4 isole delle Cicladi Minori e Amorgòs, isole che sono tutte da scoprire

Se volete una vacanza tranquilla in un’isoletta greca, dove godervi il sole ed il mare probabilmente queste isole vi piaceranno. Se amate la frenetica vita nottuna, i balli sui tavoli, probabilmente la meta è sbagliata. Queste 4 isole, che io ho visitato: traghetto e zaino in spalla, sono di recente passate dall’anonimato alla popolarità. Ma per adesso è una popolarità ancora contenuta. Il servizio di traghetti limitato, ha fatto si, che queste isole, siano riuscite ad evitare il turismo di massa. I traghetti comunque ci sono, altrimenti uno come ci arriva? Non ci sono tutti i giorni e la compagnia da consultare, che serve le isole delle Cicladi minori, è la Express Skopelity. Si può prenotare anche online. Le isole minori delle Cicladi, delle quali parleremo in questo articolo sono: Iraklià, Skhinoussa, Ano Koufonissi e Dhonoussa, e la piu’ grande ma ugualmente bella Amorgòs

Iraklià

4 isole delle Cicladi minori e Amorgòs

Se siete a Naxos, potete raggiungerla in giornata, con una gita in barca. Questa isola, è la piu’ occidentale delle Cicladi minori, con il paesaggio meno sfruttato, ha circa 150 residenti permanenti. Essendo la prima fermata dei servizi di traghetti da Naxos, l’isola viene scoperta facilmente dai turisti, ma avendo meno servizi rispetto alle isole vicine, rimane un luogo piu’ appartato. Il porto di Ayios Yeoryos, è un piccolo centro, dietro una spiaggia sabbiosa, contornata da Tamerici, ed è la piu’ ferquentata in Luglio ed Agosto. Livadhi, è la spiaggia piu’ bella, grande e poco profonda, a 2 km a sud-est del porto. Le sue acque cristalline sono la principale attrazione. La capitale Panaya (Hora), è servita dalla strada asfaltata. In estate una nave locale salpa dal porto alle 11 per fare il giro dell’isola, fermandosi nella piccola spiaggia sabbiosa di Alimià, ed alla vicina spiaggia di ciotoli colorati Karvounolakos.

Dove dormire e mangiare a Iraklià

Non ci sono molte strutture in questa isola: 14, per l’esattezza, con alloggi per famiglie. Di solito sono appartamenti molto puliti, e se avete la vista sul mare vedrete tramonti indimenticabili

Potete mangiare a Maistrali, il miglior posto dell’isola, in cui mangiare un menu’ di frutti di mare e Moussakà, aperto da Giugno a Settembre.

Skhinoussa

shinoussa

Si trova a nord-est di Iraklià, l’isola di Skhinoussa, che inizia solo ora a sfruttare il suo potenziale turistico. Probabilmente ha il panorama piu’ bello di questo gruppo di isole, con ampie valli, e promontori in parte sommersi, come Ofidhousa, un isolotto sinuoso come un serpente. Una strada asfaltata, conduce dal porto di Mersini, alla capitale, Hora, nota anche con il nome di Panaya. Da Hora potete raggiungere 16 spiagge sparse intorno all’isola. Tsigouri a nord-est di Hora, e poi Alygarià a sud, Psili Ammos a nord-est e Almyròs, mezz’ora a sud est. In estate troverete almeno un bar su ogni spiaggia.

Dove dormire e mangiare a Skhinoussa

Grispos Villas, è un complesso residenziale, che dispone di stanze e studios. oppure potete guardare le 14 strutture nel box

Per mangiare, potete andare alla taverna Mersini, o a Kita Pothiti. A Hora ci sono bancomat, diversi market, ed un piccolo ufficio postale.

Ano Koufanissi

koufonissi

In genere, nota solo come Koufonissi, è l’isola piu’ piana e densamente popolata del gruppo, con alcune delle spiagge meno sfruttate delle Cicladi. La vecchia strada pedonale di Hora è stata inghiottita dallo sviluppo di nuove stanze ed alberghi, ma la città conserva ancora l’atmosfera accogliente della piccola isola, grazie alle splendide vedute sull’isola di Keros, al di là del mare. Tutte le belle spiagge sono nel sud-est, Finikas a 15 minuti a piedi dalla città, è la prima di quattro ampie baie con sabbia dorata. La spiaggia successiva Fanos, è la preferita dai giovani, grazie al suo bar, infine, Platia Pounda, dalle cui scogliere sono ricavate delle grotte. Piu’ a est, scavalcando le dune di Pori, si arriva ad una spiaggia lunga e selvaggia, collocata in una baia profonda

Dove dormire e mangiare a Koufonissi

Capetan Nicolas, è da decenni il miglior posto, dove mangiare pesce e frutti di mare, pesce alla griglia e risotto di scampi. Molto viene pescato dallo stesso proprietario. Per dormire, ci sono diversi nuovi hotel, ben progettati, ed insertiti bene nel panorama, oppure studios o stanze private, le potete vedere nel box

Dhonoussa

Dhonoussa, è un pò piu’ isolata rispetto alle altre Cicladi minori, e le fermate dei traghetti sono meno frequenti. La vita dell’isola si basa sul paesino nel porto di Stavros. Chi mama il sole preferisce, Kendros, una lunga e bella distesa di sabbia senza ombra. Il villaggio di Mersini, è ad un’ora a piedi da Stavròs, mentre un sentiero vicino porta a Livàdhi, un’idilliaca spiaggia di sabbia bianca, con tamerici. In alta stagione una barca fa la spola dal porto alle spiagge

4 isole delle Cicladi minori e Amorgòs

Dove mangiare e dormire

Corona Borealis, è un bar sulla spiaggia, che diventa l’anima della festa di Stavros, con musica alternativa indie rock. per gli hotel potete vedere la decina di sistemazioni nel box

Amorgos

4 isole delle Cicladi Minori, e Amorgòs

Con il suo splendido paesaggio montuoso, e la sua atmosfera rilassante, Amorgòs attrae sempre piu’ turisti, anche perchè qui fu girato il film di Luc Besson: Le Grand bleu, anche se pochi si spingono fino a Livèros, sulla punta occidentale dell’isola, per vedere il relitto dell’Olympia, protagonista della pellicola. In genere è un turismo molto tranquillo, che ama le passeggiate, ed è un’isola non troppo commerciale. katapola, e il luogo preferito dalle famiglie, e dove i traghetti fanno scalo, oltre che a Aigiali, luogo preferito dai giovani.

katapola

amorgos 3

la Hora è uno dei paesi meglio conservati delle Cicladi, con caffè, taverne e affittacamere. Dominata da una roccia di origine vulcanica, sulla cui sommità sorgono un paio di cappelle, e le fortificazioni Veneziane, che sovrastano una trentina di chiese e mulini a vento. Sopra la spiaggia di Ayia Anna, vi è lo spettacolare monastero di Hotzoviotissas, il cui bianco spicca sulla scogliera. Si può raggiungere in autobus o a piedi. E’ richiesto un abbigliamento adeguato: gli uomini non devono avere pantaloni corti, e le donne devono essere coperte. Oggi, le 50 stanze del convento sono abitate da tre monaci. La leggenda vuole che nel IX secolo, una preziosa icona della Vergine, fosse portata qui dai monaci, dalla assediata Palestina. Ammirate seduti il panorama dalla terrazza.

Aya Anna è la spiaggia piu’ vicina ad Hora, la baia di kambi è il regno dei nudisti. La spiaggia migliore si trova però nella baia di Lalotaritissas, ha anche un molo dal quale si può pescare.

Dove mangiare e dormire a katapola

La taverna di Liotrivi, con terrazza panoramica, è il luogo dove provare piatti locali, come il vitello con melanzane, o la torta di agnello. Inoltre, vi sono 30 strutture che potete consultare nel box

Aigiàli

4 isole delle Cicladi Minori, e Amorgòs

La strada da Hora ad Aigiali, 15 km, è una delle piu’ emozionanti delle Cicladi, e sovrasta alcune belle calette. La città stessa, è piu’ piccola di Katapola, e tende ad essere piu’ nota. La spiaggia principale di Aigiali, è piu’ che discreta, e migliora spingendosi a nord. Un sentiero consente di superare alcuni promontori fino ad arrivare a tre baie: Levrosòs, sabbiosa e la piu’ frequentata, Psili Ammos, sabbia mista a ghiaia, e Hokhlakas.

Le strutture a Aigiali

Altri articoli