Ankara turchia

Ankara Turchia e il Museo delle Civiltà Anatoliche

Ad Ankara in Turchia, ci si arriva con una comoda autostrada, sicuramente non è la piu’ bella città del paese, ma è la capitale ed ha comunque un suo fascino. Ankara si trova nella regione dell’Anatolia, e il suo fiore all’occhiello è il Museo delle Civiltà Anatoliche, per la gioia di mio marito! Ma il museo non è il suo unico fiore, ci sono la moschea di Cami, nella cittadella, i resti Romani,e il Mausoleo del grande Ataturk. A me personalmente Ankara è piaciuta, una tipica città mediorientale, sicuramente diversa da tutte le altre città della Turchia. Altri articoli sulla Turchia

Una città di origini antichissime, la scoperta di una necropoli Frigia, fa pensare che le origini risalgano al periodo tra l’XI al VIII secolo a.C. I Celti o Galati chiamati Galli in Europa, nel III secolo a.C conquistarono una parte di territorio vicino al regno dei Selucidi. Per molti secoli questa zona fu chiamata Galizia. Nel 74 a.C. Pompeo assoggettò i Galati e nel 31 a.C questo regno fu annesso all’Impero Romano. L’apostolo Paolo, qui fondò una chiesa, famosa la sua lettera ai Galati. Solo nell’XI secolo, la zona divenne definitivamente turca.

Come arrivare ad Ankara

Ankara, ha un aeroporto internazionale, Esemboga, si trova a pochi chilometri dal centro, circa 30. Ci sono molti collegamenti con la città. Oppure si può prendere il treno, ad Istanbul, con un viaggio di circa 6 ore si arriva nella capitale, oppure l’autobus che si può prendere alla stazione degli autobus a Istanbul. Si può anche noleggiare una macchina, le strade sono belle.

Il museo delle civiltà anatoliche

ankara turchia

Conosciuto anche come museo Ittita. E’ composto da due settori, una sala entrale ed un corridoio che circonda la sala, dove sono esposti i reperti in senso antiorario, ed in ordine cronologico. Quindi bisogna iniziare dal lato destro rispetto l’ingresso. Il museo è stato allestito su un mercato del XV secolo, restaurato in modo eccellente. Nella parte centrale  sormontata da 10 cupole, sono esposte statue e bassorilievi. Si inizia con la sala dedicata al Paleolitico ed al Neolitico, poi si procede in senso antiorario per arrivare al termine del percorso nella sala centrale. Qui vi sono alcuni reperti provenienti da Çatalhöyük, a sud -est di Konia, uno dei siti neolitici piu’ importanti al mondo. Vi è una riproduzione di una casa tipica della regione e una delle piu’ famose sculture della dea madre. E’ un museo molto interessante, e per visitarlo tutto ci vorrà almeno mezza giornata.

La cittadella

ankara cittadella e1572863909416

Probabilmente la zona piu’ interessante di Ankara, dicono sia pericolosa, io di pericoloso ho visto solo dei grappoli di fili della luce penzolare sopra le nostre teste, poco rassicuranti.  Si trova vicino al museo delle Civiltà Anatoliche. Sorge all’interno di due cinte murarie di cui una risale al VII secolo a.C, e l’altra piu’ a valle fu costruita all’inizio del IX secolo d.C. sotto l’Impero di Michele II. Si entra varcando la porta di Parmak Kapisi, dove si trova anche il museo industriale. Una volta varcata la porta alla sinistra si trova la moschea di Alaeddin Cami , la moschea della cittadella risalente al XIII secolo. Spicca inoltre l’ enorme torre bianca che sovrasta la cittadella, dalla quale si ha una splendida vista della città, e la fortezza. Gli edifici e le case, sono ben conservati, e ci sono ristoranti e caffè. Qui la gente vive, secondo i costumi tradizionali, del villaggio turco.

Cerchi un hotel ad Ankara?  Come mi ha ben fatto notare leggendo il post la mia amica Maria, l’hotel sceglietelo lontano dalle moschee, altrimenti ogni mattina alle 5 avrete il canto del  Muezzin che vi sveglia!

Tutte le strutture ad Ankara

I resti Romani di Ankara

Ankara Turchia

Il tempio di Augusto, non si sa con certezza quando fu fondato, alcuni lo attribuiscono ai re di Pergamo. Quando Augusto lo fece ristrutturare, il santuario era dedicato al dio Men (divinità della luna nella mitologia Frigia) L’importanza del tempio è dovuta all’iscrizione detto “Testamento di Augusto”. Un resoconto delle opere del principe, incise sia in lingua greca che latina. Vi sono poi le terme romane ed accanto una palestra, infine la colonna di Giuliano

Il Mausoleo di Ataturk

ankara turchia

Questo Mausoleo, è situato su una collina ed è in stile anni ’30. All’interno un’enorme sala, completamente vuota, con un cenotafio, costituito da un unico blocco di marmo di 40 tonnellate, che rappresenta la sepoltura di Ataturk, mentre le spoglie sono nella cripta. Di per se la struttura è bruttina, ma è un omaggio a questo grande riformatore della Turchia, ed il suo primo presidente. Le sue riforme lo avvicinarono all’Europa, anche se sono da registrare, sotto il suo governo, dure repressioni contro il popolo Curdo. Se poi si vuole visitare qualcosa di piu’ arioso si può andare in piazza Kizilay, nel centro di Ankara, circondata da centri commerciali.

Ankara non è sicuramente bella come Istanbul e poi fare i paragoni non è corretto. E’ un’altra sfaccettatura della Turchia, come lo è l’integralista Konya, un paese grande, e ricco di cultura, non solo mare e la splendida Istanbul!

Altri articoli