Indice dei Contenuti

Atene, e l’Acropoli, uno dei monumenti antichi piu’ importanti dell’occidente

Atene e l’Acropoli,non si può andare ad Atene e non vedere il Partenone e l’Acropoli, il monumento antico piu’ importante del mondo occidentale. Per quanto siano affascinanti questi musei, sono solo l’ombra di quello che Pericle costruì. Non badò a spese, assunse i migliori architetti,  scultori tra i quali il grande Fidia, i migliori materiali, tutto, per costruire una città dedicata al culto di Atena, protettrice di Atene. I quattro monumenti superstiti dell‘Acropoli, si sono conservati a fatica, a causa dei saccheggiamenti subiti negli anni d’occupazione straniera, reperti trafugati, e l’esplosione nel 1687, quando i Veneziani attaccarono i Turchi, che tenevano la polvere da sparo all’interno del Partenone. Oggi la minaccia piu’ grande è causata dalle piogge acide, causate dall’inquinamento industriale, che corrode il marmo stesso dei monumenti.

Per visitare l’Acropoli munitevi di scarpe con buona suola, e cappello, io sul Partenone ho preso la piu’ brutta insolazione della mia vita. L’ingresso prioritario con audio guida su smartphone lo potete acquistare a questo link, le altre notizie utili su Atene le ho messe nel post:

Visita dell’Acropoli

atene e l'acropoli

Acropoli, (città alta), sovrastata dal Partenone, domina tutta Atene. I primi insediamenti risalgono al neolitico,  e dopo che tutti gli edifici dell’Acropoli furono rasi al suolo, alla vigilia della battaglia di Salamina, dai persiani, 480 a.C. Pericle avviò la sua ambiziosa opera di ricostruzione: una città di templi. All’entrata dopo la biglietteria, si trova la porta Beulè e il monumento di Agrippa, quindi i:

Propilei

acropli propilei e1566988622203

Nell’antichità, erano l’imponente ingresso dell‘Acropoli, ed eguagliano il Partenone come bellezza architettonica. Questi sono allineati con il Partenone, e rappresentano il primo esempio di un edificio in relazione ad un altro. Da qui si ha una splendida vista. La via Panatenaica, attraversa il centro dell‘Acropoli, ed era il percorso seguito dalla processione panatenaica, celebrazioni in onore di Atena. Sulla destra dopo i Propilei, si ha una bella veduta del tempio di Atena Nike, è la piu’ piccola struttura dell‘Acropoli, e presenta quattro colonne ioniche. Il fregio superiore, del quale rimangono solo alcuni frammenti, rappresentava scene mitologiche, e scene di battaglia.

Cerchi un hotel vicino all’Acropoli? Guarda nelle offerte di Booking .com : Acropoli Atene, Booking.com

Il Partenone

atene e l'acropoli

Sorge nel punto piu’ alto dell’Acropoli, ed è il monumento che simboleggia l’antica Grecia. Il piu’ grande monumento dorico costruito in Grecia. Questo svolgeva una duplice funzione, ospitava la statua di Atena e custodiva i tributi che arrivavano dall’isola di Delo. Il tempio è costituito da 8 slanciate colonne doriche, su ogni fronte e 17 su ciascun lato. I lavori iniziarono nel 447a.C. e finirono nel 438 a.C. sotto la supervisione di Fidia. Per ottenere una forma perfetta, le fondamenta furono costruite, leggermente concave e le colonne leggermente convesse, così che entrambi gli elementi sembravano dritti. Una parte del fregio ionico, 75 metri, si può ammirare al British museum, e il governo Britannico, ignora le richieste di restituzione del governo Greco.

Eretteo

acropoli eretteo e1566991878360

l’Eretteo era il vero santuario, che sorgeva nella parte piu’ sacra dell’Acropoli. Seguendo la via panatenaica, intorno al portico settentrionale del Partenone, sulla sinistra si trova l’Eretteo. Sei figure femminili che sostengono il portico meridionale: sono le cariatidi. Costruito dopo 8 anni dalla morte di Pericle, posticiparono i lavori a causa della guerra col Peloponneso, e fu finito probabilmente nel 406.a.C. L’Ertetteo al contrario degli altri monumenti ha una struttura Ionica. E’ costituito da tre elementi principali: il tempio, il portico meridionale ed il portico settentrionale. Situato nell’angolo sud-orientale dell’Acropoli, vi è il museo, che ospita una raccolta di sculture e reperti provenienti dal sito.

Il teatro di Dionisio

atene e l'acropoli

Situato nel versante meridionale dell’Acropoli, ha dimensioni enormi. Il primo teatro che sorse qui era di legno, e fu costruito nel VI secolo dal tiranno Pisistrato che aveva introdotto la festa delle grandi Dionisiache. Feste e baldorie, banchetti, tra uno spettacolo e l’altro. Nell’età d’oro di Atene, la festa annuale era sponsorizzata dai politici con rappresentazioni teatrali di Eschilo, Sofocle ed Euripide. Gli spettatori venivano da tutta l’Attica, viaggiando a spese dello stato. Il teatro fu ricostruito in pietra e marmo da Licurgo, circa nel 326 a.C. Era dotato di 17.000 posti a sedere, e le donne erano confinate nelle ultime fila. In prima fila invece, c’erano 67 troni di marmo destinati agli organizzatori, ed ai sacerdoti. Quello piu’ imponente, era per il sacerdote di Dionisio.

Antica Agorà

atene agorà e1566995599745

L’agorà , il luogo di ritrovo degli Ateniesi, il fulcro della vita amministrativa, politica e sociale. Un luogo, che doveva essere affollato ed animato, e tutte le strade portavano all’Agorà. Un posto incredibile, se si pensa, che qui Socrate espose il suo pensiero filosofico, e San paolo vi predicò. I monumenti principali sono: il tempio di Efesto, la Stoà di Attalo, e la chiesa dei Santi Apostoli.

Altri articoli