Brexit e viaggi a Londra

Brexit e viaggi a Londra cosa cambia per i viaggiatori

E’ ufficiale dal 31/01/2020 il Regno Unito è fuori dall’Europa. Bye bye! Dopo molti rinvii, l’Europa divorzia ufficialmente dagli Angolsassoni. Grandi festeggiamenti il 31 Gennaio, sembrava Capodanno, così riporta  il racconto di una Sanremese a Londra in Riviera 24.it. Campane, che suonano a ,e cittadini fuori nelle strade a festeggiare. Non usciranno a passo di danza dalla UE , ma questo si sapeva già, e non proprio tutti sono entusiasti, ma “dura lex sed lex”. Ma cosa cambierà per chi deve recarsi a Londra, e nel Regno Unito, quali documenti saranno necessari? Ve lo spiego in questo articolo, se  se ci fossero cambiamenti aggiornerò la pagina. Altri articoli su Londra:

Brexit e viaggi a Londra servirà il passaporto?

brexit-e-viaggi-a-londra

Fino al 31 Dicembre del 2020 si potrà andare con la carta d’identità, meglio se elettronica, leggi il mio articolo, Londra consigli utili, o con il passaporto, per un soggiorno inferiore a tre mesi. Per maggiori informazioni puoi leggere l’articolo della Farnesina, perchè tutto il 2020 sarà un periodo di transizione E’ probabile anche che i controlli alla dogana, siano piu’ lunghi, quindi armiamoci di santa pazienza.

Sarà necessario il visto?

visto Londra

Fino al 31 Dicembre no. Dal  2021,  Boris Jhonson, e i conservatori, hanno presentato un piano dettagliato, sull’immigrazione. Si dovrà fare un visto elettronico  online, tipo Esta, da fare, almeno tre giorni prima della partenza. Il periodo di permanenza non dovrà superare i tre mesi.

Tessera sanitaria

Per questo anno di transizione le nostre tessere sanitarie sono ancora valide. Dal 1 gennaio 2021, come afferma anche l’Unione Europea, bisognerà avere un’assicurazione privata, perchè con le nostre tessere sanitarie non potremo piu’ accedere al servizio sanitario inglese. L’Unione Europea consiglia anche, che per viaggi lunghi nel 2020 è meglio munirsi di un’assicurazione privata extra

Qui puoi scaricarti la mia guida gratuita per Londra con itinerari, cartine e mappe della città, basta iscriversi alla Newsletter

Guida gratuita Londra

Il roaming telefonico

Da un pò di tempo possiamo usare i nostri piani tariffari in tutta Europa, compresa la Gran Bretagna, con la legge entrata in vigore il 15 Giugno 2017. Dal 2021, non sarà piu’ così. O faremo riferimento al nostro operatore telefonico, per i costi fuori dall’Europa, o penso ci si comprerà un sim card Inglese, come facciamo adesso, nei paesi al di fuori dell’Unione Europea

Con la Brexit ritornerà il Duty free?

Attualmente il franchising Duty free è disponibile quando si viaggia in un paese extra europeo, quindi a logica dovrebbe diventarlo anche il Regno Unito, ma è ancora presto per dirlo. Nel caso si può consultare il sito: Your Europe

Brexit e il viaggio con un animale domestico

brexit-e-viaggi-a-londra

Al momento per l’anno di transizione sono valide le attuali norme ossia:

  • Microchip o tatuaggio,
  • Vaccinazione contro la rabbia, che deve essere fatta 21 giorni prima del viaggio
  • Pet passaport (fatto dal veterinario)
  • Trattamento antivermi, che dovrà avere effetto, da 1 a 5 giorni, prima del viaggio in Gran Bretagna

Nel 2021 , sarà bene recarsi con anticipo dal veterinario, si può consultare anche il sito, per gli animali domestici:Visitbritain

Per concludere avete capito che per il 2020 non cambia quasi nulla, e se vorremo andare a Londra nel 2021, dovremo andare col passaporto ed il visto. Ce ne faremo una ragione, i conservatori, e non solo, hanno voluto andarsene, ma forse, ci sono stati sempre malvolentieri, o perlomeno una parte della popolazione. God save the Queen!

Fonti di questo articolo.

Il sole 24 ore

Visitbritain

Ambasciata italiana a Londra

Altri articoli