Amalfi cosa vedere nel gioiello della costiera Amalfitana

Amalfi, tanta bellezza tutta racchiusa in 5,7 km quadrati. Questa affascinante cittadina si attraversa in meno di 20 minuti, e sembra incredibile, che con un esiguo numero di importanti edifici storici, con le sue piazzette inondate dal sole, e la piccola spiaggia, un tempo fosse una potente Repubblica Marinara, abitata da oltre 70.000 persone. La spiegazione ha radici lontane, e risale al 1343, quando gran parte della città, e dei suoi abitanti, furono letteralmente inghiottiti dal mare, durante un terremoto. Oggi i residenti non sono piu’ di 5000, ma il numero aumenta significativamente, nella stagione estiva, quando arrivano i pullman di turisti.

amalfi costa

Io sconsiglio di fare il classico giro turistico: piazza Duomo e Cattedrale, giro dei negozi e trattoria. La vera bellezza di questa città, va oltre i suoi aspetti piu’ turistici. Per cogliere il vero spirito di Amalfi, dovrete dedicarle del tempo, il tempo per vagabondare senza meta, o godervi un aperitivo sul mare, senza guardare l’orologio. Con una semplice passeggiata si può raggiungere la vicina Atrani, un pittoresco groviglio di vicoli, arcate e case imbiancate a calce, con una deliziosa piazzetta e una spiaggia non molto frequentata. altri articoli della Costiera Amalfitana

Come arrivare ad Amalfi

  • In auto : da Milano sono circa 6 ore e 30 minuti a quasto link potete vedere il percorso dettagliato su google maps: percorso Google
  • In treno da Napoli: dalla stazione centrale di Napoli, prendere il treno regionale, per Sorrento, e da qui l’autobus SITA o il traghetto, la stazione marittima è di fronte alla stazione. Il principale nodo di trasporti via terra e via mare di Amalfi, è Piazza Flavio Gioia

Amalfi cosa vedere

Amalfi cosa vedere

Da piazza Flavio Gioia, si accede a Piazza del Duomo, cuore pulsante della città. La maggior parte dei ristoranti e degli alberghi è sparpagliata nelle viuzze che tagliano l’arteria principale, Via Lorenzo d’Amalfi, e la sua prosecuzione, Via Capuano. Sul fronte mare, Corso repubbliche Marinare costeggia il litorale in direzione est, cambiando nome in Via Pantaleone Comite, nel punto dove vira, verso la torre Saracena, che si affaccia sul mare. Se si prosegue nella stessa direttrice, attraversando il tunnel si arriva ad Atrani.

La Cattedrale

amalfi cattedrale

Piazza del Duomo, è dominata dalla famosa Cattedrale di sant’Andrea, che si erge imponente, in cima ad una lunga e ripida scalinata, composta da 57 scalini. Parte della Cattedrale, risale all’inizio del X secolo, ma la sua straordinaria facciata policroma fu costruita due volte, l’ultima alla fine del XIX secolo. Nell’insieme prevalgono gli elementi arabo-normanni, tipici delle chiese siciliane. Degna di nota è la porta di bronzo, la prima di questo tipo in Italia, realizzata a Costantinopoli nella metà dell’XI secolo. Nell’interno tutto barocco, spiccano l’altare ornato da statue in bronzo e marmo, ed alcuni mosaici. In alta stagione si entra tra le 10 e le 17 dal chiostro Paradiso, pagando circa 2,50 Euro.

Amalfi cosa vedere

Questo chiostro, fu costruito nel 1266, per ospitare le tombe dei notabili di Amalfi, ed è un modello di eleganza architettonica. Ha ben 120 colonne di marmo, che sostengono una serie di archi arabeggianti, disposti intorno al giardino centrale. Dal chiostro si accede alla Basilica del Crocefisso, che conserva alcuni affreschi del XIV secolo, argenti e paramenti sacri. Sotto il Duomo, si trova la cripta del 1206 che custodisce i resti di sant’Andrea.

Amalfi ed i musei

amalfi musei
  • Museo civico: è allestito nel palazzo del Municipio, un’unica sala dove sono esposte le Tavole Amalfitane, un antico manoscritto del codice Marittimo di Amalfi
  • Museo della carta: Allestito in una cartiera, del XII secolo, la piu’antica d’Europa. Conserva torchi e stampe originali. Vi è inoltre un negozio che vende bellissimi articoli a tema
  • Arsenale: dove ai tempi gloriosi della Repubblica, si costruivano le navi, oggi ospita mostre temporanee.

Le spiagge

Amalfi cosa vedere

Sarebbe meglio dire la spiaggia, perchè l’unico posto per fare il bagno è Spiaggia Grande, con 150 metri di sabbia granulosa, dove vi sono stabilimenti privati. Unica, ma unico è anche il suo panorama, e a 15 minuti a piedi, potrete raggiungere la spiaggetta di sabbia nera di Atrani.

Dove mangiare e dormire ad Amalfi

I ristoranti di Amalfi, sono tutti molto turistici, ma si mangia ovunque molto bene. Se volete mangiare il pescato del giorno, potete andare alla Taverna del duca, mentre un ristorante molto elegante è Maccus, sicuramente al di sopra della media. Per degli spuntini veloci, Porto Salvo, offre pizze al trancio, panini e crocchette di riso. Per quanto riguarda il pernottamento, Amalfi, offre moltissimi alberghi di fascia medio-alta. Se siete in auto assicuratevi che l’hotel abbia il garage, perchè lasciare l’auto in strada è impossibile. Potete vedere tutte le 345 le strutture nel box

Altri articoli