Bangkok cosa vedere

Bangkok cosa vedere nella città dei templi

Ogni volta che sono arrivata all’aeroporto di Bangkok, la città dei templi, mi è sembrato di essere a casa. Sono stata diverse volte in questa città e l’ho vista cambiare negli anni, in meglio! Ci sono tante cose da vedere, templi, mercati galleggianti, ecc. ma la cosa che mi piace di piu’ di questa città è la gente, sempre cordiale, sorridente, che ti mette a tuo agio. Bangkok è anche una città frenetica, con un traffico che a volte è congestionato, ma muoversi  qui non è poi molto complicato

Come arrivare in città dall’aeroporto

Dall’aeroporto Suvarnabhumy International

trasferimento in hotel:

distanza 30 km tempo 30 a 50 minuti

transfer privato 28 euro 2 persone:

treno

Airport train costo 0,50 ad 1 euro a testa

porta alla metropolitana MTR o allo sky train metro sopraelevata

se però arrivate di notte quando questi sono chiusi, affidatevi ai taxi, a Bangkok sono ancora economici, però attenzione alle truffe, bisogna contrattare sul prezzo, e il tassametro deve essere impostato sui 35 bath. Rifiutate il prezzo fisso.

Tour operator privato perchè scieglierlo

Avere una guida a Bangkok, come nel nord della Thailandia, può essere vantaggioso. Ci si muove con una persona esperta, che conosce tutti i siti e ce li spiega. Niente stress da trasporti, metro, tuk tuk, taxi. Ci viene a prenedere  in hotel e ci scorrazza per tutta Bangkok. Sa tutti gli orari di apertura e chiusura dei monumenti, i giorni in cui sono chiusi. In fin dei conti siamo in vacanza, ed è un piccolo lusso che possiamo concederci. Quello con cui lavoro io ha anche guide in Italiano. Bisogna dirlo con un pò di anticipo, d’altronde quando prenotiamo un aereo lo facciamo molto tempo prima! Come contattarlo è semplicissimo vai alla mia pagina contatti e compila il form, essendo piu’ specifico che puoi, in due giorni al massimo avrai il tuo preventivo e potrai costruire il tuo tour come piu’ ti aggrada, vuoi informazioni?

 

Come muoversi a Bangkok

 

Vale la stessa cosa di cui sopra, o la metro o lo skytrain metro sopraelevata, i taxi, o i battelli sul Chao Praya, oppure i Tuk Tuk, motorini con dietro una carrozzella. Con i battelli siete fuori dal caos cittadino e vi muoverete piu’ velocemente.

Cosa vedere a Bangkok

 

Palazzo Reale

 

L’intero complesso del palazzo è grande 2 km e mezzo ed è tutto circondato da mura bianche. Dal 1875 è la residenza reale, e tuttora vi sono ricevimenti reali e cerimonie di stato. Si trova sulle rive del fiume Chao Praya, ed è costituto da

Cortile interno: dedicato interamente al re alla sua famiglia ed alle concubine

Cortile esterno: sede dei ministeri

Cortile centrale: dove sorgono i palazzi, dove il re riuniva la corte. Uno dei palazzi piu’ famosi è il:Chakri Mahaprasad Hall, in uno stile thai classico ed un misto di rinascomento italiano.

Wat Phra Kaew: il tempio del Buddha di smeraldo, una delle statue piu’ importanti per i Buddisti. E’ il tempio piu’ importante di tutto il paese, la statua è piccola e alta solo 70 cm. la si può vedere solo da lontano e non si può fotografare.

L’ingresso costa 500 bath, aperto dalle 18,30 alle 15,30. L’abbigliamento deve essere consono al luogo, niente canottiere, sandali, insomma non si è al mare!

Wat Arun

Forse il tempio piu’ bello di Bangkok, significa tempio all’alba. Sempre sulle rive del Chao praya, si può raggiungere con i traghetti locali. Consiglio di salire in cima al tempio, e di vedere tutto lo splendido panorama. Ovunque vi sono mosaici e porcellane finissime, è uno spettacolo!!

Wat Po

Tempio del Buddha sdraiato. Costruito dal re Rama I, è una delle cose imperdibili di Bangkok. La statua è lunga 46 metri per un’altezza di 15 metri, è immensa! Anche qui si raccomanda un abigliamento adeguato, questo per i Buddisti è un luogo sacro!

Chinatwon

Come ogni città orientale che si rispetti, Chinatown non può mancare. Non sono una grade fan di queste Chinatown, anche perchè secondo me le piu’ bella è a Singapore,  e vista quella le hai viste tutte! Hong Kong poi è un’immensa Chinatown! Comunque la metto ugualmente per gli appassionati delle Chinatown orientali. E’ sul fiume Chao Praya, vicino ai templi. Vi sono le bancarelle di anatra laccata e gli infiniti negozi di cineserie. La classica confusione e caos cinese non mancano! Come le enormi insegne luminose!

Parco di Lumphini

Grande 142 acri, è il Central Park di Bangkok, il suo polmone verde. Se si ha tempo rilassarsi qui dopo le visite ai templi è un toccasana, per la mente e per lo spirito.

Pratunam

La zona commerciale di Bangkok, con enormi centri commerciali, e bancarelle lungo la via. E’ molto stancante, piu’ che vedere i templi. Vi sono moltissimi grandi magazzini e centri commerciali molto belli. I prezzi sono piu’ bassi che in Italia, e si trova di tutto! il supermercato della tecnologia è enorme ,10 piani di computer, televisori, smartphone, cd, dvd, per me una meraviglia, non sarei piu’ uscita! Se avete bisogno di qualcosa di tecnologico, compratelo qui, costa molto meno. A me Pratunam è piaciuto piu’ di Chatuchak, il mercato del weekend.

Il cibo di strada a Bangkok

Se non si mangia qualcosa per strada si può dire di non essere stati a Bangkok. Qui tutti mangiano per strada! Pesce arrostito, Pad Thai: noodle con verdure, anacardi e gamberetti, Lap: carne con peperoncino e riso, zuppa di gamberi e frutta, e tantissime altre cose.

Dove dormire a Bangkok

Sicuramente vicino al fiume Chao Praya, io a Bangkok ho sempre rotto il salvadanaio e sono andata allo Sheraton royal orchid, oggi ne hanno costruiti di piu’ belli ma questo ha un fascino, ed un’eleganza particolare. Un hotel unico. Caro? Per gli standard Thailandesi si, per i nostri un pò meno, ma vi assicuro che ne vale la pena!

Bangkok non finisce qui nel prossimo articolo parlerò del  mercato galleggiante e Ayuttaya, l’antica Bangkok. Alla prossima allora!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

 

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Questo articolo ha 2 commenti.

    1. L’unica controindicazione dell’Oriente è che poi ci vuoi ritornare! Un saluto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.