta di avere la “Queen of Mission” una delle piu’famose e belle missioni dello stato. Non molto lontano non si può non menzionare

“Disneyland l’immenso parco divertimenti non solo per bambini. Proseguiamo sempre verso nord fino alla penisola di

Monterey, per chi ama le vie panoramiche si può visitare la penisola lungo la strada a pedaggio: 17 mile Drive. La straordianaria bellezza del luogo ha attirato l’attenzione di molti ricchi che vi hanno costruito le loro ville. Qui vi è anche il pittoresco villaggio sul mare di

Carmel-by-the-sea, vedi articolo:

Il viaggio prosegue per

San Francisco cosa fare

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.