Banff Canada e i nativi americani

Banff Canada, nelle Rock mountains, e i nativi americani

Banff è una città molto carina nel cuore delle Rock Mountains, ma non si può secondo me parlare di queste terre senza parlare di coloro che ci abitavano, prima dell’arrivo dell’uomo bianco. Questo è un tema che mi sta molto a cuore, anche perchè in una riserva indiana ci sono stata per un pò e ne ho parlato nel mio articolo:

Anche nell’America del nord ed in Canada furono compiuti dei massacri contro la popolazione, come  il noto sterminio dei bisonti, che era la loro fonte di sostentamento, ed altre barbarie. Ho letto però volentieri un articolo nel sito: Firstline che cita: anche i nativi del Canada ora alzano la voce, mai piu’ passivi! E meno male dico io, dopo secoli di soprusi, gli indiani alzano la testa! Il tutto dovuto ad un disegno di legge, se pur possibile ancora piu’  discrimanatorio nei loro confronti!

Un sistema scolastico che oltre a non garantire un’istruzione di base, negava l’insegnamento delle loro culture e tradizioni, dipingendole come demoniache, e attuava molte ulteriori restrizioni, come celebrare cerimonie tradizionali, coltivare la terra con attrezzi meccanici, e possedere alcolici, fino ad espropiarli di quelle poche terre rimaste. Con la legge chiamata Bill C_45, gli si toglieva praticamente tutto, anche l’uso dei fiumi. Così quattro donne, iniziarono una campagna di marce e manifestazioni pacifiste al grido di: Idle no more! Mai piu’ passivi! Viene creata anche una pagina facebook, che raccoglie moltissimi followers. Quindi il manifesto di quasi un milione di nativi americani prosegue, sperando che il paese, uno tra i piu’ ricchi al mondo, conceda a questi cittadini di serie B, i pari diritti come a tutti gli altri. Ma ora, dopo questo preambolo, parliamo della splendida cittadina di Banff.

Banff cosa vedere

Banff è una graziosa cittadina, che si trova all’interno del Banff National park. Questa ha avuto la sua massima notorietà durante le olimpiadi del 2010. Banff è una tipica cittadina, circondata dalle montagne, ricca anche di musei e gallerie d’arte. Il Banff Park museum è il piu’ antico museo della zona, noto come: “università delle colline” ospita 5000 esemplari botanici e zoologici.

                                                                                          Clicca sulla mappa per vedere quella interattiva

Il sito storico della grotta, spiega come si sono formate le sorgenti termali, che furono scoperte per caso nel 1833 dagli operai delle ferrovie. Alle porte della città a 1585 metri si trovano le: Banff upper Hot springs, con una vista sulla vallata. E’ un’enorme vasca, con una temperatura tra i 38 e 40 gradi celsius, dove ci si immerge, per i bagni termali. La gondola di Banff, è una funivia che porta sul tetto delle montagne rocciose. Arrivati in cima si può proseguire per un km, di passerella e arrivare sul punto scenografico di Sanson’s Peak. Ci sono anche molte manifestazioni a Banff tra cui quella dello Yoga di 2 giorni dal 24 al 26 maggio.

Banff National Park

Questo parco nazionale è sorprenedente, racchiuso tra Banff e Jasper, la natura è maestosa e tutto è fatto nel rispetto dell’ambiente. Qui si possono fare gite in kaiak, a piedi, in bicicletta. Si possono fare anche a cavallo, come ho fatto io,( due giorni sulle Rock Mountains, come ho raccontato nel mio articolo Canada) dovete però, per fare una escursione lunga avere dimestichezza con l’animale, e saper stare molte ore sul cavallo. Fare un giro di un’ora, lo trovo inutile. Di solito si va al passo o al trotto difficilmente vi fanno andare al galoppo. La sella americana è diversa dalla nostra, piu’ “comoda” ma sempre una sella é. Si possono poi fare discese in kayak, o sugli sci in inverno. Se siete provetti scalatori, potete andare a Canmore, e d’inverno scalare il ghiaccio. Visita obbligatoria è

Lake Louise

Patrimonio dell’Unesco, è il lago della montagna canadese per eccellenza, dai colori blu intensi. Intorno vi sono delle montagne di 3500 metri: il monte Temple, e il monte White di 3000 mt. In inverno l’impianto sciistico è molto popolare: lake Louise Mountain resort. Per vedere uno dei sentieri piu’ spettacolari del parco, a metà strada tra lake Louise e Field, c’è il parco nazionale dello Yoho, dove è possibile visitare una delle piu’ belle cascate del mondo. Si fa una deviazione di circa 15 km dal parco e poi bisogn camminare per 10 minuti, attraverso questo stupendo sentiero. Un altro lago forse piu’ bello di lake Louise è lake Moraine, un posto eccellente per kayak e trekking.

Come arrivare al parco e i biglietti del parco

Una volta arrivati a Banff, da Calgary o Edmonton, c’è una bellissima strada che unisce Banff a Jasper, e si passa attraverso lake Louise, montagne e ghiacciai. Certo è meglio lasciare il piu’ possibile l’auto e fare del trekking o una delle attività sopra descritte. I biglietti del parco si possono comperare direttamente a Banff, o acquistarli a questo sito con i tour.

Dove dormire e mangiare a Banff

Se non si ricercano sistemazioni di lusso come i resort, vi sono alternative, anche abbastanza economiche: the Red carpet inn, e the Jumper hotel e bistrò

Ristoranti ce ne sono molti, anche il bistrò dell’hotel Jumper è ottimo, oppure se volete mangiare ad alta quota: il Ciffhouse bistro a 6000 mt. d’altitudine

Per chi ama la natura, il Canada è un paese sorprendente, grandi spazi, luoghi incontaminati, silenzio, anche radio in alcuni luoghi, potete venire qui in estate ed in inverno, l’importante è venire e vedere, questa ancora natura quasi intatta!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

anna

Sono l'autrice di questo blog, mi piace viaggiare, ho viaggiato molto, e spero di viaggiare ancora

Questo articolo ha 2 commenti.

    1. Si una favola verissimo. Frazie Ferruccio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.